Trofeo Luigi Berlusconi: Successo Della Juventus

Piegato per 2-1 il Monza all'U-Power Stadium: decisive le reti di Ranocchia e Kulusevski, coi brianzoli che accorciano le distanze nel finale con D'Alessandro

stampa articolo Scarica pdf

Affermazione della Juventus di Allegri nella venticinquesima edizione del Trofeo Luigi Berlusconi (riproposto dopo sei anni di "buio").

Il primo "squillo" della partita è di marca briantea, con Gytkjaer che, favorito da un malinteso tra De Ligt e Demiral, vede la sua conclusione respinta dall'attento Szczesny (3'). Scampato il pericolo, la Juventus passa a condurre al 13' con un bel sinistro a rientrare di Ranocchia, sfiorando poi il raddoppio al 17' con Brighenti (ex di turno), il quale spreca un suggerimento dalla destra dello stesso Ranocchia incespicando sul pallone a pochi passi dalla porta brianzola. La prima frazione fa poi registrare un tiro a giro di Soulé terminato alto al 20' e un destro al volo fuori misura di Barillà al 44': si va, quindi, al riposo sull'1-0 per gli ospiti.

La ripresa si apre col raddoppio juventino, che giunge al 53' con Kulusevski, lesto nell'approfittare di un'incomprensione tra Bellusci e Barillà per battere l'estremo difensore locale Di Gregorio con un rasoterra mancino. In una successione di cambi, gli ospiti sfiorano il tris al 54' con un sinistro di Rabiot ben respinto da Di Gregorio e al 73' con Marques, anticipato dall'uscita del sempre attento portiere lombardo. All'87' i "bagai della Brianza" siglano la rete dell'1-2 con D'Alessandro, abile nell'insaccare da sottomisura un traversone prolungato di testa da Colpani.

Nonostante il grande impegno profuso dai briantei, il risultato non cambia più: pur senza i "big", la Juventus si aggiudica per l'undicesima volta il Trofeo Luigi Berlusconi, a distanza di nove anni dall'ultimo successo, quando (il 19 agosto 2012) gli uomini di Antonio Conte piegarono per 3-2 il Milan a San Siro.

Giuseppe Livraghi

MONZA-JUVENTUS 1-2 (0-1)

RETI: Ranocchia (J) al 13', Kulusevski (J) al 53', D'Alessandro (M) all'87'.

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Sampirisi, Bellusci (dal 59' Paletta), Caldirola (dal 46' Pirola); Pedro Pereira, Brescianini (dal 46' Colpani), Barillà, Machin (dal 61' Maric), Carlos Augusto (dal 59' Donati); D’Alessandro (dall'88' Siatounis), Gytkjaer (dal 63' Valoti). Allenatore: Giovanni Stroppa.

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny (dal 46' Perin); De Sciglio (dall'81' Hajdari), Demiral (dal 46' Rugani), De Ligt (dal 61' Dragusin), Pellegrini (dal 46' De Winter); Ranocchia (dal 68' Peeters), Ramsey (dal 46' Fagioli), Rabiot (dal 68' Miretti); Soulé (dal 62' Felix Correia), Brighenti (dal 62' Aké), Kulusevski (dal 68' Marques). Allenatore: Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce.

NOTE: ammonito Caldirola (M) al 35'. Calci d'angolo 4-3 per la Juventus. Recupero: 0'+4'.

© Riproduzione riservata