Pre-Match Roma-Udinese Stagione 19-20

Negli anni ci siamo abituati alle follie giallorosse, ma la Roma di quest’anno si sta veramente superando. A Fonseca l'obbligo di accantonare la Rometta e reinventare la Roma.

stampa articolo Scarica pdf

Fonte immagine: ilpost.it

Negli anni ci siamo abituati alle follie giallorosse, ai continui sali e scendi, a vittorie di peso seguite, subito dopo, da rocambolesche sconfitte, ma c’è da dire che la Roma di quest’anno si sta veramente superando. Va bene il lockdown, va bene l’assesto dopo l’ennesimo stravolgimento, va bene i continui colpi di scena a livello dirigenziale, ma arrivati a luglio, quanto visto domenica contro il Milan non ha la minima giustificazione.

Stasera si ricomincia di nuovo e, stavolta, non per puntare alla Champions, ma per tenersi stretti l’Europa League, perché se le premesse sono quelle viste l’atra sera, inizia a diventare un miraggio anche il 5 posto.

Fonseca dovrà reinventarsi totalmente ed evitare di commettere errori, perché nessuno è più in grado di accettare il primo tempo contro la Sampdoria e il secondo a San Siro.

Si parla di una Roma Dzeko-dipendente, bene oggi il capitano sembrerebbe partire dalla panchina, vediamo allora se questa affermazione è vera o se possiamo tornare a sperare in qualcosa di più di una squadretta. Kalinic ha la sua grande occasione che non può e non deve farsi sfuggire; la difesa torna a tremare con il forfeit di Mancini e Ibanez deve ingranare la marcia avanti e mostrare che il suo potenziale non è solo fumo.

Dalla conferenza stampa è parso chiaro che a centrocampo e davanti ci sarà una vera e propria rivoluzione, dove i pilastri della prima parte di campionato sembrano quasi tutti destinati alla panchina se non, addirittura, alla tribuna.

È sempre più difficile stare a guardare quanto accade a Trigoria e a anche oggi non possiamo fare altro che sederci vedere cosa accadrà all’Olimpico, tenuto davanti allo schermo dal solito gigantesco punto interrogativo giallorosso.

PROBABILI FORMAZIONI

Roma (4-2-3-1): Mirante; Bruno Peres, Ibanez, Smalling, Kolarov; Cristante, Villar; Perez, Pastore, Kluivert; Kalinic. ALL.: Fonseca

Udinese (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, De Paul, Walace, Fofana, Zeegelaar; Lasagna, Okaka. ALL.: Gotti

CURIOSITÀ E STATISTICHE

Sono 91 i precedenti in Serie A tra Roma e Udinese (47 vittorie Roma, 23 pareggi e 21 vittorie Udinese), 268 le reti segnate (168 per i giallorossi, 100 per i friulani).

I giallorossi hanno vinto 12 degli ultimi 13 confronti diretti, comprese le ultime 6 sfide disputate allo stadio Olimpico. 

L’Udinese è la squadra contro cui i giallorossi hanno vinto più gare a partire dalla stagione 2013/14.

La Roma è andata a segno in tutte le ultime 13 partite casalinghe contro l’Udinese (33 reti). Fino ad oggi, i giallorossi non hanno mai raggiunto una striscia positiva di 14 partite interne consecutive.

Nelle ultime 12 trasferte contro le prime cinque squadre in classifica, i bianconeri non hanno mai vinto e hanno subito gol in tutte le ultime 19 gare di questo tipo.

Tutti gli ultimi 18 gol casalinghi della Roma in Serie A sono arrivati da dentro l'area di rigore.

Nessuna squadra ha vinto meno gare in trasferta dell'Udinese (due) nel corso di questo campionato, l'ultima il 6 gennaio contro il Lecce.

L'Udinese è la squadra contro cui Diego Perotti è andato più volte a segno: 4 reti in 8 partite.

L'attaccante dell'Udinese Stefano Okaka ha disputato 34 gare e segnato 2 gol in Serie A con la maglia della Roma.

Il centrocampista dell'Udinese Rodrigo de Paul ha fatto il suo esordio in Serie A nell’agosto 2016 proprio contro la Roma.

Arbitro del match sarà Marco Guida.

Alessia Graffi

© Riproduzione riservata