Anche Roma Si Inginocchia Per Black Lives Matter

Anche Roma Si Inginocchia Per Black Lives Matter

Oggi a Piazza del Popolo per ricordare la morte di George Floyd

stampa articolo Scarica pdf



8 minuti e 46 secondi è durata l’agonia di George Floyd a Minneapolis, schiacciato a terra dal ginocchio del poliziotto Derek Chauvin, prima di morire soffocato.

E subito dopo le ore 12.00, la folla che gremiva Piazza del Popolo si è fermata, in silenzio, si è inginocchiata, pugni al cielo, in memoria di George Floyd, per lo stesso tempo, lungo, infinito.

I can’t breathe, non posso respirare, l’unica frase ripetuta incessantemente dalla vittima, che ha fatto, e sta facendo il giro del mondo, da quel maledetto 25 maggio.

Un silenzio spettrale, toccante, di giovani, famiglie, studenti, di tutte le etnie, di chi ha voluto testimoniare la sua presenza, il suo impegno sociale, per dire no a violenza, prevaricazione sociale e a tutte le forme di razzismo. Distanziati ma uniti.

Un silenzio che è poi esploso in un unico urlo liberatorio di tutta la piazza George è qui, no al razzismo.

Nessun palco per la manifestazione, solo interventi al microfono da parte degli organizzatori, in italiano, ma anche in inglese.

Sul modello americano, la folla dei manifestanti si è presentata con magliette nere, con cartelloni handmade, con le scritte simbolo del movimento #BlackLivesMatter “No justice, no peace”, “I can’t breath” "Defund the police" a "fuck racism".

Attraverso un massiccio tam-tam mediatico sui social, la manifestazione è stata organizzata dalla studentessa romana 25enne Denise Berhane di I Can't Breathe - Black Lives Matter Roma, a cui hanno aderito numerose associazioni American Expats for Positive Change, Women's March Rome, Women's March Naples, Extinction Rebellion Rome International, Neri Italiani - Black Italians (NIBI), FridaysforFuture Rome, 6000 Sardine, Italiana Fraternità Haitiana, U.S. Citizens for Peace and Justice - Rome e Giovani Europeisti Verdi, Democrats Abroad Italy, Cultura è Libertà, Rete Romana di Solidarietà con il Popolo Palestinese, AssopacePalestina, Amici della Mezza Luna Rossa Palestinese e Comunità Palestinese Roma e Lazio.

(foto credits Alessandro Amico)

Articolo di Stefania Vaghi 

© Riproduzione riservata