Milano Fashion Week SS2018

Milano Fashion Week SS2018

Il capoluogo lombardo vede sfilare 159 collezioni, in Piazza della Scala la prima edizione del “Green Carpet Fashion Awards”

198
0
stampa articolo Scarica pdf

É andata in scena dal 20 al 25 settembre la Milano Fashion Week (edizione Spring Summer 2018) con un programma molto fitto: 63 sfilate, 94 presentazioni, 2 presentazioni su appuntamento e 20 eventi in calendario, per un totale di 159 collezioni mostrate in anteprima a stampa e addetti ai lavori.

Sono 14 i band emergenti che hanno avuto l'opportunità di esporre le loro creazioni alla quinta edizione del Fashion Hub market, all'interno dell'Unicredit Pavillion in piazza Gae Aulenti.

 

Si è chiusa con successo anche la prima edizione del Green Carpet Fashion Awards, premio istituito da Livia Firth e Carlo Capasa per celebrare la moda sostenibile. Questi sono i dodici riconoscimenti che sono stati consegnati il 24 settembre presso il Teatro alla Scala

1. Community and Social Justice: Brunello Cuccinelli premiato da Colin Firth
2. The Art of Craftsmanship: le sarte della Maison Valentino premiate da Annie Lennox
3. Best International Designer supporting Made in Italy: Tom Ford premiato da Anna Wintour
4. Technology and Innovation: Orange Fiber e New Life premiati da Miroslava Duma e Derek Blasberg
5. Supply Chain Innovation: Gucci premiato da Arizona Muse
6. Eco Stewardship: Zegna premiato da Alessandro Roja
7. The Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer: Tiziano Guardini premiato da Naomi Campbell e Sara Sozzani Maino
8. Sustainable Producer: Taroni premiato da Amber Valletta
9. The Artisanal Laureate Award: Chiara Vigo premiata da Vittoria Puccini
10.The Social Laureate Award: Ilaria Venturini Fendi premiata da Stefania Rocca e Bianca Balti
11. The Vogue Eco Laureate Award: Gisele Bündchen premiata da Emanuele Farneti
per il suo lavoro come ambasciatrice per la foresta amazzonica

12. The CNMI Recognition of Sustainability: Giorgio Armani, Miuccia Prada, Pierpaolo Piccioli e Alessandro Michele premiati da Colin Firth e Alessandro Cattelan.

Moltissime sono state le novità proposte da designer vecchi e nuovi per la prossima stagione, alcune particolarmente degne di nota.

Antolina è il nuovo progetto della stilista Mariela Schwarz Montiel, sostenuto da CDivertiamo, nuova realtà aziendale nata con lo scopo di promuovere i giovani talenti nel campo del design della calzatura. Le scarpe di Antolina sono fatte interamente in cotone intrecciato dagli indiani Maka, tribù etnica del Paraguay. Tramite questo progetto Mariela Montiel vuole contribuire al sostegno di questa tribù indigena e alla salvaguardia delle sue tradizioni artigianali.

Delfrance rappresenta una donna che evolve nella consapevolezza della propria sensualità e maturità, ma al tempo stesso desidera restare giovane e spensierata. Colori vivaci e brillanti evocano paradisi tropicali, le stampe floreali sono accostate a dettagli inediti. Capi classici e formali sono sdrammatizzati da particolari coloratissimi, mentre gli abiti da sera, che presentano oblò sulla schiena, balze e volant, sono abbinati a bomber sportivi.

Pedro Pedro presenta una collezione che unisce funzionalità e creatività. Pezzi comodi, dal design basico sono resi unici da stampe geometriche in tonalità psichedeliche dal verde lime al rosa shocking, dall'arancione al rosso. Materiali tecnici come il polyamide si coniugano con il denim, la mussola e la maglia.

Tommy Zhong in collaborazione con l'artista Nadine Shaban crea una linea di abiti che riutilizza materiali raccolti da fonti industriali. Un panorama di silhouette scultoree, create a partire da blocchi di colore rosa, nero e bianco, è interrotto dall'irruzione occasionale dell'arancione. I tessuti sono intrecciati o decorati da serigrafie stampate a mano. I fili sono scrupolosamente sbrogliati quasi a rivelare una tensione superficiale di irregolarità controllata.

Carlos Gil, ispirandosi contemporaneamente alla grandezza dell'architettura contemporanea e agli ambienti tropicali, crea una collezione dove i colori forti e vibranti come il giallo brillante, il verde smeraldo, il magenta e il viola e nuance più delicate come il caramello si abbinano perfettamente ai tradizionali bianco e nero. Elementi chiave come le forme geometriche e la foglia monstera diventano il trait d'union di numerosi look, seguendo il concetto di “architettura organica”.

 

Le Silla presenta una linea di calzature gioiello che sembrano create per solcare il red carpet. I tacchi sono altissimi e i colori vanno dal più classico nero, ai più vivaci turchese, lilla e magenta, passando per i luminosissimi oro, argento e bronzo. Tra i materiali il denim spicca come must della stagione, dando un tocco giovane ad uno stile ultra-elegante.

Laura Fed conserva il suo dna di brand a metà strada tra fashion e l'interior design, mixa materiali poveri e ricchi (legno, velluto, ecopelle, metallo) con tessuti dalle stampe ricercate dando quel tocco impeccabilmente unico, che solo l’artigianato può donare.I colori scelti per la prossima stagione sono i classici bianco e nero, il blu, il porpora e le tonalità dei beige e dei marroni caldi. Tra gli accessori spiccano fibbie, decorate da nappe, che riprendono un design spesso usato per le maniglie delle porte.

Eleventy gioca con tessuti bistretch, lane leggerissime e felpe iper-morbide che, grazie anche a inserti e giochi di trasparenze, rendono più sofisticati i look. I pantaloni, realizzati con le lane dei maggiori tessutai d’Italia e impreziositi da punti luce, appaiono sempre più femminili e raffinati. Le maglie sono realizzate con un filo speciale 2/60.000 in puro cashmere che conferisce ad esse morbidezza e leggerezza. A queste è riservato anche un trattamento di tintura a mano con aerografo che dona ad ogni pezzo una colorazione unica. Completano la collezione scarpe e borse, realizzate in pellami a fantasia o in canvas.

Adriana Fenzi



© Riproduzione riservata