ROMA LAZIO 0-1 Stag 2022-23

UN GOL DI FELIPE ANDERSON SU ERRORE DI IBANEZ REGALA DERBY E TRE PUNTI ALLA LAZIO DI SARRI.

stampa articolo Scarica pdf

Sarrismo è anche non prendere gol, cambiare il modo di giocare e di vincere il derby senza mai far tirare in porta gli avversari. Il gioco offensivo per forza di cose potrebbe risentirne, ma se si segna un gol e si vince la partita va bene, se è il derby è meglio ancora.

cronaca

Sarri sceglie la fantasia di Luis Alberto alla dinamicità di Basic confermando tutto il resto e cioè, Provedel in porta, Lazzari e Marusic terzini, Casale e Romagnoli centrali di difesa. Cataldi, capitano, con a fianco Luis Alberto e Vecino, Anderson, Pedro e Zaccagni gli avanti offensivi. Roma con Abraham e Zaniolo.

Roma in pressing alto fin dal primo minuto, Lazio pronta a cambiare le proprie abitudini di palleggio per partire di contropiede. Al 2’ Abraham prova a farsi vedere al tiro ma Provedel blocca a terra. Ci prova anche Zaniolo al 5’ ma pallone alto. Al 8’ primo strappo di Zaccagni e subito cartellino per Mancini per gioco scorretto sull’esterno biancoceleste. Roma, tanto pressing ma poche idee di gioco, tanto possesso nella propria metà campo e Lazio che non riesce a creare il solito gioco. Ammonito Lazzari per gioco scorretto su Zalewski. 29’ nel solito fraseggio dietro della Roma nasce il gol biancoceleste, Pedro in pressione su Ibanez che perde palla, Felipe Anderson se ne impossessa e deposita di in rete senza che Rui Patricio possa fare nulla. 33’ risposta Roma con Zaniolo che prova il tiro da sinistra, Marusic devia e mettendo fuori causa Provedel, palla sulla traversa e in campo. Due minuti di recupero di Orsato per fischiare la fine del primo tempo.

Dentro Celik e fuori l’ammonito Mancini al rientro dagli spogliatoi. 50’ Vecino ammonito per un fallo su Zaniolo, 52’ su corner di Pellegrini Provedel sbaglia intervento ma Smalling non trova la porta di testa. 53’ fuori per infortunio Pellegrini, dentro Volpato. 63’ dentro anche El Shaarawy per Karsdorp, 67’ Zaniolo di prepotenza in area ma Romagnoli e Provedel sbrogliano il tutto. Cambi per Sarri, dentro Cancellieri e Hysaj per Pedro e Lazzari e subito dopo dentro Basic per Luis Alberto. 72’ ripartenza Lazio con Cancellieri, sgroppata sulla destra, entra in area ma non trova nessuno in area, scarico dietro per Anderson che prova il tiro a giro, miracolo di Rui Patricio e palla in angolo. Mourinho ne cambia altri 2, Belotti e Matic per Zalewski e Camara. Roma in possesso palla, Lazio chiusa a riccio senza dare mai uno sbocco al non gioco giallorosso. Fuori Zaccagni per Romero, al 87’ ammoniti Rui Patricio e Radu per un diverbio davanti alla panchina della Lazio. 8 minuti di recupero, divenuti 10 dopo che Belotti è rimasto a terra per un colpo alla testa. Fischia la fine Orsato e i tifosi della Lazio possono festeggiare. Un plauso speciale per l’arbitro di Schio, sempre in pugno la partita, ha fischiato poco e bene, ha sedato ogni tipo di rissa senza dare cartellini a destra o a manca e soprattutto ha dimostrato per l’ennesima volta la sua professionalità.

Giuseppe Calvano

Foto SS Lazio sito ufficiale

© Riproduzione riservata