Lazio Verona 2 0 E Riapre La Campagna Abbonamenti

La Lazio e i suoi tifosi sempre più uniti: dopo la vittoria contro il Verona, annunciata la riapertura della campagna abbonamenti

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio torna a vincere in campionato: dopo la sconfitta contro il pareggio contro la Sampdoria e la sconfitta contro il Napoli, è arrivato il successo contro il Feyenoord nell’esordio europeo, serviva il successo in campionato per smuovere la classifica ed è arrivato contro il Verona. Una partita bloccata per più di un tempo, poi il gol di Immobile l’ha sbloccata e allo scadere è arrivato il gol del 2 a 0: non era facile, per una serie di motivi che ha spiegato anche il tecnico Maurizio Sarri al termine della partita: “Quando ti vengono a prendere uomo contro uomo sono tutte partite complicate e il terreno di gioco è assurdo, non da squadre professionistiche”. Le caratteristiche del Verona, il pessimo terreno di gioco dell’Olimpico e ovviamente il terzo impegno in otto giorni: “Lo dicevano i numeri che sarebbe stato complicato: alla fine lo scorso  campionato è stato condizionato da questo. Per chi gioca in Europa è difficile per tutti, noi l’anno scorso l’abbiamo fatta diventare ancora più difficile del normale”. Quindi questi tre punti pesano il doppio perché sono la risposta alla ricerca di maturità.

Ora la Lazio sarà impegnata con due trasferte consecutive: contro il Midtjylland, in Danimarca per la seconda gara di Europa League, e contro la Cremonese. Poi ci sarà la pausa, ma al rientro si torna all’Olimpico per Lazio-Spezia e la Lazio ha ufficializzato un “regalo” ai suoi tifosi. Annunciata al termine di Lazio-Verona la riapertura della campagna abbonamenti. In estate è stata un successo, in queste prime gare di campionato lo stadio ha dimostrato di dare una spinta in più alla squadra e il feeling tra Lazio, laziali e mister è sempre più stretto. Il gioco e i risultati potrebbero portare nuovi abbonamenti e l’appuntamento per tutti è allo Stadio Olimpico.

Enrica Di Carlo

Foto Gianandrea Gambini

© Riproduzione riservata