Alula, Un Viaggio Indimenticabile

Alula, Un Viaggio Indimenticabile

La mostra Roads of Arabia si chiude con l’invito a visitare dal vivo l’antica Hegra

stampa articolo Scarica pdf

Alula, un viaggio indimenticabile

La mostra Roads of Arabia si chiude con l’invito a visitare dal vivo l’antica Hegra

La mostra archeologica dedicata alla penisola arabica, allestita presso il Museo Nazionale Romano – Terme di Diocleziano, sta per concludersi con l’invito a visitare le mitiche strade dell’Arabia. Roads of Arabia, si chiama, appunto, la mostra, e le strade sono quelle solcate dai carovanieri che commerciavano i preziosi prodotti del posto (incenso, mirra, profumi e spezie). L’invito, rivolto durante un evento speciale per la stampa organizzato dalla Martinengo & Partners, riguarda soprattutto la città di Alula dotata di strutture ricettive di lusso e di un ampio programma di attività sportive e culturali adatte a qualsiasi tipo di esigenza turistica: dal gioco del polo alle gite in mongolfiera sorvolando il deserto, da concerti alle visite alle monumentali tombe nabatee scavate nella roccia. Una città ancora poco nota al grande turismo, ma che merita di essere visitata soprattutto per il fascino della sua storia millenaria, come testimoniato dall’archeologo Romolo Loreto dell’Università Orientale di Napoli che durante l’evento ha mostrato il grande patrimonio conservato da questi territori. Per chi ancora non l’avesse vista, la mostra (che chiuderà il primo marzo) si compone di una ricca raccolta di materiale archeologico e artistico, dalla preistoria fino all’epoca moderna, con uno svolgimento cronologico esaustivo e mai noioso (peccato soltanto per le didascalie posizionate troppo in basso e non adeguatamente illuminate, inaccessibili per gli ipovedenti e comunque faticose da utilizzare). Per chi non farà in tempo, un viaggio ad Alula è senza dubbio molto consigliato!

Cecilia Paolini

© Riproduzione riservata