LAZIO ROMA 1 - 0

ZACCAGNI DECISIVO, SARRI VINCE ANCHE IL SECONDO DERBY DI STAGIONE. TIFOSERIA LAZIALE IN APOTEOSI

stampa articolo Scarica pdf

Sarri si porta a casa il secondo derby stagionale e regala ai propri tifosi una gioia immensa. Dopo la non bella figura di giovedì in Conference, la gente laziale aspettava questa partita cosi come promesso da mister Sarri alla vigilia, e partita vera è stata. La Lazio ci ha messo testa e cuore, ha subito la grinta iniziale della Roma, ha saputo gestire l’espulsione di Ibanez cercando di imbastire azioni che potessero trasformarsi in gol e ha avuto gli attributi giusti per portare a casa il vantaggio minino. L’ennesimo clean sheet stagionale regala il secondo posto provvisorio aspettando l’Inter di Inzaghi, bisogna fare i complimenti a Sarri per come ha costruito la nuova difesa, l’investimento su Casale, la scelta di Romagnoli e la crescita di Marusic. Bisognerà crescere anche come mentalità, intanto la Lazio regala l’ennesima gioia ai propri sostenitori.

Cronaca

Provedel recupera dall’attacco influenzale e si prende il posto da titolare nel derby, Casale e Romagnoli i centrali di difesa, Marusic e Hysaj i terzini, terzetto di centrocampo titolare con Cataldi, Milinkovic e Luis Alberto, Pedro a destra, Zaccagni a sinistra e Felipe Anderson a fare la punta. Sarri sceglie la migliore Lazio per una delle partite più importanti della stagione. Mourinho con El Shaarawy e Abraham in panchina, spazio per Belotti e Dybala.

Partita che si dimostra maschia fin dal fischio iniziale del signor Massa della sezione di Imperia, con la Lazio a tenere possesso palla e gioco e Roma chiusa a difendere pronta a partire con Dybala e Belotti a fare sportellate. Al 5’ ci prova Luis Alberto da lontanissimo, palla fuori controllata da Rui Patricio. 8’ cartellino giallo per Ibanez, fallaccio da dietro su Anderson, partita nervosa, ogni azione un fallo e proteste da una parte e dall’altra. 16’ ancora un fallo di Mancini su Zaccagni, stavolta niente cartellino ma solo avvertimento per il calciatore giallorosso. 18’ tiro alto di Wijnaldum su azione di contropiede della Roma. Risponde subito la Lazio, Zaccagni sfugge via a sinistra, serve Anderson che si gira in area e calcia verso la porta ma debolmente, presa bassa di Rui Patricio. 25’ altro cartellino, Luis Alberto duro su Zalewski. 29’ tiro a giro di destro di Zaccagni ma Rui Patricio blocca a terra. 32’ episodio determinante per la partita, Milinkovic in ripartenza viene scalciato da Ibanez sulla tre quarti laziale, secondo giallo ed espulsione per il difensore giallorosso. 37’ Milinkovic sull’ennesimo assist di Zaccagni in piena area prova la bicicletta, pallone fuori dallo specchio, peccato perché la posizione era davvero ottima e senza avversari a contrastare. 44’ ennesima rissa, stavolta sulle panchine, espulsi due accompagnatori, uno per parte. 48’ Pedro prova la conclusione verso la porta, il volto di Smalling non permette al pallone di arrivare nella zona di Rui Patricio. Tre minuti di recupero e Massa manda le squadre negli spogliatoi.

Lazio in campo in netto anticipo dei giocatori della Roma per l’inizio del secondo tempo. La Roma lascia negli spogliatoi Dybala che lascia il posto a Llorente. 53’ occasione Lazio, Luis Alberto dalla distanza prova il destro di potenza, Rui Patricio smanaccia in angolo. Lazio sempre in possesso palla, Roma chiusa dietro la linea della palla cercando di non concedere spazi. 55’ ancora Luis Alberto dal limite, pallone fuori. 58’ ripartenza Roma con Belotti, Romagnoli in ritardo si prende il giallo da Massa. Ci prova ancora Luis Alberto, murato dalla difesa biancoceleste. 65’ il momento magico che sblocca la partita, Anderson la tocca di precisione imbucando Zaccagni in velocità, l’ex Verona entra in area e piazza un destro preciso nell’angolo basso, tripudio dei tifosi laziali. Dentro Matic e Abraham per Wijnaldum e Belotti. 67’ la Roma pareggia subito, cross dalla sinistra, colpo di testa di Mancini, Smalling la tocca e Casale devia verso la propria porta, Massa dopo un attimo di indecisione aspettando il fuori gioco automatico annulla per off side del difensore. Grande sospiro di sollievo per Sarri e compagnia. 77’ Spinazzola prova il tiro da lontanissimo, Provedel respinge in corner. Fuori Llorente, entrato al 45’ per El Shaarawy. 80’ Pellegrini su assist di Abraham calcia lontanissimo, non in serata il capitano giallorosso. 81’ ammonito Mancini per fallo su Hysaj. Fuori l’autore del gol Zaccagni, dentro Cancellieri. 84’ fuori Pellegrini dentro Solbakken, per la Lazio dentro Basic per Pedro. Dopo 6 minuti di recupero, Mass fischia la fine e consegna il secondo derby stagionale alla Lazio

Giuseppe Calvano.

© Riproduzione riservata