Roma-Porto 2-1: La Notte Di Zaniolo. Le Pagelle

Brilla la giovane stella giallorossa. Sontuoso Dzeko. Promossa tutta la squadra

211
stampa articolo Scarica pdf

Altra bella prestazione di una Roma che in Champions continua a esprimere bel calcio, fatto di aggressività e qualità. Trascinati da Edin Dzeko, i giallorossi vincono la gara di andata col Porto: 2-1, doppietta del predestinato, Nicolò Zaniolo. Nel finale Adrian Lopez rovina la festa romanista e riapre tutto in vista della gara di ritorno, ma forse è meglio così: questa Roma ha già dimostrato di non potersi adagiar sugli allori. 

Mirante 6 Impotente sul diagonale di Adrian Lopez. Serata tranquilla per l'esperto secondo portiere giallorosso. 

Florenzi 6 Spinge bene quando può, ma dedica la sua partita a contenere Brahimi e le ali lusitane. Riconquista il suo pubblico.

Manolas 6.5 Solita diga. Determinazione e fisicità ad eludere Fernando e Soares. Se gli attaccanti deludono, gran merito è il suo. 

Fazio 6.5 Testa alta, concentrazione ed esperienza. Finalmente senza sbavature. Sortite offensive, quasi come lo scorso anno. Splendido il lancio su Dzeko nel primo tempo.

Kolarov 6.5 Spinge benissimo a sinistra, come vuole il suo fantastico bagaglio tecnico. Sicurezza.

Cristante 6 Appannato nel primo tempo, cresce nella ripresa. Sacrificio a servizio dei compagni.

De Rossi 6.5 Altra gran prestazione che evidenzia la sua intelligenza calcistica. Come col Milan, brillante. Carattere, faro e fulcro per i suoi compagni di squadra.

Pellegrini 6.5 Nel primo tempo leggermente sottotono, sale tantissimo nella ripresa. Tecnica e qualità per lanciare l'azione, personalità per concludere dalla distanza. 

Zaniolo 7.5 Olimpico tutto suo. Sempre di più. Fantastica doppietta a 19 anni in Champions. Due gol che arrivano da un ruolo non suo, quello di ala destra. Ma da gran campione quale sarà, interpreta bene con fisicità e tecnica anche questa posizione. Gran protezione di palla e gran fiuto del gol di chi sa di essere un predestinato. 

Dzeko 7 Se non fosse per Zaniolo, sarebbe nettamente il migliore in campo. Eccolo il vero Edin, ormai tornato ai suoi livelli. La Champions è casa sua. Palo clamoroso nel primo tempo, altro montante nella ripresa che funge da assist per Zaniolo. Porta a spasso Pepe e Felipe. Ancora centravanti di livello internazionale. 

El Shaarawy 6.5 Nel primo tempo salta l'uomo, punta per far la differenza e creare l'uomo in più. Nella ripresa non riesce a far male sbagliando qualche scelta negli ultimi metri, ma resta pericolissimo. Prestazione più che positiva, continuità dopo Verona.  

© Riproduzione riservata