Roma-Juventus 2-0. Le Pagelle Giallorosse

Roma umile, grintosa e testaccina. Domata la Juve. Finalmente Florenzi

97
stampa articolo Scarica pdf

di Simone Dell'Uomo

La Roma riparte dopo la brusca e beffarda frenata di Genova e nonostante un primo tempo di sofferenza batte meritatamente la Juventus. All'Olimpico i bianconeri già campioni d'Italia crollano nella ripresa sotto i colpi di Florenzi e Dzeko: finisce 2-0, fiammella Champions ancora accesa. Già perchè complice la volata atalantina sono sempre 3 i punti di distacco dal quarto posto, ma in caso di arrivo a medesime latitudini la formazione orobica vanta nettamente una migliore differenza reti. L'Atalanta deve andare a Torino, sì, ma fra due domeniche affronterà un Sassuolo tranquillissimo, abbordabile quando ogni deviazione scotterà davvero. 

In ogni modo era importante vincere. E non era facile, dall'altra parte c'era sempre la Juventus. Grande Roma, umile e grintosa. Salvata da un super Mirante nel primo tempo, caparbia e determinata a portare a casa i 3 punti nella ripresa. Testaccina, DNA Ranieri. La serata dell'Olimpico illumina Florenzi, ritornato protagonista. 

LE PAGELLE GIALLOROSSE

Mirante 8 Sontuoso, determinante. Se lo merita questo ragazzo. S'è messo sotto, ha accettato un ruolo da secondo, è stato premiato e ha mostrato tutta la sua esperienza. Forse avrebbe potuto far qualcosa in più in carriera, ma vedere un Olimpico applaudirti così è già gran ricompensa. Miracoloso su Cuadrado come su Dybala, riflessi tecnici straordinari. Intuito a capire dove va il pallone, classe a intervenire in quella maniera. Straordinario.

Florenzi 7.5 Finalmente Alessandro! Determinato, motivato e testaccino. Attento alla fase di non possesso, perfetto a sovrapporsi e seguire l'azione coi tempi giusti. Bel duetto con Edin in occasione del vantaggio giallorosso: area avversaria attaccata perfettamente. Bel tocco morbido, bella corsa sotto la sud. Straordinario esempio di cuore e grinta anche in pieno recupero. Sacrificio e leader, stavolta coi fatti.

Manolas 6.5 Non era semplice fermare avversari di quel calibro, ma si sa, in velocità non teme rivali. Puoi ingannarlo tatticamente, ma fisicamente resta mostruoso. Bella risposta dopo l'ombrosa prestazione genovese. 

Fazio 7 Leader ritrovato. Attento, grintoso, esempio per i compagni. Bentornato Comandante!

Kolarov 6 Molti dicono che non sia quello dello scorso anno. Eppure anche quest'anno la Roma ha continuato a spingere sulla sua corsia, nonostante amnesie difensive rilevanti. Altro bel primo tempo, ma cala nella ripresa. Probabilmente la differenza sta tutta qui, ma è naturale, l'età avanza per tutti

Nzonzi 6.5 Filtro e frangiflutti. Va promosso, nonostante le croniche imprecisioni che si sa, fanno parte del suo discutibile repertorio in fase di impostazione

Pellegrini 6 Buon primo tempo, cala nella ripresa. Elegante, ma per fare il salto di qualità serve molto di più. 67' Cristante 6 Buona densità, accompagna e partecipa

Zaniolo 5.5 Non sta attraversando un bel periodo, e si vede. Finale di stagione al di sotto delle aspettative. Oggi errori e tempi di gioco sbagliati. Nonostante averlo rivisto nella sua naturale posizione. 

Kluivert 6 Ottimo sacrificio e buoni segnali di crescita. Ma anche qui serve molto di più. 78' Under 6.5 Entra e compie il suo dovere. Stavolta sì. Spacca in ripartenza e regala a Dzeko il cioccolatino che chiude la partita. Eccolo, il vero Cengiz. Bella mossa di Ranieri!

Dzeko 7 Appare il solito prigretto ad attaccare lo spazio, quantomeno nel primo tempo. Ma fa da sponda, accompagna, gioca coi compagni, come sempre. Secondo tempo di assoluto valore. Il gol regala prestigio alla sua prestazione

El Shaarawy 6.5 Piccole imprecisioni, ma tanto tanto sacrificio. Che giocate! Sempre il più pericoloso! Nettamente il più forte di questo finale di stagione 

© Riproduzione riservata