THE LARSEN’S SESSIONS L’album Live In Studio Di Ruben Minuto

THE LARSEN’S SESSIONS L’album Live In Studio Di Ruben Minuto

Un album che contiene dieci tracce musicali, che sembra quasi un BEST OF di questo straordinario musicista, che ha anticipato l’uscita dell’album con altrettanti live video.

stampa articolo Scarica pdf

Il poliedrico musicista milanese Ruben Minuto, classe 1970, si presenta al grande pubblico con il suo nuovo album THE LARSEN’S SESSIONS – live in studio.

Un genere musicale che caratterizza il poliedrico artista che spazia dal Blues, al Southern Rock, passando per il Country-Rock, tipicamente anni ’70, che ci riporta alla Old Time American Music.

Un album che contiene dieci tracce musicali, che sembra quasi un BEST OF di questo straordinario musicista, che ha anticipato l’uscita dell’album con altrettanti live video.

Un album registrato in due sessioni presso i RecLab Studios di Larsen Premoli e prodotto dalla DELTA Promotion.

Dieci tracce musicali, registrare senza sovra-incisioni, di getto, con tre cover rivisitate o rivoluzionate e sette brani, riarrangiati per i live show che erano in programma per il 2020 – annullati, causa pandemia e rischedulati per il 2021 - recuperati dai precedenti lavori di Ruben.

Particolare attenzione meritano le cover presenti nell’album: direttamente dal film Grease, la hit di John Travolta & Olivia Newton John "You're The One That I Want" , rivisitata in chiave country e gospel, il traditional bluegrass "Molly & Tenbrooks" completamente reinterpretato in funzione del testo originale altamente poetico, infine in chiusura dell'album in vero e proprio hawaiian style, ma malinconico del classico di Jimmie Rodgers "Why Should I Be So Lonely", con tanto di lapsteel e yodel.

Presente in tutto l’album come arrangiatore ufficiale con la sua slide in tutte le tracce - alla chitarra lapsteel, elettrica o acustica – Luca Crippa.

Definito, non a caso "Il più americano fra gli artisti Italiani, o forse il più italiano fra quelli americani", artista a tutto tondo, che ha al suo attivo una “gavetta” di tutto rispetto, iniziata nel lontano 1985. Ruben Minuto è uno dei pochi italiani, forse l’unico, senza peccare di presunzione, ad aver partecipato al Festival Blues di Chicago nel 2008, e ad essere votato, nello stesso contesto dall’autorevole Chicago Blues Magazine come “Artist of the Week".

Tra le sue apparizioni internazionali rilevanti, annoveriamo anche, nel 2001, all'Owensboro (KY) Bluegrass Ibma Festival.

Numerosi tour europei lo hanno visto quale sideman di veri e propri mostri sacri del genere: da Ashleigh Flynn a Don DiLego, da Ian Foster a Jake Walker e Kellie Rucker, fino ad arrivare a Steve Arvey, meglio conosciuto come "Chicago Blues Legend".

Ha all'attivo tre CD solisti (Think of Paradise del 2019, I hate to sing the blues del 2004 e This del 2012), uno registrato in coppia con il suo fedele amico e leggenda musicale Steve Arvey (Tuttu beni?!?! del 2012) ed un doppio cd dal vivo registrato con i Mr. Saturday Night Special, una delle prime Tribute Band Italiane che ancora oggi propone l'indimenticato ed indimenticabile repertorio dei primi Lynyrd Skynyrd, indiscutibili manifesto dello stile Southern Rock.

Il tour, che lo vedrà protagonista nei prossimi mesi del 2021 – speriamo quanto prima - è incentrato sui brani originali di Think of Paradise e The Larsen‘s Session, sia in versione rock band, che acoustic combo.

Attendiamo tutti che la musica torni sui palchi, negli stadi, in versione rigorosamente live!

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata