GARANZIA DI DISINFEZIONE È SUL PORTALE ITALIANWAY

GARANZIA DI DISINFEZIONE È SUL PORTALE ITALIANWAY

Prenotabili direttamente dal portale della start up prop-tech oltre 900 tra ville singole con piscina al mare o chalet di montagna, residenze e case d’epoca in borghi e città d’arte e appartamenti con ampi dehor in 70 destinazioni italiane

stampa articolo Scarica pdf


Prenotabili direttamente dal portale della start up prop-tech oltre 900 tra ville singole con piscina al mare o chalet di montagna, residenze e case d’epoca in borghi e città d’arte e appartamenti con ampi dehor in 70 destinazioni italiane. Dal primo giugno possibilità di effettuare la ricerca attraverso il filtro creato ad hoc per consentire ai viaggiatori una vacanza in sicurezza: tra le prime destinazioni prenotabili il mare del Salento, Lampedusa, Sardegna con Pula, Liguria con Finale Ligure e Sanremo; località di montagna come Bormio e Valtellina, ed evergreen come Langhe, Lago di Garda, Roma e Milano.

Sanificazione anti-coronavirus quando necessaria, eseguita solo da società qualificate e certificabile; igienizzazione e disinfezione delle superfici con prodotti a base di etanolo al 70% o ipoclorito di sodio 0,1%; rimozione di tutti i tessuti non necessari nelle case; solo lavanderie industriali certificate o con apposito Piano di Autocontrollo del ciclo di Lavaggio per il cambio biancheria; sterilizzazione stoviglie a 60 gradi ad ogni check-out; sensibilizzazione degli ospiti rispetto al tema rifiuti.

Sono solo alcune delle misure previste dal “Protocollo di pulizia e sanificazione” messo a punto da Italianway SPA (https://it.italianway.house/), la start up prop-tech fondata da Davide Scarantino e guidata dell’AD Marco Celani che ha contrattualizzato finora oltre 1300 immobili in 70 destinazioni italiane in cui accogliere viaggiatori in cerca di un’esperienza di soggiorno in relax, confort ma soprattutto sicurezza, il nuovo prerequisito che guida le scelte di chi non vuole rinunciare alle vacanze nella cosiddetta Fase 2. Misure più stringenti di quelle previste nel documento unificato delle Regioni.

Con questa chiave Italianway, che all’inizio del 2020 è stata inserita dal Financial Times tra le TOP 1000 aziende di tutta l’UE cresciute maggiormente nell’ultimo triennio, ha creato in tempi record il primo filtro per prenotare direttamente sul suo portale case con “garanzia di disinfezione”.

“Un obiettivo ambizioso che è stato possibile raggiungere - spiegano Scarantino e Celani - grazie all’efficienza del nostro Team interno di 100 giovani professionisti laureati e plurilingue, alla piattaforma che abbiamo sviluppato internamente e ci consente prenotazioni dirette, e al primo software proprietario italiano, sempre sviluppato internamente, che gestisce end to end l’intero ciclo di vita del valore del vacation rental: dalla pubblicazione on-line multi canale dell'appartamento, alle gestione degli incassi, prenotazioni, check-in/check-out, fatturazione elettronica, cedolare secca, imposta di soggiorno, report, pulizie e manutenzioni degli appartamenti e tanti altri servizi”.

Tra i primissimi immobili prenotabili con “garanzia di disinfezione” dal primo giugno ville singole con piscina, appartamenti, chalet e soluzioni indipendenti con dehor e ampi spazi verdi esterni tra destinazioni di mare come il Salento, Lampedusa, la Sardegna con Pula o la Liguria con Finale Ligure e Sanremo; località di montagna come Bormio e la Valtellina, le amene Langhe, il Lago di Garda, la Brianza e città come Roma e Milano.

“Ci siamo sempre distinti per la bellezza delle case che selezioniamo per il nostro circuito, per le destinazioni strategiche in cui sono dislocate e per l’esperienza di soggiorno che riusciamo ad offrire. Ma la nuova priorità adesso è chiaramente la sicurezza dei nostri Ospiti” spiega Michele Fionda, Direttore generale di Italianway che ha coordinato in prima persona i lavori della task force interna sulla messa a punto del Protocollo di disinfezione e sanificazione. “Anche quando il Covid-19 non costituirà più una minaccia - aggiunge - i viaggiatori di ogni parte del mondo sceglieranno sempre di più sulla base di informazioni dettagliate rispetto agli standard di pulizia e pretenderanno di trovare ambienti al momento del check-in che garantiscano la loro sicurezza”.

“Le pulizie di check-out negli appartamenti gestiti direttamente da Italianway sono effettuate seguendo un Protocollo di disinfezione e sanificazione che risponde alle disposizioni della Circolare Ministeriale 5443 e prevede misure addirittura più stringenti rispetto a quelle varate dalle Regioni - continua Fionda - ad ogni ingresso, l’ospite troverà una card con il nome dell’azienda di pulizie che ha effettuato l’igienizzazione e la disinfezione e, quando necessario, anche un certificato di avvenuta sanificazione rilasciato dall’azienda specializzata ed autorizzata ad effettuare questo tipo di trattamento, con tanto di data che attesti quando sia avvenuto”.

“Abbiamo condiviso con partner e franchisee il nostro Protocollo e come Italianway lavorato per settimane per essere pronti per la riapertura. Sulla prima foto degli annunci, sia per quanto riguarda il nostro portale che le altre OTA, degli immobili che Italianway gestisce in maniera diretta verrà apposto un watermark con la scritta “Garanzia di disinfezione” per rendere immediatamente riconoscibili le case disinfettate ed igienizzate secondo lo standard elevatissimo che abbiamo messo a punto. Questo permetterà all’ospite di identificarle immediatamente e di recepire subito che nelle nostre case può soggiornare in sicurezza” conclude Michele Fionda.

COS’È ITALIANWAY Italianway (https://it.italianway.house/) è la start up innovativa prop-tech del settore turismo-hospitality fondata da Davide Scarantino e guidata da Marco Celani, AD; conta su un Team di 100 under 30 laureati e plurilingue e ha contrattualizzato finora oltre 1300 immobili di cui circa 900, tra appartamenti, ville e residenze d’epoca in tutta Italia, già prenotabili direttamente dallo stesso portale Italianway che offre ben 70 destinazioni in cui soggiornare.

Gli ultimi bilanci hanno fatto registrare un giro d’affari di oltre 11 milioni e il 2019, anno d’oro per l’azienda, si è chiuso con un consuntivo di 15 milioni di turn over ad un tasso di crescita del +30,6% rispetto al 2018.

Italianway ha mosso i primi passi nel settore turismo-hospitality alla fine del 2014 accogliendo viaggiatori da tutto il mondo nelle seconde case inutilizzate degli italiani, iniziando da Milano. Grazie ad un modello operativo ben strutturato e a un software integrato, sviluppato internamente con circa tre milioni di investimento ed in grado di gestire l’intero processo del vacation rental, Italianway è rapidamente diventata il più grande property manager di Milano. E sul fronte incoming il 2019 è stato un vero e proprio anno d’oro per l’azienda: nell’anno che si è chiuso ltalianway ha accolto in Italia oltre 45mila viaggiatori di 164 Paesi (26mila prenotazioni, 130mila notti vendute), un vero e proprio record reso possibile grazie al suo modello di accoglienza diffusa.

A fine gennaio 2019 ha lanciato il primo franchising italiano del vacation rental attivando in pochi mesi, a partire dalla primavera 2019, oltre 60 destinazioni in tutta Italia, tra borghi, città d’arte, località di mare, di montagna o in collina.

Sempre nel 2019, e come già accaduto nel 2018, Italianway ha ricevuto il secondo certificato di eccellenza dalla Commissione Europea, che riconosce il suo progetto di sviluppo tra i migliori 400 a livello europeo in considerazione della capacità di impatto sui borghi e sulla capacità di attrarre turisti. Italianway si è inoltre aggiudicata la 31esima posizione su 400 nella classifica delle 400 aziende italiane che crescono di più, redatta da Statista in collaborazione con Il Sole 24 Ore.

All’inizio del 2020 è stata inserita dal Financial Times tra le TOP 1000 aziende di tutta l’UE cresciute maggiormente nell’ultimo triennio.

© Riproduzione riservata