Sul Divano Dei Luci Blu: Alienazioni Milanesi

Sul Divano Dei Luci Blu: Alienazioni Milanesi

Luci Blu binomio musicale composto da Giulia Menta e Marco Ballardin, ci presenta il singolo d'esordio "Sul Divano".

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Il singolo d’esordio dei Luci Blu, al secolo Giulia Menta e Marco Ballardin, è “Sul Divano”, accompagnato dal relativo videoclip, una traccia tra il trap e il pop che, sicuramente è difficile da dimenticare, e ha tutte le carte in regola per entrare nelle hit estive.

A far da sfondo alla canzone lo skyline di Milano e un fantasmagorico attico nel quali i due stylosissimi giovani protagonisti si muovono in totale apatia, tra noia e totale alienazione.

Vestiti alla moda, cellulari di ultima generazione, macchine veloci, una casa fantastica, ma il mood è “Nel mio attico a Milano sto… sul divano”. E’ la frase che Giulia ripete come se fosse il riff della canzone in maniera quasi ossessiva, che cozza diametralmente con il ritmo frenetico della vita del capoluogo milanese, simbolo del lavoro e della velocità.

Sul Divano vuole essere quasi un monito o meglio uno spaccato dell’alienazione che sempre più spesso avvolge le nuove generazioni e i falsi miti che offre loro il mondo patinato di una grande metropoli, così fin troppo ossessivamente glamour e alla moda.

Abbiamo raccolto la dichiarazione dei Luci Blu che hanno dichiarato: “Il nostro brano è una parodia degli stereotipi della moda. Vuole sottolineare, con un ritmo ripetitivo ed ossessivo, la vacuità esistenziale cui sono ridotte molte persone: l'auto lussuosa, l'appartamento in “alto”, il cellulare complice di una comunicazione virtualmente distorta sono solo status symbol che nascondono un baratro di paure ed insoddisfazioni. La supponenza di una conoscenza globale è la scusa per rimanere nella propria comfort zone: perché alzarmi dal letto se ho già tutto il mondo in uno Schermo?... “Ho già vissuto il mondo”... Ma questa nonchalance nasconde un senso d'impotenza" “troppo fuori per discernere.. Il grigio mi prende, non ho un piano per la fuga...

Nemmeno l'abbigliamento elegante salva il fermo immagine di un ballo che svela amici come vuoti manichini, maschere di sé stessi. Rimane un guizzo di speranza nel ballo a due, spontaneo e disincantato, unico attimo di contatto tra persone che vivono sotto lo stesso tetto. Ma ecco che subito ricadono inerti chiusi nella propria solitudine anche se lì, vicini, sul divano dell'attico di Milano. Un modesto ricordo di alcune atmosfere alla Hopper.”

La grande vocalità di Giulia, inframmezzata dalle incursioni trap di Marco, creano un testo orecchiabilissimo e ben congeniato, se si pensa che Luci Blu è un binomio musicale nato soltanto nel 2019 a Vicenza.

Giulia Menta è anche autrice dei testi e compositrice delle melodie, mentre Marco Ballardin è compositore e bitmaker.

Pregevoli nel videoclip le immagini del party nell’attico, dove i due padroni di casa sono inamovibili al limite dell’inesistente, mentre tutti intorno a loro fanno festa e si divertono. Poi un successivo cambio di passo, un accenno di riavvicinamento tra i due protagonisti, “un lento” di antica memoria, per poi ricadere apatici e distanti, ma splendidamente vestiti… SUL DIVANO!

Ottimo esordio per il duo urban Luci Blu, che viene da una passione per la musica coltivata sin da bambini.

Giulia Menta, classe 1999 è un'artista, cantante e performer, iscritta all'Accademia di Belle Arti di Venezia (alcune sue opere sono state esposte a Venezia, Roma, Vicenza, riscuotendo premi nazionali ed apprezzamenti da parte della stampa specializzata), che ha già al suo attivo numerose collaborazioni con band e live show.

Marco Ballardin, classe 1994, nasce come chitarrista e si affaccia alla scena underground prima come cantante e bassista per poi virare all’elettronica e al mondo hip hop, con cui firma numerosi progetti indipendenti e collaborazioni con altre band.

Un binomio giovane e fresco che avrà molto ancora da farci ascoltare.

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata

Multimedia