EX_TRA L’arte Alla Conquista Dei Ponteggi Nel Centro Di Roma

EX_TRA L’arte Alla Conquista Dei Ponteggi Nel Centro Di Roma

Promossa dal Gruppo Pouchain - leader nel settore dell’edilizia e del restauro monumentale - a ridosso delle festività natalizie, all’altezza del civico numero 22 di Passeggiata di Ripetta

stampa articolo Scarica pdf


In un momento storico dove l’Arte e la Cultura sono stati fermati e sono diventati fruibili solo ed esclusivamente online e in streaming, nasce EX_TRA, l’iniziativa di arte pubblica che trasforma i ponteggi del centro storico di Roma, in una vera e propria galleria d’arte en plein air.

Promossa dal Gruppo Pouchain - leader nel settore dell’edilizia e del restauro monumentale - a ridosso delle festività natalizie, all’altezza del civico numero 22 di Passeggiata di Ripetta, sulla facciata di un palazzo storico, in pieno centro di Roma, è apparsa l’opera di Alessia Babrow “365”, un grande cuore con un cappello di Natale, con la scritta Just use it.

L’intervento artistico è un dono a Roma, una dedica per questo Natale 2020, assolutamente anomalo e una riflessione sull’importanza del linguaggio del cuore.

E’ la prima opera selezionata per il lancio del progetto EX_TRA, in formato 12x12 che campeggia sul ponteggio, per promuovere e sostenere l’arte in spazi non usuali e con iniziative non convenzionali, nell’ottica di aprire la strada a nuovi percorsi socio-artistici e culturali, come ha sottolineato Marco Pouchain “questo e altri nostri spazi sono a disposizione di quegli artisti che vorranno partecipare all’iniziativa presentando il loro progetto espositivo”...

L’iniziativa rappresenta un gesto significativo che si propone di portare l’arte in strada e riunire artisti pronti a farsi “trascinare dall’esempio”. Da qui l’origine del nome #EX_TRA e dell’hashtag a cui è legato: Exempla Trahunt - gli esempi trascinano. Questo è l’auspicio del Gruppo Pouchain, di Alessia Babrow e di tutti i partecipanti all’iniziativa: dimostrare che il senso di cooperazione crea valore ed esserne l’esempio trascinante.

Non a caso la scelta di Alessia Babrow, come apripista, artista poliedrica, performer, che esplora varie forme d’arte dalla fotografia, alla scultura fino alla street art, da sempre interessata al concetto di arte come funzione sociale, si è sempre interrogata sui temi che riguardano l’ambiente, la società e la dignità degli esseri umani, da ultimo è autrice dell’immagine sul francobollo di Pasqua 2020 del Vaticano. Con la scelta della sua opera 365, opera madre del progetto Just Use It, iniziato nel 2013, si è voluta sottolineare la necessità di affidarsi e fidarsi dell’intelligenza del cuore.

Come ha dichiarato la stessa artista: “Il cuore sa tutto, sa riconoscere cosa è giusto da cosa è sbagliato e la mente dovrebbe essere al suo servizio e non il contrario”. Questo è il messaggio che l’opera vuole trasmettere, nella speranza che non rimanga circoscritto al periodo natalizio ma che diventi una costante nella vita di ognuno.

Un’iniziativa nuova, in progress, che vuole che i ponteggi edili divulghino arte e non solo della mera pubblicità commerciale, come è successo finora.

Abbiamo bisogno delle sensazioni che l’arte ci regala, di vedere e fruire del Bello, in maniera libera e senza nessun tipo di vincolo, grazie all’iniziativa del Gruppo Pouchain, società specializzata nel settore restauro, recupero e valorizzazione dei beni culturali, che ci ha già regalato interventi e lavori che hanno interessato la Scalinata di Trinità dei Monti, i Fori Imperiali, la Cattedrale di Taranto, le Terme di Diocleziano, le Mura della città di Pisa.

Photo Credits: Matteo Nardone

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata