JUVENTUS LAZIO 3 - 0 Stagione 2022-2023

TANTA JUVENTUS, POCA LAZIO. BIANCOCELESTI STANCHI E LE ASSENZE HANNO PESATO. MILINKOVIC PROVA INCOLORE.

stampa articolo Scarica pdf

 La Lazio non può lasciare a una Juventus in crescita da settimane 3 giocatori fondamentali per il suo gioco, Lazzari spina fastidiosa sulla destra, Zaccagni determinante sulla sinistra e Ciro Immobile, capocannoniere da una vita. Sarri e il suo gioco diventano prevedibili, quasi innocui davanti, palloni giocabili per Anderson non ne è arrivato uno, Milinkovic ci ha messo del suo quasi regalando il gol del 1 a 0 e la frittata è fatta. Questa prima parte di stagione di sicuro non è da buttare ma stasera la Lazio si è dimostrata negli 11, anzi nei 16 molto al di sotto della Juventus.

Cronaca

Sarri concede fiducia a Romero, fresco eroe della gara con il Monza, lascia ancora una volta Luis Alberto in panchina, dentro Basic con Milinkovic e Cataldi, Pedro e Felipe Anderson in compagnia di Romero, confermati in difesa Casale e Romagnoli, Hysaj e Marusic con Provedel in porta, assenti Immobile, Zaccagni e Lazzari per infortunio. Allegri con i recuperati Chiesa e Di Maria in panchina, dentro Kean e Milik con Rabiot ancora una volta titolare.

Ritmi alti delle due squadre, soprattutto nel pressing iniziale nella tre quarti opposta. Allegri vuole tagli di campo improvvisi di Fagioli e Rabiot per Kostic e Cuadrato facendo densità a centrocampo. Al 6’ Kean prova a districarsi in area ma il suo tiro è fuori la porta di Provedel, al 8’ si accende Milinkovic con un taglio centrale per Romero, Szczesny blocca a terra. 11’ Fagioli prova a calciare forte da fuori area su assist di Kostic, Provedel blocca in due tempi. Continua il pressing forte delle due squadre che non concedono nulla, al 19’ Milik prova a calciare da fuori non trovando lo specchio della porta. 3 ammoniti dal 25’ al 28’. Gatti, Milinkovic e Bremer, tutti per gioco falloso. 40’ Pedro calcia da lontano ma il portiere Juve devia in angolo, Casale sugli sviluppi dell’angolo non trova la porta di testa. 43’ gol della Juventus, Rabiot soffia palla a Milinkovic, assist per Kean che sull’uscita di Provedel fuori dall’area azzecca un pallonetto d’autore sotto la traversa, la Lazio torna a prendere gol in trasferta dopo tantissimo tempo, ultimo a Genova contro la Samp. 46’ ci prova Milinkovic ma Danilo devia in angolo, dopo 2 minuti l’arbitro fischia la fine del primo tempo.

Nessun cambio nelle due squadre, Lazio che deve recuperare. 49’ Milik tenta il tiro sul primo palo, Provedel respinge bene, ci prova anche Locatelli ma il portiere della Lazio respinge ancora. 52’ Milinkovic per Pedro lanciato nello spazio, l’ex Barcellona viene fermato in extremis da un grande recupero di Cuadrato. Dall’altre parte, fallo su Romagnoli non fischiato, Cataldi perde palla su Rabiot che serve Kostic sulla destra in area, gran tiro a incrociare, Provedel respinge ma Kean ben appostato deposita in rete il 2 a 0. Lazio che non reagisce, Sarri prova con i cambi a dare la scossa. Dentro Luis Alberto, Vecino e Cancellieri per Cataldi, Romero e Basic. 61’ Luis Alberto avrebbe subito la palla per riaprire la partita ma Szczesny blocca a terra. 62’ Provedel respinge in due tempi un gran tiro di Kean. Dentro Di Maria, Chiesa per Kostic e Kean. Dentro anche Gila e Marcos Antonio per Milinkovic e Hysaj. Per la Juve dentro Paredes per Locatelli. 89’ la Juventus chiude la partita, Chiesa sfonda a sinistra, cross basso e Milik tutto solo deposita in rete. 93’ ci prova Vecino ma palla in angolo, 94’ Anderson prova la grande conclusione ma Szczesny dice di no. L’arbitra fischia la fine, Juventus 3 Lazio 0.

Giuseppe Calvano

Foto Gianandrea Gambini

© Riproduzione riservata