Tiziano Zini

Vivo la mia giovinezza in perfetta armonia, preparandomi al meglio per un futuro che mi vede padre di due splendidi bambini...

685
0
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Unfolding Roma incontra nella sua trasferta milanese Tiziano Zini, talentuoso giovane modello della scuderia “Marletta”, in questa occasione parleremo di questo emergente personaggio sotto vari aspetti, anche in quelli della moda grazie alla collaborazione con “WhyNotme?” by “Officine23”. 

In questi giorni si e’ concluso l'anno scolastico, come è andata? 

Ho sostenuto l'esame di qualifica del 4 anno di perito meccanico sono andate molto bene e sono soddisfatto del risultato con cui sono uscito.

Al liceo sbocciano spesso i primi amori, anche per lei è stato così?

Si, il mio primo amore e’ sbocciato proprio lì alle superiori, è durato poco più di un anno, è normale conoscere ragazze perché nella scuola che frequento ci sono più ragazze che ragazzi.

Gli anni della scuola sono i migliori?

Direi proprio di sì. Sono gli anni in cui conosci gente e amicizie che a volte restano e a volte scompaiono ma ti fanno anche crescere. Sono gli anni migliori perché non hai grossi impegni e puoi pensare a divertirti, godendo a pieno l'adolescenza.

Lei in questi giorni è ospite di varie trasmissioni di Sky, segue la TV tradizionale o la pay per view e perche’?

Seguo con molta voglia la TV guardando canali sportivi, film di azione, d’avventura e perché no ogni tanto un cartone per tornare bambino.

Il suo programma preferito sul piccolo schermo?

Il mio programma preferito è EuroSport su Sky, ma seguo comunque un po’ tutto.

Durante il servizio fotografico, realizzato dal nostro staff, lei ha avuto occasione di indossare una t-shirt della linea “WhyNotme?”, come si e’ trovato con questo nuovo brand?

Si durante il servizio fotografico ho indossato questo nuovo brand chiamato “WhyNotme?”, l'ho trovato molto interessante soprattutto il nome, un bel prodotto italiano.

Le piace la “nuova” Milano del post EXPO con tanti grattacieli in più?

Beh sinceramente ad un amante della natura come me metterlo in mezzo a dei grattacieli non è il massimo, ma tutto sommato danno a questa cittá un'impronta più internazionale.

La cosa più bella e quella più brutta della città lombarda?

La cosa più bella, secondo il mio punto di vista, é che ha molti svaghi per i ragazzi giovani come me, sia di giorno che di notte, si sa sempre cosa fare. Invece la cosa più negativa di molte città lombarde sono il continuo Smog e il traffico.

Giuseppe Sala, neo eletto sindaco, vuole una dimensione internazionale della città capace di competere in Europa. Traccia un programma di rilancio forte dell'esperienza dell'Esposizione universale prendendo come modello Londra, è un sogno o è realizzabile?

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala ha molte idee che possono essere realizzate. Alcune idee possono rimanere solo un sogno ma bisogna osare. 

Alle Comunali a Roma e Torino ha vinto il M5S, Milano è l'unica grande città in cui il PD è riuscito a limitare danni, è contento della scelta dei milanesi?

Per quanto ascolto i notiziari, presumo che i Milanesi abbiano fatto una buona scelta, bisogna andare avanti per dare al nostro capoluogo il lustro che merita. 

Quale è il suo sport preferito e perché?

Il mio sport preferito e che pratico da 11 anni è il ciclismo, la mia passione ed è un sogno che vorrei realizzare.

Si è concluso da poco a firenze “Pitti Uomo 2016”, Armani ha detto basta al pantalone a sigaretta, quanti armadi da rifare?

Penso tanti, Armani con il suo gusto può e deve giustamente modificare il vestire anche quotidiano.

Come sceglie il suo stile e quanto tempo dedica alla preparazione prima di un grande evento?

Il mio stile è scelto da me, dal mio modo di fare strano ma in maniera attenta, prima osservo il posto in cui devo andare e poi mi muovo di conseguenza. Penso di metterci il giusto tempo.

Fino agli anni ottanta le donne dedicavano più tempo degli uomini alla cura del corpo, oggi siamo alla pari, cosa ne pensa?

Considero normale questa parità tra i sessi, ormai l'immagine va curata a prescindere dal sesso e dall'ambiente, sono i tempi moderni.

La sua idea di famiglia?

La mia famiglia ideale sarebbe con una donna che abbia una bella dedizione per i figli, io e lei e il lavoro. Poi vorrei due figli un maschio e una femmina che mi riempirebbero di orgoglio.

Chi vorrebbe ringraziare per aver creduto in lei?

Ringrazio soprattutto i miei genitori sempre al mio fianco, hanno sempre riposto fiducia in me e mi hanno sempre dato spunti e idee, ringrazio anche Giuseppe Marletta che crede tanto in me e io credo tanto in lui.

Progetti per il futuro?

Si ho progetti per il mio futuro soprattutto fare la maturità di perito meccanico. Continuare a collaborare con Giuseppe Marletta, che mi sta aiutando molto in questo percorso personale. Viaggiare e perché no trasferirsi all'estero per creare nuovi progetti nella mia vita futura.

Special thanks: “WhyNotme?” by “Officine23” Store, Via Gesù e Maria n. 23 -00100- Roma   www.officine23.com “Il Club”, Via Oberdan n. 27, Azzano San Paolo, Bergamo www.il-club.com 

di Stefano Boccia per Unfolding Roma

© Riproduzione riservata

Multimedia