Bologna Lazio 0 A 0 Un Punto E Poche Emozioni

Bologna Lazio 0 A 0 Un Punto E Poche Emozioni

La Lazio si ferma a Bologna: non subisce e torna a Roma con un punto senza approfittare degli stop di Inter e Atalanta

stampa articolo Scarica pdf

Termina 0 a 0 tra Bologna e Lazio l'anticipo della 26^ giornata di Serie A. La Lazio non approfitta delle sconfitte di Inter e Atalanta, impatta contro un ottimo Bologna portando a casa un punto figlio di una partita appena sufficiente.  La squadra di Sarri paga come non mai l'assenza di un centravanti: senza Immobile e una valida alternativa, non riesce a concludere e spreca tutto.

Resta terza in classifica ad un punto dall' Inter, in attesa delle sfide di Roma e Milan.

Primo tempo 

Inizia bene il Bologna, dimostrandosi sempre ben messo in campo e con Barrow sempre protagonista dei tentativi di attacco. Per vedere la prima vera azione della Lazio occorre aspettare, prima la triangolazione  Zaccagni-Anderson, che si chiude con un  tiro altissimo,  poi al 14^ Milinkovic  va a pescare Pedro bravo nello stop, meno nel tiro che termina fuori con Skorupski che sembrava già battuto. Ancora Pedro al 16^ con un tentativo a metà tra tiro e assist, lo prende a terra Skorupski che si lascia scappare il pallone. Non ci sono giocatori della Lazio pronti ad avventarsi sul pallone e può recuperare portiere felsineo.

Magia di Pedro e Luis Alberto che fanno filtrare il pallone fino a Zaccagni che si invola verso l'area avversaria, fermato al limite da Posch. Non c'è nulla per Maresca. 

Al 28^  palo del Bologna con Ferguson che colpisce di testa, impatta bene, ma Provedel si salva grazie al palo. Ancora Bologna al 32^ Moro va via a tutti, serve Barrow che libera il tiro,  ma Provedel è  reattivo, si stende e salva in angolo.

Al 34^ salva i suoi Skorupski con un doppio intervento su Luis Alberto, ribattuto, ci arriva Anderson, ma trova il portiere pronto al miracolo. 

Al 43^ tegola in casa Lazio: brutta botta di Aebischer ai danni di Hysaj che resta a terra a lungo, prova a continuare a giocare, ma zoppica vistosamente. 

Si aggiunge a questa il giallo a Vecino per una spinta, diffidato il centrocampista salterà il derby di domenica prossima. 

Secondo tempo

Partono subito bene le squadre: prima l'errore di Posch che libera un corridoio per Anderson che sbaglia, non Servendo né Pedro né Milinkovic quindi sul cambio di fronte il tentativo di Kyriakopoulos. Il suo pallone attraversa l'area, ma non trova nessuno pronto a deviare.

Al 51^ opportunità per la Lazio. Luis Alberto di tacco fa partire Zaccagni che serve al centro Anderson. Il numero 7 fa tutto bene, ma tarda il tiro, quando si decide ad aprire per Zaccagni è tardi e il tentativo del numero 20 è inoffensivo. 

Al 56^ il primo cambio lo effettua Thiago Motta: dentro Zirkzee per Kyriakopoulos. Al 61^ dentro anche Medel Pyythia per Schouten e Moro.

Primo cambio di Sarri al 63^ con Basic dentro per Luis Alberto.

Si accende la Lazio, ma l'assenza di Ciro Immobile e  di un classico centravanti si fa sentire. I tre davanti ci provano e si sacrificano, ma manca l'ultimo passaggio.

Al 77^ Vecino prova a replicare quanto fatto a Napoli: Barrow si immola e regala il primo calcio d'angolo della partita per la Lazio.

Nel Bologna dentro anche Soriano per Aebischer e Sarri manda in campo Cancellieri al posto di Pedro.

All' 81^ erroraccio di Casale e Basic che stanno per regalare il gol del vantaggio al Bologna con Barrow. 

 La Lazio chiude in area avversaria, ma senza mai essere realmente pericolosa: chiude senza subire, ma torna a Roma con un mesto punti.

Enrica Di Carlo Foto Gianandrea Gambini

© Riproduzione riservata