La Nuova Fibra Della Serie A Con DAZN

La Nuova Fibra Della Serie A Con DAZN

117 gare di Serie A trasmesse dalla nuova piattaforma digitale. SKY ok, Mediaset all'angolo. Quella sensazione di "divano" stando ovunque. Facendo davvero sul serio.

123
0
stampa articolo Scarica pdf

Perform è una società britannica fondata nel 2008 con a capo Paul Walker. Principalmente svolge la funzione di creazione e rivendita di piattaforme digitale, il classico video streaming online. Al suo attivo ha circa una ventina di società che gestisce direttamente. Il fatturato per quanto riguarda il settore è da capogiro: 208 milioni di sterline circa. Nel 2016 ha addirittura chiuso il bilancio con un + 36%, un risultato incredibile se si associa un settore particolare in forte  ascesa agli introiti. Da questi risultati abbastanza incoraggianti si è creata DAZN nel 2015, dopo che nel 2013 la società ha rilevato il sito goal.com e altri punti di interesse online.

Se nella stagione appena passata SKY ha avuto i diritti per trasmettere in chiaro tutta la Serie A, dal 2018-2019 qualcosa cambierà. 

DAZN è entrata a gamba tesa in questa nuova avventura senza troppi giri di parole. Con Mediaset relegata ad un angolo per quanto riguarda la trasmissione in chiaro della Serie A, SKY e DAZN si sono trovati a gestire gli incontri della massima serie in maniera autoritaria. 

117 sono le gare che la piattaforma digitale offrirà ai suoi abbonati per far vedere le partite via internet. Per la visione del pacchetto, l'utente ha bisogno di uno smartphone, di una xbox, di una smart tv, di un tablet. Tutti accessori collegati alla rete. Visione lungimirante in una società sempre più frenetica che privilegia i bisogni del singolo senza dimenticare il concetto di "divano" facendo davvero sul serio.  Si parte subito in grande stile con Lazio - Napoli. 

Ed ecco che il tifoso, l'utente, l'abbonato standard è in difficoltà. Non solo per l'ennesimo cambiamento ma anche per un costo in più ( circa 10 euro al mese con i primi 30 giorni gratis) da affrontare.

DAZN interviene a gamba tesa nell'anno di Cristiano Ronaldo. Nell'anno in cui il tifoso ritorna allo stadio. Nell'anno in cui potrebbe esserci quel segnale di un ritorno al passato, con la Serie A che ritorna in gran stile. Nell'anno del lancio sia sportivo ma anche mediatico con l'ingresso di due figure importanti come quelle di Paolo Maldini e di Diletta Leotta. 

La classica tv digitale, comunque, non rimane a guardare. SKY trasmetterà 7 gare su 10.Sulla piattaforma SKY Q si potranno vedere in toto tutte le gare del massimo campionato Italiano, un'integrazione dovuta. La chiave di tutto è la fibra, la rete. 

DAZN raddoppia, anzi triplica con l'acquisto dei diritti di Serie B e del calcio estero.  In parallelo con SKY che seguirà la prossima Europa League aspettando l'Europeo del 2020. 

Mirko Cervelli 

© Riproduzione riservata