Arrestato A Parigi L’ultimo Latitante In Francia Delle Brigate Rosse

Arrestato A Parigi L’ultimo Latitante In Francia Delle Brigate Rosse

Si tratta di Di Marzio . Era l’ unico ex Br che era riuscito a sfuggire alla recente operazione “Ombre rosse” in cui erano stati arrestati sette ex terroristi italiani

stampa articolo Scarica pdf

E' lui : Maurizio Di Marzio , l’ unico ex Br che era riuscito a sfuggire alla recente operazione “Ombre rosse” in cui erano stati arrestati sette ex "compagni" italiani , reduci dalle scorribande armate degli anni 70 e ricercati in tutti questi anni dalla polizia di mezza Europa .

La polizia d' oltralpe in coordinamento con la polizia italiana e l' interpol lo ha tratto in arresto questa mattina a Parigi .

L’ ex terrorista rosso si era dato alla macchia dopo che era scattata , nello scorso aprile , l’ operazione “Ombre Rosse” che aveva portato agli arresti altri sette suoi “compagni” degli “anni di piombo” .

Il governo italiano chiede ora l’estradizione anche per lui , forte del provvedimento della Corte d’Assise di Roma che ha stabilito che non c’è prescrizione per i suoi molteplici reati , tra cui fatti di sangue accertati in tre gradi di giudizio tra cui un attentato al dirigente dell’ufficio provinciale del collocamento di Roma Enzo Retrosi, nel 1981 e il tentato sequestro del vicecapo della Digos , sempre di Roma , Nicola Simone nel 1982.

Di Marzio , che ha 59 anni , deve scontare ancora un residuo di pena a 5 anni e 9 mesi per partecipazione a banda armata, associazione sovversiva, sequestro di persona e rapina a mano armata , ma nonostante questo e grazie dapprima alla rete di aiuti internazionali e dopo alla “dottrina Mitterand" con l’ emanazione in Francia di una serie di norme ipergarantiste per gli imputati legati al terrorismo di matrice comunista , si era rifatto una vita aprendo addirittura un ristorante nella zona centrale della “movida” parigina chiamato La Baraonda.

Di Cristian Coppotelli

© Riproduzione riservata