Bussoletti

Bussoletti

Racconto quello che accade intorno, un periodo post crisi in cui stiamo iniziando ad alzare la testa. La prima rivoluzione che stiamo portando avanti è che siamo concordi nel volere anche leggerezza.

240
0
stampa articolo Scarica pdf

Per i nostri lettori oggi abbiamo ospitato nella nostra redazione un talentuoso artista: Bussoletti, cantautore,scrittore, e conduttore di una trasmissione di successo  (conduce il talk-show “Lingue a sonagli”) in diretta, trasmessa su Radio Rock ed infine anche giornalista. Puoi raccontare i tuoi esordi per chi non ti conosce : una breve descrizione per i nostri lettori ….

Ho iniziato a scrivere per evadere da un’infanzia che non era sempre felice. Leggevo tanto e scrivevo di più. Poi, alle scuole elementari, ho scoperto che potevo mettere in musica le cose scritte ed ho iniziato a comporre le prime (orrende) canzoni. Il cachet era essere invitato alle feste di tutte le classi.

Notizia di questi giorni uscita sui giornali : Jack Ma lascia la guida di Alibaba: farà il filantropo «voglio morire in spiaggia, non in un ufficio»….

Il concetto di ufficio esiste solo nella mente di pochi illuminati. Col computer e la connessione si può lavorare ovunque e a qualsiasi ora. Credo che ognuno dovrebbe rispondere di quello che produce e non di dove lo produca e di quante ora ci metta a farlo. C’è chi in un minuto fa cose altissime.

Avril Lavigne torna dopo la malattia: la cantante canadese aveva raccontato la sua storia a uno show in tv: per colpa di una diagnosi tardiva la guarigione è stata più difficile. L’artista presenterà un nuovo album il 19 settembre: «scritto durante uno dei periodi più terrificanti della mia vita» Tu in questi giorni stai lavorando ad un nuovo album : ti piace raccontare in questo nuovo lavoro un periodo triste oppure troviamo testi dove prevale la parola speranza ?

Racconto quello che accade intorno, un periodo post crisi in cui stiamo iniziando ad alzare la testa. La prima rivoluzione che stiamo portando avanti è che siamo concordi nel volere anche leggerezza. Non ci si vergogna più di fischiettare un motivetto orecchiabile.

Lenny kravitz: «questa volta ho scritto di getto, ho sognato i brani» Segui la sua stessa linea : come nascono i tuoi brani ?

Se parliamo di canzoni, sono come Lenny Kravitz. Parto dal titolo e se il resto viene fuori in poco tempo è nata una canzone. Altrimenti mollo quell’idea e vado su altro. Non forzo mai un concetto perché le cose costruite non arrivano. Diverso è il discorso della scrittura. Là le storie sedimentano e le correggo per molto tempo. Il lettore merita rispetto anche in quest’attenzione.

Una volta era la tv a creare lo slang giovanile, ora sono i versi di Ghali, Sfera Ebbasta ,Emis Killa a modificare il dizionario : che fine ha fatto il cantautorato romano ,nei tuoi testi troviamo nuovi vocaboli ?

Il cantautorato romano è vivo. Calcutta riempie gli stadi! Io non ho paura di usare i termini che sento giusti, anche se non sono “tradizionali”. Lo stesso discorso vale per il turpiloquio. Se necessario lo uso senza remore.

Lo dichiara Carlo Giovanardi."Dall' apertura del festival del cinema di Venezia, tramite un film finanziato con 600 mila euro dallo stato, parte questo messaggio: carabinieri ed agenti di polizia quando vengono condannati sono colpevoli, quando vengono assolti sono colpevoli lo stesso". Non voglio entrare nella vicenda ,ti chiedo solo se andrai a vedere il film e quale canzone delle tante che hai scritto si addice a questa assurda storia tutta romana e non solo….

Lo vedrò senza dubbio perché qualsiasi punto di vista in più mi interessa per formare un’opinione che comunque sarà mia. Tacere è sempre un errore. Direi che “Tutti giù per aria” è una mia canzone che ben si lega a questa brutta storia.

Domenica scorsa sono Venti anni senza Lucio Battisti, mito, riservatezza e armonia. La musica di Lucio dovrebbe essere diffusa online e dunque finire a disposizione anche di quel pubblico giovane e giovanissimo che ormai da tempo non utilizza i supporti fonografici. Battisti ha costruito la sua leggenda sulla sua musica di talento visionario e sulla sua assenza: detestava le derive del divismo : tu che sei della mia generazione che idea hai di questa mia affermazione : rimane il più grande di tutti? Quale testo fai più tuo ?

Adoro Battisti ma non appartengo ai fanatici. Credo che la sua grandezza sia stata nell’aver scardinato un modello di canto tecnico e potente, che io non amo. Sussurrare in falsetto certe emozioni è stato innovativo. Per me “Una giornata uggiosa” è stato il miglior episodio con Mogol.

Tommaso Paradiso dei “the giornalisti” tifa per il governatore del Lazio in vista delle primarie pd: "è una nuova speranza" : ha ragione? in questo momento gli artisti si trovano in confusione ;soprattutto quando vengono inseriti (a loro insaputa ) in campagne pro-migranti da “giornaloni” del settore come Rolling stone .it ?

Non conosco bene la vicenda di Rolling Stone per cui non ne parlo. In generale credo sia il momento di essere artisti veri e quindi di sbilanciarsi anche nel pensiero politico. Chi se ne guarda per paura di perdere fette di pubblico ha un’idea molto diversa dalla mia sul nostro ruolo. Adoro gente come Piotta, invece, che in campo ci scende anche a gamba tesa.

In Germania vogliono cacciare tossicodipendenti e spacciatori dalla stazione di Hermannstrasse di Berlino con la musica atonale - un progetto di difficile realizzazione visto che le sonorità disarmoniche potrebbero spaventare passeggeri, commercianti e i residenti : io sono dell’idea di mandare un paio di canzoni del nostro amico in comune Peppe Mangiaracina : sei della mia stessa idea ? Ora senza scherzare più di tanto : come sta questa città che vivi tutti i giorni ….

Peppe Mangiaracina diventerà Senatore e poi Presidente della Repubblica. Massimo rispetto. Roma sta attraversando momenti complessi. Non ho memoria di livelli così bassi da quando ci sono nato e la vivo. Spero in una risalita però. E’ una città che amo troppo per vederla così.

Sting ha incontrato il Papa in Vaticano ,con la moglie Trudie il rocker inglese è l'autore della musica di ''giudizio universale'', lo show di Marco Balich sulla cappella sistina. ''Sono rimasto folgorato dal genio di Michelangelo. È stata un'esperienza mistica'': ti chiedo se anche tu sei stato mai colpito da un capolavoro e ti ha ispirato un testo per le tue canzoni…

Continuamente. Guardo tanti film e tante serie tv e leggo moltissimo. Cerco di non perdermi le mostre più interessanti ed adoro le graphic novel. Questo per dire che un artista che non guarda ad altra arte, spesso superiore, è pazzo. C’è molto Italo Calvino nei miei testi. Forse non si nota perché rielaboro ma copio da anni il suo genio narrativo.

Ci sono dei grazie nella tua carriera ?

Tantissimi e non ci sarebbe spazio qua per dirli tutti. Sono una persona riconoscente, però, e so chi mi sta accanto da sempre e chi mi ha aiutato a fare un pezzo di strada e non lo dimentico mai.

Progetti per il futuro ?

Il 18 ottobre uscirà il mio primo libro, “Microcinici”, per Round Robin Editrice. Si tratta di una raccolta di brevi racconti in stile Buzzati il cui filo comune è il cinismo. Parallelamente uscirà il nuovo singolo e racconterò le due cose alla gente in giro per l’Italia.

Benedetta Spazzoli

© Riproduzione riservata