Pre-Match Roma-Hellas Verona Stagione 19-20

Due vittorie per riaccendere un minimo di positività, un cambio di modulo per ripartire e una squadra che sembra essere tornata squadra, queste le premesse in vista della partita di stasera contro l’Hellas Verona. Articolo di Alessia Graffi.

stampa articolo Scarica pdf

Fonte immagine: asromalive.it

Due vittorie per riaccendere un minimo di positività, un cambio di modulo per ripartire e una squadra che sembra essere tornata squadra, queste le premesse in vista della partita di stasera contro l’Hellas Verona. Dopo una ripresa negativa, è il momento questo di non guardare più indietro e pensare solo a giocare per non fare ulteriori danni. Se pure è vero che, ormai, la rincorsa al quarto posto è diventata un’utopia, grazie anche ad un’Atalanta in forma smagliante, è anche vero che bisogna, comunque, tenersi stretto il quinto posto per non vanificare completamente quanto di buono visto nella prima fase del campionato.

Quella di stasera non sarà certo una partita semplice, visto anche il carattere dell’Hellas Verona e del suo allenatore che affrontano ogni partita con grinta e determinazione, soprattutto, poi, alla luce di una prospettiva europea che si affaccia alla finestra gialloblu dopo anni.

Nonostante la prospettiva della sfida di domenica contro l’Inter, mister Fonseca, questa volta, sembrerebbe, tuttavia, intenzionato a cambiare poco e a riconfermare per lo più l’undici visto in campo contro il Brescia, forse anche per dare un minimo di continuità alla squadra.

Tra i pali dovrebbe tornare Pau Lopez, accantonato sabato scorso per motivi tecnici, mentre in difesa, in attesa di Smalling, Cristante appare favorito rispetto a Fazio. Al rientro dal primo minuto Mkhitaryan e il capitano, che proprio contro il Verona visse il suo esordio in giallorosso.

PROBABILI FORMAZIONI

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Zappacosta, Veretout, Diawara, Spinazzola; Perez, Mkhitaryan; Dzeko. ALL.: Fonseca

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Günter, Kumbulla; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic; Pessina, Zaccagni; Di Carmine. ALL.: Juric

CURIOSITÀ E STATISTICHE

Sono 57 i precedenti in Serie A tra Roma e Hellas Verona (29 vittorie Roma, 19 pareggi e 9 vittorie Hellas Verona).

28 i precedenti giocati all’Olimpico, che hanno fatto registrare 19 vittorie giallorosse, 7 pareggi e 2 vittorie gialloblu (l’ultimo nella stagione ’72-’73).

La Roma non perde in Serie A con il Verona dal 1996: da allora per i giallorossi 11 vittorie e cinque pareggi.

La Roma è una delle due squadre che ha vinto tutte le gare di questo campionato contro squadre neopromosse (assieme all’Atalanta, 4/4): cinque su cinque.

Il Verona non vince da tre partite consecutive; non manca il successo per quattro gare di fila in campionato da settembre 2019.

In questa prima fase del girone di ritorno la Roma ha subito 22 reti, una in più di quante ne ha incassati in tutto il girone d’andata.

Il Verona ha subito 10 degli ultimi 11 gol in campionato nei secondi tempi, quattro dei quali dal 90’ in poi.

Henrikh Mkhitaryan è il giocatore della Roma che ha preso parte a più gol in Serie A: otto, in nove presenze (cinque reti, tre assist).

L'attaccante della Roma Edin Dzeko ha esordito in giallorosso proprio contro il Verona nell'agosto 2015; in cinque sfide con i gialloblù ha segnato due gol e fornito un assist.

L'attaccante del Verona Fabio Borini ha disputato le sue prime 24 partite in Serie A con la maglia della Roma.

Il Verona detiene il primato di rimonte da situazioni di svantaggio in questo campionato (5 partite).


La Roma detiene, invece, il record di autoreti in questo campionato (4).

Alessia Graffi

© Riproduzione riservata