Juventus-Ronaldo: Fine Della Storia, CR7 Passa Al Manchester United

Juventus-Ronaldo: Fine Della Storia, CR7 Passa Al Manchester United

Il portoghese lascia la Vecchia Signora dopo tre stagioni e 101 reti, ma senza essere riuscito nell'impresa di riportare i bianconeri in cima all'Europa

stampa articolo Scarica pdf

Cristiano Ronaldo non è più un giocatore della Juventus: il campione portoghese si è accasato al Manchester United (tornando ai "diavoli rossi" dopo dodici anni), chiudendo l'avventura in bianconero senza essere riuscito nell'impresa di riportare la Vecchia Signora in cima all'Europa.

Infatti, quando la Juventus annunciò (nell'estate 2018) il suo tesseramento, tanti ipotizzarono che CR7 potesse consistere nell'uomo giusto per condurre il sodalizio piemontese alla conquista di quella Champions League che gli manca dalla remota annata 1995-'96.

A distanza di un triennio, si può tranquillamente affermare che tali aspettative sono andate deluse, poiché tutte le stagioni "ronaldiane" hanno visto i bianconeri estromessi anzitempo dalla massima competizione continentale, sempre per mano di avversari teoricamente alla portata: l'Ajax nel 2018-'19, l'Olympique Lione nel 2019-'20 e il Porto nel 2020-'21.

Deludente anche il ruolino di marcia nazionale, in quanto nel triennio 2018-2021 il club bianconero si è aggiudicato due scudetti (mancando il titolo nel 2020-'21), una Coppa Italia (2020-'21) e due Supercoppe Italiane (2018 e 2020): un "bottino" da far impallidire se paragonato ai quattro scudetti, le altrettante Coppe Italia e la Supercoppa Italiana conquistati nel quadriennio 2014-2018.

Il tutto, ovviamente, a prescindere dai "numeri" di CR7, autore di 81 reti (in 98 partite) in campionato, 4 (in 10 incontri) in Coppa Italia, 14 (in 23 gare) in Champions League e 2 (in 3 confronti) in Supercoppa Italiana, per un totale di 101 marcature in 134 partite, corrispondenti a una media di 0,75 goal a gara.

L'esperienza di Ronaldo alla Juventus consiste nella conferma del fatto che un campione non può trascinare da solo una squadra al trionfo se i suoi compagni non sono adatti.

Valga quale esempio Diego Armando Maradona: senza il "pibe de oro" il Napoli non sarebbe mai arrivato alla conquista dello scudetto, ma il fuoriclasse argentino non avrebbe potuto scrivere la storia senza compagni d'altissimo valore quali (per citarne alcuni) Salvatore Bagni, Andrea Carnevale, Fernando De Napoli, Claudio "Garellik" Garella e Bruno Giordano.

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: Emanuele Gambino (Unfolding Roma Magazine)

© Riproduzione riservata