Stona

Stona

Mi sento nuovo e pronto a ricominciare

189
0
stampa articolo Scarica pdf

Il nostro magazine ha il piacere oggi di ospitare il cantautore Stona in occasione del nuovo singolo - Estate – in rotazione radiofonica da qualche settimana.

Stona, all’anagrafe Massimo Bertinieri, ha alle spalle numerosi anni di gavetta che li hanno permesso di collezionare anche importanti incontri, uno fra questi con Lisa Panetta. Straordinaria interprete che gli propone da subito un contratto discografico con l’etichetta SongmusicOne. Nel 2007 esce quindi Il danno al cuore, suo primo ep che gli consente di partecipare nel 2008 al concorso Una voce per Sanremo con il brano Vuoto.

Gli anni a seguire sono un percorso di crescita professionale tra ospitate in radio e tv, oltre che di tanti live che lo porteranno ad aprire il concerto dei Bandabardò in occasione del Livorno Rock Village.

Nel 2012 pubblica il disco E’ il viaggio quello che conta (Green Production/Sfem ed. Musicali), ottenendo un buon riscontro di critica.

Dopo un lungo periodo di silenzio meditativo e di rinnovamento del proprio stile di scrittura nel 2017 con il brano prodotto da Nicolo’ Fragile (Mina, Ramazzotti, Fiorella Mannoia) e Davide Bosio (ex cattivi pensieri)dal titolo Estate senza preavviso, riparte con la produzione di materiale inedito.

 

Iniziamo la nostra chiacchierata proprio partendo da questo brano…

Estate senza preavviso è un pezzo istintivo..nuovo per me..ho cambiato molto il mio stile, il mio metodo di scrittura..l'approccio stesso alla musica  per cui mi sento "nuovo" e pronto a ricominciare.

Stona, oramai da molti anni ti sei dedicato alla musica, come si è avvicinato a questo splendido mestiere?

Per amore, per passione e con serietà e impegno lo affronto ogni giorno.. credo di avere qualcosa da dire e voglio farmi sentire forte e chiaro da tutti.

Parliamo di Sanremo, cosa ricordi di quella esperienza?

Un periodo di formazione.. confrontarsi con tanti altri giovani artisti è stato educativo.

Cosa ha significato per te?

Ho capito quanto lavoro duro avessi ancora da fare.

Partiamo dal titolo: Estate, che importanza ha questo titolo e cosa significa esattamente?

Esattamente il titolo è "Estate senza preavviso" e pur con un testo scherzoso e ironico mi concentro proprio su questa sensazione di improvvisa felicità che a volte arriva nella nostra vita quando non la stavi cercando.

Come nasce questo pezzo?

Da una mia profonda serenità e positività che ho finalmente trovato  e che volevo trasparisse dalla mia musica.

Quando si canta un pezzo per la prima volta non sai se ne sei capace.. Lo capisci alla fine. Cosa ha pensato alla fine della prima volta che ha cantato questo pezzo?

Sono rimasto sorpreso.. mi piace molto l'interpretazione che ho dato ma è stato anche grazie alla produzione accurata di Davide Bosio e Nicolò Fragile che mi hanno indicato la strada giusta.

Estate senza preavviso come abbiamo detto è il titolo di questo suo singolo.. .in che stagione sei in questo periodo? 


Assolutamente proprio l'estate...sono raggiante positivo pieno di energia... e credo si senta anche nei brani nuovi che sto ultimando in vista del mio nuovo disco che sarà pronto per l'autunno a cui sto lavorando con la produzione di Guido Guglielminetti  storico bassista e produttore di Francesco de Gregori.

Alessandro Decadi

© Riproduzione riservata