Lisbona

Lisbona

Una città da scoprire tra i colori, la musica e l'eredità di Pessoa

372
0
stampa articolo Scarica pdf

Adagiata sulle rive del fiume Tago, Lisbona è la capitale europea situata più ad Ovest, oltre ad essere l’unica in prossimità dell'Oceano Atlantico. Questa posizione fa sì che la città goda spesso di una luce particolare e di splendidi cieli, tendenzialmente e tersi durante tutto l'anno.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Baixa

La città bassa, è il quartiere più elegante di Lisbona e racconta la ristrutturazione della città, voluta dal marchese di Pombal, dopo il terremoto del 1755. Piazze ampie, ordinate vie pedonali, aperture sul fiume ed eleganti palazzi signorili caratterizzano questo quartiere che per molti turisti rappresenta il primo incontro con la città.

Piazza del Commercio

La piazza è un’enorme spazio di forma quadrata caratterizzato da eleganti simmetrie e virtuosismi neoclassici. Su tre lati fanno si fanno ammirare palazzi signorili, mentre il quarto si apre sul fiume. Al centro della piazza si erge la statua in bronzo del re José I, realizzata nel 1775 da Joaquim Machado de Castro.

Arco da Rua Augusta

Situato sul lato nord di Rua Augusta, è un monumentale arco di trionfo decorato con statue, che raffigurano personaggi importanti della storia di Lisbona tra cui l’esploratore Vasco de Gama e il Marchese de Pombal. La sua costruzione, iniziata nel 1755, vide la fine solo nel 1873. È possibile salire in cima per godere di una splendida vista panoramica sul quartiere e sul fiume.

Rossio

Sul lato opposto di Rua do Augusta si trova la seconda piazza più importante della Baixa, la vivace Praça D.Pedro IV, meglio nota come Rossio. La parte della piazza che merita più attenzione è il bellissimo pavimento lastricato di pietre calcaree bianche e nere che formano un elegante motivo a onde ispirato al mare. Nell'angolo nord-ovest della piazza si può ammirare la splendida facciata della stazione del Rossio, in stile manuelino (stile che fonde insieme elementi gotici e bizantini e prende il nome dal re Manuel I)

Elevador de Santa Justa

L’Elevador de Santa Justa è un gigantesco ascensore che collega la Baixa alla collina do Carmo. Si tratta di un capolavoro d’arte e ingegneria costruito all'inizio del secolo scorso. Le sue cabine di legno e ottone gli danno un fascino vintage, soprattutto di sera, quando è illuminato. È uno dei migliori punti panoramici di Lisbona.

Chiado

Il Chiado è uno dei quartieri storici di Lisbona. Un tempo luogo di incontro di famosi scrittori e artisti, è oggi è un’elegante zona di shopping e vita mondana. Dall’omonima piazza Largo do Chiado partono numerosi viali su cui sorge una moltitudine di negozi, hotel e caffetterie. Meta obbligata è il Caffè A Brasileira dove tra i tavoli si erge una statua bronzea del celebre poeta Fernando Pessoa, un tempo assiduo frequentatore del locale.

Convento do Carmo

Situato nel cuore del quartiere Chiado, il complesso del Convento do Carmo comprende un monastero romanico e l'omonima chiesa; entrambi risalgono al 1398 e furono profondamente danneggiati dal terremoto del 1755. La Chiesa, volutamente non ristrutturata, resta uno dei principali simboli della grande devastazione. Il suo aspetto, suggestivo e un po’ inquietante, si equilibra bene con gli scenografici resti del convento, le cui arcate di pietra chiara, aperte verso l'orizzonte, creano un originale contrasto con l'azzurro del cielo e il verde dell'erba che ne ricopre le fondamenta. Il Convento domina piazza Rossio e si affaccia sulla collina del Castelo de Sao Jorge. Dopo il terremoto, l'edificio non fu mai recuperato e ha cambiato varie volte funzione nel corso dei secoli. Nel XIX secolo fu una base di appoggio per la Guardia Reale per alcuni battaglioni dell’esercito. Nel 1864 la struttura passò sotto il controllo dell’associazione degli archeologi portoghesi che lo trasformò nell’attuale Museo Archeologico do Carmo, che racchiude importanti reperti storici provenienti da luoghi e periodi diversi

Alfama

Schiacciato tra il Castello di São Jorge e il fiume Tago, l’Alfama è per antonomasia il quartiere storico di Lisbona. Si sviluppa in verticale, con una parte alta e una bassa collegate da un collage di edifici che si susseguono su vicoli in pendenza. Case popolari con i panni stesi all’aperto ad asciugare si alternano a edifici signorili in stile manuelino e ai resti dell’antico quartiere ebraico. Essendo stato quasi del tutto risparmiato dal devastante terremoto del 1755, l’Alfama conserva, infatti l'anima più antica di Lisbona ed è anche la culla del fado, la struggente musica tradizionale della regione.

Il Castello di São Jorge.

È un castello medievale, arroccato in cima alla collina dove vennero fondati i primi insediamenti abitati della città, che ha un aspetto rassicurante ed imponente allo stesso tempo. Visitandolo è possibile vedere le tracce dell’originale fortezza costruita dai Mori nel XII secolo, le rovine dell’antico palazzo reale e gli scavi archeologici. Lungo i viali alberati sono presenti numerosi punti panoramici, da cui si può godere di una straordinaria vista sulla città.

La Cattedrale di Lisbona

La Cattedrale, nota come Sé Patriarcal o semplicemente Sé, rappresenta il più importante luogo di culto cattolico di Lisbona. È uno straordinario mix di stili romanico francese e gotico. Le sue massicce torri campanarie svettano alte nel cielo mentre al suo interno, semplice e austero, sono custodite le tombe di re e benefattori della città.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Belem

Sebbene disti solo 6-7 km dalla centralissima Rossio, il quartiere di Belem rappresenta un mondo a sé rispetto al centro. Le sue strade, decisamente più ampie, si snodano per chilometri sul lungofiume e attraversano parchi e giardini, decorati da caratteristici monumenti che sembrano risplendere alla luce del sole.

La Torre di Belém

Adagiato tra il cielo e il mare, questo elegante bastione alto 30 metri e circondato da quattro torrette, è uno dei monumenti più rappresentativi di Lisbona, riconosciuto nel 1983 come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La sua costruzione, a scopo difensivo, fu voluta da re Giovanni. I lavori iniziarono nel 1515, ma il re morì e la torre fu ultimata sotto il regno del suo successore Manuel I.In conseguenza dello spostamento del litorale la posizione della Torre risulta oggi mutata rispetto al passato. Costruita nelle acque dell'Oceano, si trova ora quasi sulla terraferma.

Il Monastero dos Jeronimos

caratterizzato da una sontuosa architettura manuelina: il Monastero dos Jeronimos è stato edificato nel luogo in cui un tempo si trovava la chiesetta dedicata a Ermida do Restelo, nella quale Vasco de Gama ed il suo equipaggio trascorsero la notte prima della partenza del viaggio di circumnavigazione dell'Africa. Lì Re Manuel I decise di costruire il Monastero proprio per celebrare il grande navigatore e la potenza del Regno del Portogallo. Vi sono ospitate le tombe dello stesso re e di suoi successori, ma anche le tombe di Vasco da Gama e del poeta Luis de Camoes. Nella cappella si trova il sepolcro dello scrittore Fernando Pessoa.


Adriana Fenzi

© Riproduzione riservata