Lulic Ancora Nella Storia, Meraviglia Cataldi

Supercoppa Italiana / Pagelle Juventus-Lazio 1-3

stampa articolo Scarica pdf

STRAKOSHA 6,5: Attento e concentrato per tutto il match. Inizia male con un paio di rinvii sbagliati, sul sinistro di Ronaldo può fare meglio. Nella ripresa è insuperabile nelle uscite.

LUIZ FELIPE 7.5 Quello che colpisce del brasiliano è la sua tranquillità e precisione: bravo a non lasciarsi intimorire dalle finte di Ronaldo.

ACERBI 8 Un muro, una partita perfetta. Ogni volta che la palla spiove dalle sue parti il tifoso laziale può stare tranquillo. Anticipa sempre di testa, bravissimo negli anticipi. Un vero leone.

RADU 7.5 La posta in palio è alta e lui ci mette tutta la sua esperienza e grinta. Chiude su ogni pallone che passi dalle sue parte, non vuole lasciare nemmeno le briciole agli juventini. Un altro successo per il romeno.

LAZZARI 7,5: Una furia, sembra avere un motore nelle gambe. E’ una partita su e giù per tutta la fascia destra, bravo a spingere ma anche in fase di ripiego. Da una sua sgroppata nasce il 2-1 biancoceleste.

MILINKOVIC 7,5: Partita sontuosa del Sergente. Regala un cioccolatino a Luis Alberto per il vantaggio, poi fa la voce grossa in mezzo al campo per 90 minuti: qualità e quantità. Un muro.

LEIVA 7.5 Impossibile tenere il conto dei palloni giocati e intercettati. E’ ovunque, recupera in difesa, toglie le castagne dal fuoco e gestisce la manovra. Un giocatore di caratura elevatissima.

CATALDI 8 Una punizione gioiello, imparabile. Ogni volta che entra in campo sfodera prestazioni da grande giocatore: Danilo è cresciuto e tanto, si merita questa grande soddisfazione.

LUIS ALBERTO 8.5: Uno dei più attesi, non ha tradito le aspettative. Piazza in rete l’1-0, poi incanta con lampi di classe e giocate che fanno la differenza. Il vero top player.

PAROLO (67') 7 Inzaghi non sbaglia il cambio, Parolo entra e dà una grande mano in mezzo al campo, fa tutto quello che può fare e oltre, come quando spizza il pallone per il 2-1 di Lulic. Si procura anche la punizione del terzo gol. Provvidenziale.

LULIC 9 Ancora un gol in finale, ancora un’altra coppa. Incredibile il destino, dopo Lulic 71 arriva Lulic 73. Un momento che finisce dritto nella storia biancoceleste. Il capitano alza ancora.

CORREA 6,5 Non trova il gol ma la sua partita è comunque preziosa. Punta gli avversari, si sovrappone e c’è sempre.

.IMMOBILE 6,5 Come Corre niente gol ma tanto ci pensano gli altri. Ha una voglia matta di questa coppa, lotta su ogni centimetro, corre per 5.

CAICEDO (80') 6,5 Entra come al solito nel finale e smista i palloni che gli arrivano.

INZAGHI 10 Ha ragione lui, questo è un capolavoro. Un altro trofeo, un’altra vittoria sulla Juve a distanza di pochi giorni, a -3 dalla vetta in Serie A. Giù il cappello per il Mister.

Fabio Pochesci 

(Foto di Emanuele Gambino) 

© Riproduzione riservata