ROMA: NANNI, ESPOSTO AL PREFETTO SU AUTO ABBONDONATE

ROMA: NANNI, ESPOSTO AL PREFETTO SU AUTO ABBONDONATE

La prossima settimana presenterò un esposto al Prefetto per segnalargli la situazione vergognosa delle migliaia di auto abbandonate per strada che, visto il blocco imposto dall’attuale amministrazione

stampa articolo Scarica pdf


"La prossima settimana presenterò un esposto al Prefetto per segnalargli la situazione vergognosa delle migliaia di auto abbandonate per strada che, visto il blocco imposto dall’attuale amministrazione dal luglio del 2018, non possono essere più rottamate a Roma". Così in una nota Dario Nanni consigliere del VI Municipio."In pratica l’amministrazione Raggi da più di due anni ha precluso la possibilità di demolire un veicolo nel territorio di Roma senza dare un’alternativa ai cittadini che vogliono rottamare la proprio auto: un capolavoro a 5 stelle".

"Ricordo che, mediamente, ogni anno a Roma si rottamano più di 100mila veicoli e questo dato chiarisce meglio di ogni altra valutazione la portata del problema. In pratica invece di agevolare e snellire le procedure per rottamare un veicolo si è prodotto un disservizio che ha causato la presenza di migliaia di veicoli sulle strade di Roma. A questo si aggiungano tutta una serie di problematiche legate alla presenza di veicoli per strada, a partire dal deterioramento stesso di questi veicoli che diventano dei rifiuti di grandi dimensioni, le migliaia di posti per il parcheggio che questi ammassi di plastica e lamiera occupano, le inevitabili criticità legate all’igiene. Per non parlare del degrado che queste carcasse generano nelle strade della città eterna con conseguente effetto “vetro rotto” che questa fatiscenza produce in molte zone di Roma". "A questo si aggiunga la possibilità che i proprietari dei veicoli incorrano in sanzioni, e che quindi per un disservizio creato dal Comune di Roma debbano sborsare 1666 euro per abbandono di veicolo. Mi auguro – conclude Nanni- che il Prefetto intervenga, perché è assurdo che il Comune di Roma non dia la possibilità ai cittadini di demolire i propri veicoli e nel contempo che le strade della città più bella del mondo stiano diventando un cimitero di rottami".

© Riproduzione riservata