Riflessioni Su Italia-Inghilterra 1-2 Qualificazioni Campionato Europeo 2024

Riflessioni Su Italia-Inghilterra 1-2 Qualificazioni Campionato Europeo 2024

Passo falso degli Azzurri, tra le cui fila si registrano le pessime prove di Di Lorenzo, Verratti e Jorginho. Pienamente positiva, invece, la prestazione del debuttante Retegui

stampa articolo Scarica pdf

Passo falso dell’Italia nella gara d’esordio delle qualificazioni al Campionato Europeo 2024: gli uomini del CT Mancini vengono, infatti, battuti per 1-2 al “Diego Armando Maradona” di Napoli da un’Inghilterra dominatrice nel primo tempo e poi brava nel gestire il vantaggio nella ripresa, resistendo alla praticamente sterile (rete di Retegui a parte) pressione azzurra.

Passati a condurre al 13’ grazie a un “guizzo” di Rice (abile nel risolvere una mischia su azione da calcio d’angolo, sorprendendo le “belle statuine” italiane), gli albionici raddoppiano al 44’ con un calcio di rigore concesso (dopo un controllo al VAR) per un fallo di mano di Di Lorenzo e freddamente trasformato da Kane (che con tale marcatura diventa il miglior realizzatore in assoluto con la selezione “dei tre leoni”, superando Rooney), per poi fallire clamorosamente il tris al 46’ con Grealish (che solo soletto manca clamorosamente da due passi l’appoggio nella porta sguarnita), andando al riposo avanti di due reti.

La seconda frazione di gara vede l’Italia giocare meglio, andando a segno già al 56’ con Retegui, che (ottimamente servito da Pellegrini) batte Pickford con un perfetto destro diagonale rasoterra ravvicinato: il goal riapre la contesa, ma il successivo predominio territoriale dei padroni di casa non genera azioni veramente pericolose per la porta degli inglesi, i quali fanno loro l’intera posta in palio.

Tra gli Azzurri si registrano le pessime prove di Di Lorenzo (oltre al rigore provocato, il primo tempo lo vede in costante affanno nei confronti di Grealish), Verratti e Jorginho (ambedue pessime controfigure dei giocatori ammirati nella vittoriosa rassegna continentale), mentre è pienamente positiva la prestazione di Retegui: all’esordio in Nazionale, appena arrivato da oltreoceano e potendo contare su pochissimi allenamenti con i nuovi compagni, l’attaccante del Tigre si è rivelato un gran lottatore, muovendosi bene, andando a segno e provocando l’espulsione di Shaw, dunque dimostrando di avere i mezzi per diventare una colonna della “nuova Italia”.

Nell’altra gara del raggruppamento, successo casalingo per 2-1 della Macedonia del Nord con Malta, mentre l’Ucraina ha osservato il suo turno di riposo.

La seconda giornata, in programma il prossimo 26 marzo, vedrà l’Italia impegnata a Malta, l’Inghilterra ospitare l’Ucraina e la Macedonia del Nord riposare: gli Azzurri dovranno assolutamente far bottino pieno con gli affatto irresistibili “Cavalieri di San Giovanni” (allenati dal nostro connazionale Michele Marcolini), in modo da “muovere” la classifica e risollevare il morale.

LE PAGELLE AZZURRE

Donnarumma 6; Di Lorenzo 4, Acerbi 5, Toloi 5, Spinazzola 6; Barella 5 (dal 62’ Cristante 6), Jorginho 4 (dal 69’ Tonali 6), Verratti 4 (dall’88’ Scamacca s.v.); Berardi 5 (dal 62’ Politano 6), Retegui 6.5, Pellegrini 6 (dal 69’ Gnonto 6.5). CT: Roberto Mancini 5.5. 

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: pagina Facebook ufficiale della Nazionale Italiana di Calcio (uso editoriale).

© Riproduzione riservata