Quando Il Cinema Horror Parla Italiano: Malum Aeterni Di Luigi Scarpa

Quando Il Cinema Horror Parla Italiano: Malum Aeterni Di Luigi Scarpa

Un corto che predilige la narrazione visiva per immagini ai dialoghi parlati degli interpreti, che ricorda alcune pellicole cult del genere horror

stampa articolo Scarica pdf


E’ originario del Cilento il nuovo talento del cinema horror italiano, il regista Luigi Scarpa ed il suo cortometraggio d’autore Malum Aeterni stanno letteralmente spopolando da Londra a Hollywood, nei prestigiosi festival internazionali di settore, organizzati sul web, causa pandemia.

Malum Aeterni è un’opera prima, girata da Scarpa nel 2019, è uno short movie omaggio a Gioi, paese d’origine del filmmaker in provincia di Salerno.

Un corto che predilige la narrazione visiva per immagini ai dialoghi parlati degli interpreti, che ricorda alcune pellicole cult del genere horror, da Shining a The Ring, girato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, dove si tramanda la leggenda popolare tradotta nell’opera prima di Scarpa

Come lo stesso regista dichiara: “Ho sempre creduto nel potere delle immagini. Da ragazzino ascoltavo una leggenda popolare legata al mio paese di origine. L’ho sempre immaginata in termini visivi e, da grande, ho voluto raccontarla nel mio primo cortometraggio horror: Malum Aeterni”.

Una trama che potrebbe sembrare fin troppo classica per un genere horror: notte, buio, luna piena, un’auto attraversa le tortuose strade di un paesino di montagna. Ma nel corto di Luigi Scarpa nulla è scontato e lasciato al caso, è un terrificante e breve viaggio on the road in cui un passato sconosciuto e inquietante si manifesta davanti al protagonista, sino al tragico epilogo che gli ruberà l’anima, dove una presenza femminile dal passato, che si era tolta la vita in seguito al drammatico incidente delle proprie bambine, indurrà alla morte attraverso il potere della mente per rivendicare il “male eterno” che lei stessa aveva subito con la perdita delle sue piccole.

Il corto Malum Aeterni è stato già selezionato e candidato per diversi contest di settore, tra i quali, The HorrorHound Film Fest, Russian International Horror Film Awards e Shockfest Film Festival. Mentre ha già incamerato numerosi riconoscimenti alle kermesse cinematografiche di settore, tra i principali award il Best Horror Moment all’Unrestricted View Horror Film Festival 2020, il Best Fantasy e il Best Special Make-up all’Hollywood Blood Horror Festival, il Creepy Production Design al Creepy Tree Film Festival, il Best Horror Short of the Month al Monthly Indie Shorts, il Best Short Film Trailer al GIMFA (Gralha International Monthly Film Awards) e il Best Horror all’Andromeda Film Festival.

Ora Luigi Scarpa è basato a Milano e sta già lavorando al nuovo corto horror Sībĭlum, che ha girato lo scorso 29 novembre ed è attualmente in fase di montaggio. Un incubo ad occhi aperti giocato sul rapporto madre-figlia in un’atmosfera angosciante e piena di suspense grazie ad un adeguato mix di suoni, musiche, ambiente e disperazione. Rimasto incustodito, accanto ad altri giocattoli c’è un classico medicinale per gli asmatici...Un terribile sogno che anticipa, profetico, quanto accadrà nella realtà.

Per maggiori info su questo straordinario regista, filmmaker e producer www.luigiscarpa.com

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata