Cagliari-Torino 0-1 Ventitreesima Giornata Serie A 2020-'21

Cagliari-Torino 0-1 Ventitreesima Giornata Serie A 2020-'21

Importantissima affermazione esterna dei granata: decide un colpo di testa di Bremer al 76'

stampa articolo Scarica pdf

Dopo quattro pareggi in altrettanti confronti, il Toro di Davide Nicola centra la sua prima vittoria espugnando col minimo scarto il campo del Cagliari grazie a un colpo di testa del sempre più convincente difensore brasiliano Gleison Bremer. Per il Torino si tratta di un successo importantissimo, che (in attesa della sfida di domenica Parma-Udinese) gli consente di incrementare a cinque lunghezze il vantaggio sul terzultimo posto, attualmente occupato dallo stesso Cagliari. Quella andata in scena nel capoluogo sardo è stata, sostanzialmente, una sfida a due facce, con un primo tempo di chiara matrice cagliaritana (con i rosso-blu più volte vicini alla realizzazione) e una ripresa più equilibrata, con un Toro attento e un Cagliari quasi mai realmente pericoloso (se non in apertura). La prima azione della partita si presenta al 17', quando un calcio di punizione di Lykogiannis respinto dalla barriera giunge a Nandez, il quale ci prova dalla distanza: la sfera termina non di molto sul fondo. I padroni di casa, nettamente più volitivi rispetto ai torinisti, sfiorano a ripetizione la marcatura: al 20' Nainggolan vede la sua (debole) conclusione facilmente bloccata da Sirigu, al 22' Izzo “mura” un tentativo di Joao Pedro, al 32' un destro di Simeone (deviato da Bremer) si spegne di poco sul fondo, quindi al 38' Marin manca di poco il bersaglio con un destro da fuori area. Il Toro si fa vedere in avanti solamente al 39', quando un forte sinistro di Mandragora si spegne sull'esterno della rete. Al 45', Cagliari nuovamente vicino al vantaggio con Simeone, il quale (su azione da calcio d'angolo) colpisce di testa mancando di poco la porta difesa dall'attento Sirigu. Il primo tempo termina, quindi, sullo 0-0, ma col Cagliari nettamente più volitivo rispetto al Torino.

La prima azione saliente della ripresa è di marca sarda, con un colpo di testa di Joao Pedro al 58' che costringe Sirigu ad alzare oltre la trasversale. Al 62' gli ospiti rischiano grosso con un errato retropassaggio di Ansaldi da metà campo che quasi si tramuta in un clamoroso autogoal: il pallone, però, termina sul fondo, nonostante il disperato tentativo di Sirigu di evitare il calcio d'angolo. Il pericolo scampato scuote la compagine di Nicola, che comincia a rendersi pericolosa, non rischiando praticamente più nulla. Al 68' Zaza, lanciato da Lukic, si porta sulla sinistra e, da pochi passi ma da posizione assai decentrata, scocca un mancino che attraversa tutto lo specchio della porta difesa da Cragno senza trovare alcun granata pronto all'appoggio in rete: la sfera termina fuori, addirittura in fallo laterale. Al 75' arriva la svolta, con un insidioso traversone di Ansaldi che costringe il portiere locale a deviare in angolo: il tiro dalla bandierina trova Bremer pronto a svettare a centroarea (anticipando Godin), incornando in rete (in eccezionale elevazione) il vantaggio torinista (76'). A quel punto, il Cagliari (frastornato) cerca di risalire la china, ma le idee sono poche e confuse. All'83' il Toro potrebbe chiudere anzitempo la contesa, ma Belotti (ben lanciato da Singo in contropiede) vede il suo forte sinistro rasoterra sul primo palo ben deviato da Cragno, prodigioso nel distendersi, mettendo sul fondo. L'ultima occasione dei padroni di casa arriva al 93': conclusione di Pereiro che sbatte su N'Koulou a Sirigu spiazzato, la ribattuta giunge a Joao Pedro, il cui debole destro è facile preda del portiere ospite, nel frattempo prontamente rialzatosi. Al 95' gli uomini di Nicola mancano un'altra occasione per il raddoppio con Rincon: ben servito da Belotti, "el general" vede la sua conclusione in spaccata ottimamente respinta dal reattivo Cragno.

Finisce, quindi, 1-0 per il Torino, che torna al successo nel momento più delicato, cioè in uno scontro diretto per la salvezza. Per i granata si tratta della terza vittoria stagionale, dopo il 2-1 di Marassi sul Genoa e il 3-0 di Parma: zero, invece, le affermazioni casalinghe. Il prossimo impegno degli uomini di Nicola è fissato per il prossimo 26 febbraio alle ore 20:45, quando ospiteranno il Sassuolo.

Giuseppe Livraghi

CAGLIARI-TORINO 0-1 (0-0)

RETE: Bremer al 76'.

CAGLIARI (3-4-2-1): Cragno; Rugani, Godin, Ceppitelli (dal 79' Pereiro); Zappa (dall'89' Duncan), Marin, Nandez, Lykogiannis; Nainggolan (dal 79' Pavoletti), Joao Pedro, Simeone (dal 70' Cerri). Allenatore: Di Francesco.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Bremer; Singo (dall'89' Vojvoda), Rincon, Mandragora, Lukic (dal 78' Baselli), Ansaldi; Zaza (dal 78' Bonazzoli), Belotti. Allenatore. Nicola.

ARBITRO: Daniele Orsato di Schio (Vicenza).

NOTE: ammoniti Lukic (T) al 26', Belotti (T) al 49', Simeone (C) al 64', Ceppitelli (C) al 72' e Zappa (C) all'88'. Calci d'angolo 8-3 per il Cagliari. Recupero: 0'+5'. Partita disputata a porte chiuse.

© Riproduzione riservata