ATALANTA LAZIO 1 -3 Stag 2020-21

LA LAZIO DOMINA L ATALANTA A BERGAMO. IN GOL MARUSIC, CORREA, MURIQI E PASALIC. QUINTA VITTORIA DI FILA E CONTINUA LA RINCORSA CHAMPIONS.

stampa articolo Scarica pdf

La quinta vittoria consecutiva, forse la più importante della stagione insieme a quella contro il Borussia Dortmund, che permette alla Lazio di saltare l’Atalanta in classifica aspettando i risultati di Roma e Napoli. 37 punti alla prima di ritorno sono un buon bottino per tornare a puntare a uno dei quattro posti Champions, l’obbiettivo della stagione. Partita quasi perfetta, piccola macchia il gol preso, per il resto dominio assoluto biancoceleste dall’inizio alla fine, un Milinkovic stratosferico, Luis Alberto a mezzo servizio ma utile fino a quanto è rimasto in campo, Marusic decisivo nel sbloccare la partita e poi chiudendo tutti i varchi sulla propria parte di campo, Immobile non ha segnato ma ha servito l’assist per il 2 a 0 di Correa e poi generosamente ha lottato contro tutti e tutto, Correa ha regalato il primo tempo ma quando gli è capitata la palla giusta non ha sbagliato e ha iniziato un’altra partita, Leiva dominatore del centrocampo e Acerbi sempre sul pezzo. Una menzione per la coppia Muriqi Pereira, il loro altruismo consente alla Lazio di non soffrire negli ultimi 10 minuti. Insomma, Simone Inzaghi incarta la partita a Gasperini in tutte le zone del campo, approfittando anche delle assenze di Gosens e Hateboer costringe l’Atalanta a uno stop che a Bergamo fa davvero male.

Cronaca

Inzaghi ritrova Luis Alberto, conferma Milinkovic anche se non al 100%, per il resto la solita Lazio. Reina, Acerbi, Radu e Patric in difesa, Lazzari e Marusic i quinti, Milinkovic, Luis Alberto e Leiva a centrocampo, Immobile e Correa di punta. Gasperini senza Gosens e Hateboer, sceglie la coppia Zapata Ilicic in attacco.

Al 3’ subito Lazio in vantaggio, Marusic raccoglie un pallone sulle tre quarti, si gira verso la porta e calcia a giro sul secondo palo, Gollini tradito forse anche dal sole deve raccogliere il pallone in rete. Marusic è protagonista solo di gol veloci, anche a Genova la scorsa stagione segnò dopo pochi minuti. L’Atalanta fa fatica a riorganizzarsi dopo il vantaggio bianco celeste, al 12’ Ilicic ci prova su punizione ma senza trovare la porta. La Lazio continua il suo pressing alto anche se in vantaggio, approccio fantastico alla gara dei ragazzi di Simone Inzaghi. Al 25’ Luis Alberto ci prova dalla distanza ma palla fuori. 32’ occasione d’oro per la Lazio per il 2 a 0, Luis Alberto difende un pallone al limite d’area avversaria con tacco e suola, palla a Immobile che trova di prima Milinkovic in area di testa, Gollini sfiora il pallone che termina sul palo interno e torna in gioco. 38’ fuori Patric, già ammonito e dentro Musacchio, arrivato a Formello da poche ore. 41’ ancora Luis Alberto a giro sul secondo palo ma Gollini stavolta è attento. 44’ si vede Ilicic servire Zapata in area che di testa non impensierisce Reina. Chiffi fischia la fine del primo tempo dopo un minuto di recupero.

Fuori Ruggeri e dentro Malinovskyi per Gasperini che vuole raddrizzare una partita che sembra stregata. Al 51’ la Lazio raddoppia, rinvio di Reina, Immobile a centrocampo spizza di testa per la corsa di Correa verso la porta avversaria, difesa bergamasca disattenta, il Tuco salta Gollini in uscita e deposita in rete la palla del 2 a 0. Dentro anche Muriel per l’Atalanta. Al 66’ ennesima corsa di Lazzari sulla destra servito da un grande Milinkovic Savic, il motorino laziale arriva fino davanti al portiere ma Gollini in uscita bassa nega il gol all’ex spallino. 71’ annullato un gol Immobile, assist di Correa, per un evidente fuori gioco. 75’ ancora Immobile protagonista ma dopo aver dribblato mezza Atalanta non riesce a calciare verso Gollini. Al 79’ l’unica disattenzione laziale della partita, Muriel salta Acerbi e calcia verso Reina, palla sul palo ma prontamente Pasalic deposita in rete tutto solo. Tre cambi per Inzaghi al 80’, dentro Escalante per Leiva, Muriqi per Immobile e Pereira per Correa. Soltanto un minuto dopo, Milinkovic in verticale per Pereira, Gollini tentenna nell’uscita, il brasiliano naturalizzato belga intelligentemente serve Muriqi in area che deve solo depositare in rete. Partita chiusa e tre punti per la Lazio

La Lazio vince di squadra e di testa. Le due vittorie importanti delle cinque consecutive sono avvenute nel derby e oggi a Bergamo, due vittorie ottenute con lo stesso modulo giocando diversamente ma sempre in maniera brillante. Simone Inzaghi si dimostra ancora una volta il timoniere di un gruppo plasmato a sua immagine, un gruppo che segue le direttive del proprio allenatore mettendosi sempre a disposizione e il tecnico ricambia sentendosi parte integrante del gruppo stesso. Nessuna prima stella, nessuna ultima ruota, tutti hanno in testa lo stesso obbiettivo, la squadra, lo dimostra Marusic, Pereira e Muriqi solo per fare esempi, ma basta guardare Immobile recuperare palla nella propria metà campo. Tutti uniti verso la rincorsa a quel posto Champions con un’unica distrazione, Bayern Monaco.

GIUSEPPE CALVAN0

Foto Emanuele Gambino

© Riproduzione riservata