Federmep Scende In Piazza Per Difendere Il Settore Del Wedding

Federmep Scende In Piazza Per Difendere Il Settore Del Wedding

Piazza del Pantheon è stata il teatro della manifestazione organizzata da Federmep, associazione dei professionisti e delle aziende della wedding industry

stampa articolo Scarica pdf

Con lo slogan "L'Italia è un evento", la Federmep, Federazione Matrimoni ed Eventi Privati che raccoglie imprese e liberi professionisti, è scesa in piazza a Roma per chiedere al governo maggiore attenzione per le imprese della filiera dei matrimoni e degli eventi privati. Una manifestazione pacifica per raccontare un settore, quello del wedding, duramente colpito dalle restrizioni che, ad oggi, ha registrato una crisi senza precedenti con un calo del fatturato di circa il 90 per cento.

Federmep ha portato all’attenzione del governo dieci proposte per il sostegno e il rilancio della wedding industry in Itala, un vero e proprio decalogo, dunque, riportato su cartelli di colore fucsia che, insieme a centinaia di palloncini, hanno colorato piazza del Pantheon. In rappresentanza di tutte le regioni italiane e di tutte le professionalità, erano presenti circa centoventi imprenditori che hanno sottolineato l’importanza economica di questo comparto professionale.

Il decalogo sottoposto all’attenzione del governo si snoda su tre linee: rimborsi adeguati, garanzie sulla liquidità e protocolli per la ripartenza.

“Il nostro settore conta poco meno di 50mila imprese, circa 300mila persone impiegate stabilmente e produce un fatturato complessivo che nel 2019 ha sfiorato i 60 miliardi ridotti a poco più di cinque nel 2020. Un lavoro, il nostro, che non può prescindere dalla socialità: inevitabilmente siamo stati quelli che più hanno pagato le limitazioni ancora in corso. Ecco perché chiediamo al governo che verrà di tenere in considerazione le nostre proposte”, ha ricordato la presidente di Federmep Serena Ranieri.

Al microfono si sono alternati venti imprenditori e numerosi parlamentari di maggioranza e opposizione che hanno raccolto l’invito degli organizzatori: Maurizio Gasparri e Stefania Prestigiacomo per Forza Italia, Gian Marco Centinaio e Tiziana Nisini per la Lega, Salvatore Deidda per Fratelli d’Italia, Antonio Misiani per il Pd, Soave Alemanno e Simona Suriano per il M5S.

La mission di Federmep, in questo particolare periodo storico, è quella di impegnarsi per il confronto ed il dialogo con il governo e le istituzioni locali, allo scopo di attivare misure straordinarie di supporto ed interventi di medio-lungo termine.

Di Erika Gottardi

© Riproduzione riservata