BELIZE - Replica

BELIZE - Replica

URBAN, HIP HOP E TRIP HOP COMBINATI IN UNA MISCELA ESPLOSIVA.

231
0
stampa articolo Scarica pdf

La Redazione UnfoldingRoma ha incontrato i ≈ Belize, un gruppo conosciuto tramite XFactor ma con alle spalle parecchia gavetta. Ci presentano Replica, il loro ultimo lavoro e qualche loro curiosità personale. Conosciamoli meglio.

Ciao, Vi chiamate Belize con davanti le ondine , perché?

Ciao, quando ci siamo ritrovati a scegliere il nome della band stavamo tutti guardando Breaking Bad. Nella serie “mandare qualcuno in Belize” significava farlo sparire, l'idea c'è da subito piaciuta e abbiamo deciso di chiamarci Belize, solo che ci siamo accorti che c'era un'altra band con lo stesso nome, così abbiamo aggiunto le ondine per differenziarci anche perchè a differenza loro non facciamo musica con l'ukulele.

Come vi collocate nel panorama musicale o come vi piacerebbe essere collocati? Ho letto di musica urban ci spiegate il significato di questo genere elettronico?

La musica urban ha varie sfaccettature, ci puoi trovare l'hip hop, il trip hop e tanti altri sottogeneri per questo crediamo che sia la definizione più adatta per il nostro sound. I termini canonici di genere non ci si addicono perchè spaziamo molto quindi restare sotto una grande macrocategoria è la cosa migliore.

Ascoltando l’Ep, in uscita a inizio mese novembre, “Replica” sono andato subito a cliccare su “Superman” forse per mia deformazione professionale, per la mia passione per i supereroi. Cosa Vi ha spinto a scrivere questo testo, a portare Superman nel 2017, a renderlo meno supereroe e più menefreghista?

Superman è una canzone nata dall'esigenza di un nostro caro amico che si chiama Giacomo in arte Aloha Project. E' il nostro grafico di fiducia, ha curato tutta la parte visiva del progetto fin dagli albori. Aveva fatto il video come lavoro finale per la sua laurea e aveva bisogno di un brano di sottofondo, così abbiamo scritto Superman. La scelta di renderlo umano e quindi un po' menefreghista ci è poi venuta quasi spontaneamente, se si guardano attentamente le storie dei supereroi non è poi così assurda: i superpoteri ti danno la possibilità di salvare le persone ma non è assolutamente scontato che tu voglia farlo. Spiderman per esempio vuole solo far stare bene sua zia...

Il pezzo che dà nome all’Ep “Replica” è solo strumentale, perché questa scelta?

Per noi il sound è la cosa più importante, anche nel nostro primo album Spazioperso la title track era strumentale, è un modo per porre l'attenzione su questo aspetto e inoltre è un po' un marchio di fabbrica. Credo faremo sempre così anche per i lavori futuri.

Siete 4, vi presentate con un vostro pregio e un vostro difetto e la squadra per cui tifate.

Riccardo è molto tenero ma  decisamente volubile ed è tifoso dell'inter.
su Federico puoi sempre contare ma non sa divertirsi e tifa Lazio, nonostante non segua molto il calcio sopra il rullante ha sempre la maglietta di Boksic!
Mattia fa spaccare dal ridere ma è anche uno yes man (ma poi se ne pente) e tifa JuventusYed è la persona più socievole del mondo ma è anche un testardone e non è tifoso.

Replica è il vostro secondo album, cantate in italiano, vi piacerebbe andare a Sanremo? Cosa ne pensate della kermesse sanremese?

Non abbiamo ne pregiudizi verso Sanremo ne bramiamo di andarci, chi lo sa magari in futuro capiterà, magari no... Per ora diciamo che musicalmente parlando Sanremo non è al passo con i tempi ma questo non è un male perchè è una trasmissione televisiva, fatta per un target molto preciso che non è interessato alle novità, se no la Vanoni non parteciperebbe. Se ci andassimo noi porteremmo una strumentale (ridono).

Sempre Sanremo, d’altronde è la sua settimana, Baglioni sta cercando soluzioni diverse dalle precedenti edizioni, pensate sia giusto che al comando del “carrozzone” musicale ci debba essere uno che viene dalla musica?

Sicuramente è una cosa positiva ma non basta per innovare. Cioè a Sanremo se ci va un rapper viene visto come una novità, quando il rap in Italia si fa da più di 20 anni, insomma non è così innovativo...

Venite da X Factor, avete avuto un’occasione che anni fa non sarebbe stata per tutti, ma, guardando l’altra faccia della medaglia, del successo tutto e subito e (a volte) passeggero. Come si fa a restare sulla terra e pensare di crescere con costanza?

Il consiglio che possiamo dare è di continuare a fare musica esattamente come la si faceva prima di entrare nel talent. L'esposizione televisiva non significa necessariamente un miglioramento artistico che invece deve essere coltivato giorno dopo giorno, anche dopo x factor. 

Come si combatte l’ostracismo (perché esiste purtroppo) che chi viene dalla tv, non ha fatto gavetta e, quindi, non merita lo stesso rispetto?

Noi la gavetta l'abbiamo fatta e la stiamo ancora facendo. Prima di Replica abbiamo pubblicato un album e fatto parecchi concerti in giro per l'Italia e così stiamo ancora facendo. L'ostracismo ci sarà sempre ma va bene così, speriamo di far cambiare idea a più persone possibili.

Terza domanda sul tema, forse dalla risposta scontata, pensate che una volta giunti al successo si possa guardare oltre dimenticandosi completamente del passato? A volte la parola umiltà sparisce come nel giornalismo, cosi nella musica, nello sport. Il successo acceca e scorda. Che ne dite?

Dipende dalle persone. Ci sono artisti famosi che riescono a rimanere umili e altri che hanno ancora tutto da dimostrare e fanno i vip, insomma fa parte del gioco. Noi cerchiamo di rimanere con i piedi per terra, speriamo di riuscirci sempre.

Sono passati due anni e mezzo dall’attentato al Bataclan di Parigi, un locale dove la ferita del terrorismo è ancora aperta. Che ne pensate? Avete paura prima di un live?

Se avessimo paura avrebbero vinto i terroristi. Ovvio a volte ti viene da pensare “e se capitasse a noi?”. Speriamo non accada più nulla del genere, il terrorismo è una piaga che va combattuta con tutte le forze.

Cosa ne pensate della musica italiana? C’è qualche artista che vi ha influenzato all’inizio?

La musica Italiana sta vivendo un bellissimo periodo di fermento artistico e questo è sicuramente un bene. Le nostre influenze però vengono dall'estero, ci hanno influenzato i Massive Attak, Dj Shadow e molti altri, però in Italia di cose belle ce ne sono tante, come Generic Animal e Germanò.

Facebook, twitter, instagram . Cosa ne pensate dei social? Sono utili e divertenti o creano impaccio limitando la vostra vita privata?

I social come tutte le cose hanno i loro lati positivi e quelli negativi, però sono utili anzi direi fondamentali nella nostra attività di band. All'inizio evitavamo di condividere le nostre cose più personali dalla pagine del gruppo per focalizzare l'attenzione sulla musica. Ora invece mettiamo anche qualcosa di personale ma perchè la cosa ci diverte. Sulla privacy sta a noi cercare di essere discreti su ciò che vogliamo tenere per noi, basta non fotografarsi in continuazione...ma noi oltre a fare musica lavoriamo quindi non abbiamo il tempo materiale di condividere tutto della nostra vita, a differenza di molti nostri colleghi…

Siete in piena tournee, prossimi live e dove e come possiamo seguirvi sui social.

Il 23/02 saremo ad Abano terme e il 24 a Milano per il MI AMI ORA insieme a Ghemon, Rkomi, Coma_Cose e Night Skinny, sarà una super serata vi aspettiamo tutti sotto il palco!


Per i contatti ci trovate sia su Fb che instagram, @noisiamoibelize. Su Twitter no, twitter è morto! (ridono)

Grazie, e complimenti per Replica!

Ciao e grazie!

Giuseppe Calvano

UnfoldignRoma

© Riproduzione riservata