CONCACAF Gold Cup, Trionfo Del Messico. Stati Uniti Battuti Per 1-0

CONCACAF Gold Cup, Trionfo Del Messico. Stati Uniti Battuti Per 1-0

Nonostante l'allargamento a 16 squadre, all'atto conclusivo sono giunte le solite due grandi.

105
stampa articolo Scarica pdf

Niente di nuovo in CONCACAF.

In queste poche parole si può riassumere il campionato continentale del Centro-Nord America e dei Caraibi, organizzato congiuntamente da Stati Uniti, Costa Rica e Giamaica e conclusosi lo scorso 7 luglio (la notte dell'8 in Italia) col successo del Messico, bravo nel piegare per 1-0 gli yankee nella finale del “Soldier Field” di Chicago.

Nessuna novità, quindi, poiché da quando la manifestazione è strutturata così com'è attualmente (e col nome di Gold Cup) messicani e statunitensi hanno letteralmente dominato: dal 1991, Messico e USA hanno rispettivamente trionfato otto e sei volte, lasciandosi sfuggire la sola edizione del 2000, appannaggio del Canada.

Nonostante l'allargamento a 16 partecipanti (dalle 12 tradizionali), all'atto conclusivo sono giunte le “solite due”, con gli “eredi degli Aztechi” che hanno avuto la meglio per 1-0, grazie alla rete di Jonathan dos Santos al 73'.

Delusione enorme, quindi, per i “gringos”, presentatisi alla finale a suon di vittorie: 4-0 alla Guyana, 6-0 a Trinidad e Tobago e 1-0 a Panama nel girone eliminatorio, 1-0 a Curaçao nei quarti di finale e 3-1 alla Giamaica in semifinale.

Più tortuoso, ma coronato dal successo, il cammino del “Tricolore” messicano: 7-0 a Cuba, 3-1 al Canada e 3-2 alla Martinica nel girone valido quale prima fase, vittoria ai rigori sul Costa Rica ai quarti di finale (dopo l'1-1 dei 90' regolamentari) e 1-0 dopo i tempi supplementari nella semifinale con Haiti.

Ancora una volta, la Coppa non è andata più a Sud del Messico: per trovare un vincitore diverso dal trio Stati Uniti-Messico-Canada bisogna andare a ritroso fino all'edizione del 1989, quando la competizione (ancora semplicemente denominata “Campionato CONCACAF”) vide il successo del Costa Rica.

Ai tempi “pre 1991” risalgono i tre successi dei costaricani (1963, 1969 e, appunto, 1989) e altrettanti del Messico (1965, 1971 e 1977, che uniti agli otto in Gold Cup fanno un totale di ben undici trionfi), nonché le singole affermazioni di Canada (1985, alla quale va aggiunta quella del 2000 in Gold Cup), Guatemala (1967), Haiti (1973) e Honduras (1981): Canada e Messico sono le uniche selezioni in grado di trionfare sia nella vecchia competizione sia in quella nuova, mentre gli Stati Uniti hanno trionfato solamente nei “tempi moderni” della Gold Cup, per il facilmente indovinabile motivo che negli “States” il calcio (ivi denominato "soccer") è stato uno sport estremamente minoritario fino ai primi Anni Novanta.

Tornando all'edizione appena giunta al termine, da segnalare le ottime prestazioni di Haiti (semifinalista) e Curaçao: quest'ultima selezione, espressione di un territorio d'oltremare del Regno dei Paesi Bassi, è giunta ai quarti di finale, tenendo testa agli Stati Uniti (dopo aver eliminato, nel girone valido quale prima fase, le più quotate El Salvador e Honduras).

Discrete le prestazioni di Panama (eliminato ai quarti di finale) e Giamaica (semifinalista, estromessa dagli yankee), estremamente deludente la spedizione del Canada, uscito ai quarti di finale contro Haiti, facendosi rimontare il vantaggio di due reti (cedendo per 2-3).

Nonostante l'allargamento a 16 rappresentative, quest'edizione 2019 ha visto, quindi, il successo di una “delle solite”: per vedere delle novità bisognerà attendere almeno fino al 2021.

Giuseppe Livraghi


© Riproduzione riservata