White Thunder

White Thunder

Noi siamo cresciuti come ogni altra persona della nostra età, in maniera “normale”, ma c’è sempre qualcosa sin da piccolo che ci distingueva.

1283
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Finalmente incontriamo l'ultima band che a brevissimo giro d'orologio gareggerà nella finale contest musicale Maxsi :White Thunder

Benvenuto fai una piccola presentazione della band:Noi White Thunder siamo nati come cover band dei judas priest nel febbraio 2011. All'inizio eravamo in 4 (Alessandro e Jacopo alle chitarre, Davide alla batteria e Mattia alla voce) ma nel settembre 2013 è subentrato Elia al basso. Sempre in quel periodo abbiamo iniziato a comporre inediti che ora stiamo raccogliendo in un ep. Ci ispiriamo a sonorità metal classico o di stampo progressive, cerchiamo sempre di spaziare dal solo heavy metal.

Siete l'ultima band come detto prima che si è fatta intervistare dal nostro art magazine eravate ancora presi dai gavettoni di fine scuola?

Più che i gavettoni di fine scuola eravamo ancora presi dalla scuola stessa, ma finalmente abbiamo trovato del tempo anche per questa intervista, tra impegni vari e le registrazioni del nostro primo ep.

Iniziamo a parlare di musica:Patti Smith è in tour per i 40 anni di ''Horses'': “cantare a 60 anni la filosofia di quando ne avevi 20 può farti girar la testa ma non mi scuso di niente - i versi su Gesu’? rompere con la chiesa oggi non è tra i miei pensieri”Patti Smith torna a eseguire horses in una trentina di concerti -“gli indignados a Madrid sono scesi in piazza cantando le mie canzoni, in Grecia ho visto i festeggiamenti per Tsipras e mi sono commossa ascoltando people have the power. quella canzone è esattamente l’evoluzione di horses.Horses era rivolto alle pecore nere fuori dalla società, people have the power è per tutti"...Siete cresciuti mangiando pane e "metallo" siete cresciuti ascoltando la musica di questa straordinaria artista;che ne pensate delle sue parole e delle sue canzoni che rimangono senza tempo ?

Iniziamo col dire che Patti Smith non è esattamente il nostro genere. Come hai detto te siamo cresciuti (e continuiamo a crescere) a Pane e Metallo, ma ovviamente queste parole raccolgono un significato così profondo che si allarga ad ogni campo dell’arte, anche al “metallo”. Anche ovviamente il fatto di un album, una canzone o anche un artista che intenda rivolgersi come Patti Smith a persone “diverse” (diverse sia in modo positivo che negativo) è qualcosa che noi conosciamo molto bene. Noi siamo cresciuti come ogni altra persona della nostra età, in maniera “normale”, ma c’è sempre qualcosa sin da piccolo che ci distingueva un po’ dalla massa, qualcosa che ci rendeva diversi: cose così possono essere la musica che ascolti, un artista che segui, anche una semplice corrente di pensiero…per noi ovviamente è stato il fatto che ascoltavamo musica che nel nostro ambiente (la scuola principalmente) nessuno ascoltava.

Invece Guè Pequeno : “le radio tolgono spazio al rap e preferiscono spingere cantanti 70enni che vendono la metà di noi. perché questo rimane un paese per vecchi”ha ragione secondo voi ?

Questa affermazione ha due facce. Da una parte è vero: le radio tolgono molto spazio alla musica emergente, alla musica nuova che talvolta merita più dei classici. Dall’altra invece una parola in particolare può scatenare l’odio in molte persone: vendere. Pequeno ha affermato che questi “cantanti settantenni” vendono la metà di lui e dei Club Dogo. Beh in questo caso la prima cosa che direi o meglio ancora che diremmo a Pequeno è che lo scopo della musica vera non è vendere il doppio di qualcuno che ti ha preceduto, anzi bisognerebbe essere onorati di aver venduto anche solo un decimo dei dischi degli artisti che ami, ma è quello di creare un’opera d’arte che abbia cuore, che abbia dentro di sé tutti i tuoi pensieri, le tue paure, le tue emozioni ma anche le tue vittorie e la tua gioia. Lo scopo di fare un disco non è la semplice operazione commerciale che ne segue ma è quello di regalare un attimo di emozione al singolo individuo che lo ascolterà, che sia una persona qualunque o che sia una “pecora nera fuori dalla società”. La commercializzazione della musica viene a parte.

Musica e Politica cambiamo argomento : Vecchioni pro meloni, Celentano guarda a Salvini, Fossati al m5s - tra i cantanti italiani, l’unico rimasto a votare Renzi pare essere Jovanotti (e questo, forse, qualcosa vorrà dire) che opinione avete della politica in generale?

In verità sulla politica in generale non abbiamo una vera e propria opinione poiché siamo tutti minorenni. Anche perché in questa Italia le cose cambiano da un momento all’altro. Come hai detto te ad esempio Renzi si era presentato come un’autentica novità nella nostra politica, una boccata d’aria fresca, ma la sua popolarità sta scemando pian piano, e non possiamo neanche provare a pensare ciò che accadrà, è impossibile.

Parliamo della nostra città che agli occhi del mondo è oramai definita :cloaca capitale - all’ aeroporto di Fiumicino c’e’ chi si fa la doccia all’aperto , a Termini si fanno i bisogni davanti a tutti, la stazione tiburtina trasformata in un dormitorio: e’ la “rome&you” di Marino; la considerata anche la vostra?

La città di Roma è una città decadente. chiunque darebbe la colpa ad extracomunitari, governo ecc. Noi non diciamo nulla del genere. Roma è decadente e basta. Quelle di Termini e Tiburtina sono realtà che conosciamo fin troppo bene e certe volte mette tristezza pensare a come questa città non sia più Roma vera, la Roma che la gente ricorda nei film anni ’50 o nei racconti dei loro genitori e nonni, la roma che ti fa commuovere per la sua bellezza. Io personalmente mi sono accorto in questi ultimi otto mesi di quanto siano poche le zone che sopporto a Roma, e parlo proprio di sopportare perché di posti veramente Belli a Roma ormai se ne trovano solo nel centro e nelle zone storiche. Non confido in un miglioramento delle cose. Credo che ormai siamo arrivati a un punto di non ritorno.

Da Cannes a Roma, in anteprima i film del festival;omaggio ai Beatles alla sala Umberto;andrete a vederlo,secondo voi sono stati loro i primi a dare un segnale di cambiamento alla musica?

Speriamo di riuscire a vederlo. I Beatles sono stati fondamentali nel mondo della musica. È impossibile non apprezzare le loro canzoni. Ed è altrettanto impossibile affermare che non sono stati fondamentali nei cambiamenti che la musica ha subito dagli anni ’60 in poi. La musica che abbiamo oggi la dobbiamo anche a loro.

Quali sono le vostre 5 canzoni da falò sulla spiaggia?

Domanda difficile: noi anche in spiaggia finiremmo per ascoltare gruppi come Opeth, Meshuggah o Dream Theater. Non essendo persone esattamente normali quella musica per noi è come un sedativo. È il genere con cui andiamo avanti ogni giorno.

All'uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri. Io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli.Poi sconfitto tornavo a giocar con la mente i suoi tarli.E alla sera al telefono tu mi chiedevi perché non parli.Che anno è che giorno è. La scuola è appena terminata che ricordi vi portate alle spalle di questo magnifico anno.Sono gli anni più belli quelli sui banchi di scuola?

Ovviamente per gli adolescenti gli anni tra i banchi hanno due lati. Quello bello si apprezza solo in futuro, con il passare del tempo, quando ti mancherà quell’ambiente in cui ti sei affermato e sei diventato grande. Ti mancheranno gli amici che avevi e le persone con cui sei riuscito a condividere letteralmente la tua vita per più di cinque anni. Quest’anno non è stato uno dei nostri migliori (dal punto di vista della scuola e dei rapporti umani) ma è stato un anno pieno di cambiamenti, e i cambiamenti che subisci a quest’età ti aiutano a diventare adulto.

Accettereste mai di suonare e cantare una canzone del grande paroliere Mogol?

Purché il testo non sia in italiano.

Nei momenti liberi vi piace ancora sfogliare un libro? Quali sono i vostri autori preferiti?

Beh siccome in questo momento sono da solo non posso parlarne con certezza, ma in verità più che leggere noi finiamo tutti sempre per ascoltare musica. Io ascolto musica in ogni momento libero che trovo nella vita…sin da bambino. Se non ho da fare nulla quasi sempre suono o esco di casa a comprare un vinile. Poi a casa passo il tempo esplorando la musica che ho comprato, per capirne i vari aspetti e per poterli riutilizzare anche in fare compositiva con il resto del gruppo.

Sapreste consigliarmi qualche gruppo rock/blues,stoner,hard rock ecc. che faccia canzoni lunghe strumentali?Vi identificate in questo tipo di musica?

Noi ci identifichiamo più nell’Hard Rock e nell’Heavy o Progressive metal, generi più di nicchia. I gruppi che più ascoltiamo e che penso farebbero bene a un sacco di musicisti sono Dream Theater, Opeth, Meshuggah, Judas Priest, Death, Iced Earth, Angra, Anthrax, Porcupine Tree e qualunque cosa abbia mai fatto Steven Wilson, per dirne veramente pochi. Potrei dilungarmi per pagine e pagine.

Stash dei The Kolors vince Amici e di colpo tutti, anche quelli che hanno passato l’ultima porzione della loro vita con l’indice alzato contro i talent, veri e propri colpevoli dell’omicidio della discografia, sono lì a parlare di “vero talento”, di salvatori della patria, di gente capace di scalare le classifiche anche estere.Voi che ne pensate ?

Pensiamo che questa gente non abbia voce in capitolo per quanto riguarda la musica. È gente che la musica la sente, ma non la assorbe. Non la ascolta. È questa la differenza tra una persona che ha passione e una persona veramente qualunque. Noi non vogliamo essere persone qualunque.

Parliamo di Fedez, le contraddizioni di un rapper.Dai centri sociali al successo.Le critiche alla tv e la partecipazione a un talent o gli attacchi ai ritrovi modaioli (dove poi va) «Sì sono incoerente, lo era anche Caravaggio»Una vostra opinione ?

Non ci esprimiamo al riguardo poiché Fedez appartiene a un mondo separato rispetto al nostro, sia come ideali che come musica. Non ci interessa.

Ti odiano non quando ti vendi ma quando ti iniziano a comprare».Che prezzo ha la vostra musica ?

L’unica cosa che chiediamo a chi ci ascolta è di non limitarsi a sentirci, ma di fare uno sforzo in più per capire cosa abbiamo voluto dire con ogni pezzo, perché le emozioni che si possono trasmetter con la musica sono infinite, e sono le più forti.

Quag è una piattaforma per tutti gli appassionati di musica, un interest network dove dialogare di classica, metal, soul, jazz, pop, indie, etnica, swing, rap... e chi più ne ha più ne suoni: Esistono vari tipi di social quale rimane il vostro preferito;siete convinti che la musica sparira dalla tv e sarà solo sulla rete?

Noi parlando di social in verità possiamo parlare del solo Facebook che però ormai è una cosa di tutti i giorni, Niente di speciale. Abbiamo la nostra pagina con cui cerchiamo di espanderci e di crescere e…tutto qui. Parlando della tv, la musica dalla tv è già sparita (Quella vera che non ha dietro solo fini commerciali)

È "Food sound system", il progetto multimediale di Donpasta, all'anagrafe Daniele De Michele, in scena mercoledì 17 giugno nell'ambito di Eutropia, la rassegna all'ex Mattatoio di Testaccio. Consolle da un lato e fornelli dall'altra, Donpasta fa partire un disco dei Beatles mentre affetta le patate per la tiella, oppure mescola il cous cous sulle note dei Rolling Stones, mentre sminuzza le verdure spaziando dal jazz di Miles Davis al punk dei Clash.Vi piacerebbe parteciparvi ? Con quale tipico piatto della cucina romana?

Sarebbe qualcosa di incredibilmente figo…dobbiamo solo imparare a cucinare prima.

Progetti per il futuro?

Ovviamente con le vacanze estive finirà la stagione dei concerti, ma riprenderemo a settembre. In questa settimana stiamo registrando il nostro primo EP, che probabilmente sarà disponibile (su cd e su internet) verso l’autunno, quando ritorneremo tutti a Roma dopo le vacanze. Che dire…non vediamo l’ora di poterlo rendere pubblico. Sarà un altro passo in avanti. Grazie di tutto!


Grazie ragazzi in bocca al lupo!!

© Riproduzione riservata

Multimedia