Stefania Barbesi

Avevo spirito creativo ed artistico, alcune scelte lavorative,che hanno deviato il mio percorso, sono state volute dalla mia famiglia, ma con il tempo ho avuto la forza ed il coraggio di riprendere il destino della mia vera natura creativa.

976
0
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Unfoldingroma nell’atmosfera intima e rilassante dell'evento "shopping in music" realizzata all'interno Ciampi Luxury Gallery ha incontrato la stilista Stefania Barbesi ideatrice del marchio originalissimo AngelinARoma. Le abbiamo posto qualche domanda per conoscere meglio il suo genio creativo.

Prima domanda d’obbligo :come mai questo nome per la tua linea?

E’ un omaggio a mia mamma AngelinA, che da sempre ha trasmesso in me il desiderio di abbellire e decorare la figura femminile con gioielli ed accessori lussuosi, chic e moderni.

Mi raccontavi che tu hai lasciato un posto sicuro,con   uno stipendio fisso  per intraprendere il tuo percorso creativo:hai avuto mai dei ripensamenti ?

No assolutamente, fin da bambina, avevo spirito creativo ed artistico, alcune scelte lavorative, che hanno deviato il mio percorso, sono state volute dalla mia famiglia, ma con il tempo ho avuto la forza ed il coraggio di riprendere il destino della mia vera natura creativa. 

In che momento particolare della tua vita hai deciso di diventare fashion designer?

Ho sempre amato la moda come espressione artistica e la seguo da sempre, da ragazza ho lavorato a Milano come modella ed amavo quel mondo così creativo. Sono attratta da tutte le espressioni artistiche, l’arte è la mia fonte d’ispirazione, le epoche , gli stili, i colori i personaggi artistici che con le loro opere hanno creato mode e tendenze.. L’epoca a cui sono più legata è la belle epòque francese da cui nasce tutta la rivoluzione estetica ed artistica del 900.Diventare creatrice di moda (fashion designer) è una scelta avvenuta nel tempo, la moda è l’espressione che si avvicina più alla mia personalità femminile, al mio piacere per la bellezza estetica, per l’eleganza, la modernità e l’originalità. 

Chi ha disegnato il tuo logo? Questo marchio rappresenta le tue emozioni?

Il logo è stato ideato da me, hanno collaborato alla realizzazione gli studenti dell’Accademia di Moda e Design di Roma.I 2 triangoli rappresentano le 2 A (INIZIALE E FINALE DE NOME ANGELINA) nel cerchio che le unisce, una rappresentazione stilistica e di design che ho scelto per creare un simbolo che dà un’impronta decisa e riconoscibile alla collezione. Ho scelto l’oro perché mi ricorda il rinascimento e la nobiltà, è brillante è mi trasmette gioia, emana luce sulla figura femminile.

Il significato?

Il triangolo è simbolo di forza, ha molteplici significati nella storia, il suo relazionarsi con l’altra figura del cerchio indica il centro, la proporzione perfetta, l’armonia trovata nel rapporto tra divino e uomo ed in tutte le cose che appaiono belle c’è un gioco di proporzioni. Un messaggio rassicurante di equilibrio e forza. Sicuramente positivo per chi lo indossa.    

Ci sono elementi di ispirazione:  preferenziali,ricorrenti  nei tuoi lavori?

Sicuramente la storia del costume, l’eleganza e le mode passate la rivisitazione moderna di modelli rappresentativi della femminilità come i collari di perle usati da sempre da nobildonne e dive del cinema. Oltre questo, il lavoro di rivisitazione ed ispirazione è influenzato dalla mia visione del mondo e le mie esperienze di vita.

La collezione AngelinARomavanta design  e   lavorazioni esclusivamente   italiane :una scelta oppure una necessità ?

Una scelta, senza dubbio, considero gli italiani grandi ed inimitabili artisti dotati di uno stile inconfondibile ed un’artigianalità unica al mondo. La mia intenzione è di esportare il made in Italy e continuare la tradizione che contraddistingue il nostro popolo di artisti e creatori di bellezza moda e stili esclusivi!

“Fascino oltre le sbarre - La creatività delle donne di Rebibbia: un progetto per dare un contributo alle attività volte alla riabilitazione delle recluse nel carcere romano. Un calendario delle detenute del carcere di Roma - immortalate da rosatelli &laconi le donne hanno posato con abiti fashion e di alta moda :ti  piacerebbe che queste donne indossassero le tue crezioni?

Si certamente, ne sarei onorata, lo stile AngelinArappresnta la forza ed il coraggio, e sicuramente queste sono caratteristiche rappresentative dello spirito di queste donne.

Ci sono state donne che spento i riflettori ti hanno detto grazie?

Si,le amiche sincere, le donne che apprezzano la moda, mi conoscono e credono in me.

La rockstar BethDitto collabora con Jean Paul Gautier per la sua linea di moda plus size, vestiti comodi e fighissimi per le grasse che vogliono sentirsi sexy:il tuo marchio è aperto a tutte le donne ?

Si, certamente! Tutte le donne hanno voglia di femminilità e bellezza, è per questo che esiste la moda, i miei accessori impreziosiscono e esaltano la bellezza femminile. Tutte le donne sono belle se sono curate!

Tre errori comuni che compiono le donne nel vestirsi?

Le donne non compiono errori, hanno una personale visione di se stesse, che però può cambiare e migliorare con il coraggio di indossare capi più femminili ed accessori più eccentrici come quelli di ANGELINA. Seguire la moda è un modo per non commettere errori.

Qual è il tuo rapporto con gli altri elementi della produzione:collaborativo,interattivo,distaccato?

Assolutamente collaborativo ed interattivo,  vado spesso a Firenze per scegliere personalmente le pelli ed i modelli da realizzare in pelletteria, parlando con gli artigiani e frequentando quotidianamente il laboratorio romano che cura la mia collezione di gioielli. 

La scelta delle materie prime immagino sia un momento fondamentale per la produzione, creazione di un accessorio:ti rifornisci di materiale italiano oppure “butti un occhio”nel mercato estero?

Il mercato è pieno di materie prime che vengono importate da varie parti del mondo, è sempre stato così nella storia, la creazione dell’accessorio dipende da come e con quale artigianalità, queste materie vengono lavorate, con quale stile associare le materie prime al fine di realizzare un prodotto giusto, che sia emotivamente e qualitativamente riuscito.


La pubblicita’ rottama i vip e punta sui volti sconosciuti: i testimonial meno noti piacciono di piu’ al pubblico - e i famosi? non sono spariti ma vengono fatti scendere dal piedistallo: chi ti piacerebbe come testimonial?

Sicuramente una donna che rappresenta femminilità e bellezza, non ho scelto ancora una testimonial.

Quali mezzi siano più idonei per la diffusione del tuo marchio?

Siamo nell’era di internet quindi il web è sicuramente il mezzo più moderno e veloce per raggiungere il maggior numero di pubblico.

Quali sensazioni provi nel vedere e realizzare i tuoi accessori: la realtà sempre corrisponde alla   tua “idea”?

La sensazione è sicuramente soddisfacente, ma sono una perfezionista e mi impegno molto per raggiungere i risultati che voglio con un lavoro di continua ricerca.

Hai intenzione di ampliare la tua gamma di produzione?In quali altri campi vorresti espandere il marchio AngeliARoma?  

Nell’abbigliamento già stò realizzando alcuni modelli del marchio.

Un sogno nel cassetto realizzato?

Si, sicuramente! I sogni si possono realizzare con energia ed impegno.Con questa collezione stò realizzando un sogno mi sento davvero me stessa.. Voglio per questo esortare tutte le persone con delle passioni e dei sogni ad avere coraggio e non arrendersi mai!

Progetti per il futuro?

Impegnarmi nel seguire il progetto di AngelinARoma poter diffondere il mio marchio in Italia ed in altri paesi del mondo.

Servizio Fotografico

Daniele Bauco 


© Riproduzione riservata

Multimedia