Per Anelli Dell' Ordine Dei Medici Non Tutta La Popolazione Si Vaccinera'

Per Anelli Dell' Ordine Dei Medici Non Tutta La Popolazione Si Vaccinera'

Sulla base dei dati via via raccolti dalla federazione dell’ ordine dei medici bisognera’ adottare delle misure per indurre i non vaccinati a sottoporsi alla doppia inoculazione

stampa articolo Scarica pdf

Sulla base dei dati via via raccolti dalla federazione dell’ ordine dei medici bisognera’ adottare misure drastiche per indurre i non vaccinati a sottoporsi alla doppia inoculazione in quanto il rischio e’ che rimanga una sacca del 20 % della popolazione italiana priva di copertura

Filippo Anelli , il presidente dell’ ordine , ha infatti dichiarato che : “Fino al 20% della popolazione non si vaccinerà contro il Covid19 e tra questi molti giovani che hanno avuto meno tempo per potersi vaccinare e metabolizzarne l’importanza”.

Per gli over 60 non vaccinati , invece , il discorso si fa piu’ complicato , in quanto pur essendo i soggetti della popolazione piu’ a rischio perche’ più predisposti allo sviluppo di patologie gravi in caso di contagio , non si fidano dei vaccini e sara’ importante far leva sul rapporto medico – paziente per convincerli.

“ Per gli over 60 servono i medici di base perché si fidino di loro . ma c’ e’ anche chi deve combattere con la burocrazia . Bisogna cercare quanto piu’ di abbattere i muri burocratici che rendono difficile sia la preliminare prenotazione che la vera e propria vaccinazione attraverso un programma di intervento coordinato con le Asl, che potrebbe fornire l’elenco dei pazienti over60 non ancora vaccinati “.

“I medici di base potrebbero quindi contattare direttamente i non vaccinati e convincerli puntando sul rapporto medico paziente diretto”. Ma il presidente di Fnomceo spiega anche che esiste anche un’ulteriore fascia di popolazione restia alla vaccinazione e per convincerla : “bisognerebbe agire con vari mezzi, attraverso la comunicazione anche mediante testimonial famosi”.

Per quanto riguarda il Green pass , invece , trattasi di un “valido strumento per evitare le chiusure. La Carta verde “diventa uno strumento fondamentale per riprendere le attività sociali, anche e soprattutto per i giovani” .

“D’ altra parte le alternative sarebbero poche : il ripristino delle misure restrittive e le zone rosse” conclude il dottor Anelli .

Nessun accenno sulle eventuali controindicazioni , anche gravi , che potrebbero , a breve come a medio e lungo termine , scaturire dalla vaccinazione . I benefici superano i rischi e questo e’ il dogma ormai di tutta la comunita’ scientifica , non solo italiana .

Di Cristian Coppotelli

© Riproduzione riservata