Porto 1 - 0 Milan 19.10.2021

I rossoneri restano ancora fermi al palo

stampa articolo Scarica pdf

Zero punti in due partite: questo lo score del Milan dal giorno del ritorno in Champions League dopo sette anni. Un quadro impietoso, che però non rappresenta quanto la squadra di Stefano Pioli ha messo in mostra sul campo. Se a Liverpool la sconfitta era stata meritata e avrebbe potuto essere anche più ampia, contro l'Atletico Madrid i rossoneri avevano dominato la prima mezz'ora, prima di farsi del male da soli con l'espulsione di Kessié e i campi difensivi del tecnico, per poi essere puniti oltremodo dalla sciagurata decisione arbitrale di assegnare un rigore inesistente agli spagnoli nel finale.

Proprio la mezz'ora di San Siro è il punto dal quale il Milan deve ripartire e ci prova nonostante l'infermeria sia ancora piena. In difesa è confermato Ballo Touré sulla sinistra, nonostante il brutto primo tempo contro il Verona, mentre in mezzo torna titolare il totem Kjaer al posto di Romagnoli, così come a centrocampo si rivede Tonali al fianco di Bennacer e Krunic a fare da raccordo col reparto offensivo. Per l'attacco, la scelta del ruolo di titolare cade ancora una volta su Giroud, mentre sulla sinistra è Leao a partire dal primo minuto, con Saelemaekers a destra.

Sergio Conceiçao, allenatore dei portoghesi e vecchia conoscenza del nostro campionato dove ha militato in Parma, Inter e Lazio , propone un classico 4-4-2 con Pepe a guidare la difesa, centrocampo in linea composto da Oliveira, Uribe, Otavio e Diaz, dietro alla coppia d'attacco formata da Evanilson e Taremi.

Subito pericoloso il Porto, che dopo cinque minuti coglie un palo con Luis Diaz, andato al tiro dopo una percussione centrale. La risposta del Milan arriva al quarto d'ora di gioco, con una bella azione sulla sinistra di Ballo Touré, che serve in area Krunic, ma quest'ultimo non è lesto a calciare e permette il rientro di Pepe. Sono comunque i portoghesi ad avere saldamente in mano le redini della partita, giocata su ritmi che paiono essere troppo elevati per i rossoneri di questa sera e poco dopo la prima metà della frazione trovano un'altra possibilità di andare in rete con un bel tiro al volo di Taremi, che esce a lato di poco.

Poche le emozioni nell'ultimo quarto d'ora, con gli spettatori costretti a svegliarsi dal torpore proprio sul finale, quando Otavio calcia alto da buona posizione e, nell'azione successiva, Giroud trova la porta con un colpo di testa sul quale Costa non ha grandi problemi ad arrivare. Le squadre scendono quindi negli spogliatoi a reti inviolate.

Al rientro in campo delle squadre, nelle file dei padroni di casa c'è Zanusi al posto di Wendell, rimasto negli spogliatoi. I portoghesi ripartono da dove si erano fermati, rendendosi subito pericolosi con Taremi, che si libera di Tomori e va alla conclusione di sinistro, spaventando Tatarusanu che può soltanto guardare la palla spegnersi a lato. Poco dopo, il centrale rossonero si riscatta andando a rimediare ad un errore di Ballo Touré che aveva permesso a Otavio di liberarsi in area, deviando in angolo la conclusione di quest'ultimo con una scivolata.

Triplo cambio per Pioli poco prima dell'ora di gioco, con l'ingresso di Zlatan Ibrahimovic, Kalulu e Romagnoli al posto di Giroud, Ballo Touré e Tomori. Serve a poco, perché i piani dell'allenatore rossonero vengono scombinati dalla rete di Luis Diaz, che conquista palla dopo uno scontro di gioco tra Taremi e Bennacer e la depone alle spalle di un incolpevole Tatarusanu. I portoghesi vanno vicini anche al raddoppio, con Pepe che prova la conclusione sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma il suo sinistro si spegne di poco a lato.

Il Milan pare non avere le forze né fisiche, né mentali per colmare un divario tecnico che stasera pare mettere di fronte squadre di una categoria diversa. Gli ultimi venti minuti vedono il Porto in totale controllo contro una squadra rassegnata, che al triplice fischio si ritrova con ancora zero punti in classifica del girone. Ora l'impresa per i rossoneri si fa improba e le poche speranze residue si giocheranno nel match di ritorno contro i portoghesi che si disputerà ad inizio novembre a San Siro.

FORMAZIONI UFFICIALI:

PORTO (4-4-2): Diogo Costa; Joao Mario, Pepe, Mbemba, Wendell (46' Zanusi), Sergio Oliveira, Uribe, Otavio (91' Grujic), Luis Diaz; Evanilson (67' Corona), Taremi (84' Martinez). All. Conceiçao

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, Tomori (58' Romagnoli), Ballo Touré (58' Kalulu); Tonali (66' Bakayoko), Bennacer; Saelemaekers, Krunic (82' Maldini), Rafael Leao; Giroud (58' Ibrahumovic). All. Pioli

 Matteo Tencaioli

© Riproduzione riservata