Addio A Lidia Menapace

L’ex staffetta partigiana ed ex senatrice è morta per complicanze legate al Covid-19. Aveva 96 anni

stampa articolo Scarica pdf

Colpita dal Coronavirus, da alcuni giorni era ricoverata nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Bolzano. Lì si è spenta alle 3.10 della notte tra il 6 e il 7 dicembre. Lo si legge in una nota dell’ANSA.

Antifascista, pacifista e femminista, Lidia Brisca (Menapace è il cognome del marito Nenè, un medico trentino ndr), nacque a Novara il 3 aprile del 1924. Da giovanissima prese parte alla Resistenza come staffetta partigiana nella formazione della Val d'Ossola. Durante gli anni dell’università militò in alcune associazioni cattoliche. Nel 1952 entrò in Consiglio provinciale con la Democrazia Cristiana che lasciò, però, nel 1968 per avvicinarsi al Partito Comunista. Nel 2006 fu eletta a Palazzo Madama con Rifondazione Comunista e nello stesso anno fu proposta alla presidenza della Commissione Difesa al Senato. Alla vigilia dell’elezione, tuttavia, rilasciò un’intervista al Corriere della Sera, durante la quale criticò l’uso delle Frecce Tricolori, affermando che «Sono uno spreco e inquinano». Le fu quindi preferito Sergio De Gregorio, senatore dell’Italia dei Valori.

Lucida fino all’ultimo giorno, a chi voleva che parlasse della sua lunga storia di impegno civile rispondeva soltanto: "Se mi chiedete di raccontare la mia vita lunga oltre 90 anni, ci metterei un sacco di tempo e sarebbe un disastro per voi ascoltarmi...". 

"Scompare con Lidia Brisca Menapace una figura particolarmente intensa di intellettuale e dirigente politica espressione del dibattito autentico che ha attraversato il Novecento”. È il   messaggio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Gianfranco Pagliarulo, presidente dell'Anpi. 

"Ha scritto delle pagine preziose della nostra storia – Sottolinea su twitter il presidente della Camera, Roberto Fico - Staffetta partigiana, pacifista, si è sempre battuta per i diritti delle donne. Non dimenticheremo il suo grande impegno civile e politico".

"Lidia Menapace ha insegnato a intere generazioni cosa significa lottare per la libertà – Aggiunge il segretario del Pd, Nicola Zingaretti - Dall'esperienza partigiana, nella lunga militanza politica e sociale non ha mai fatto mancare la sua voce libera e il suo impegno per una comunità più giusta per donne e uomini. Una lunga vita di esempio umano e politico. Ci mancherà la sua voglia di continuare a cambiare il mondo".

Adriana Fenzi


© Riproduzione riservata