Riflessioni Su Malta-Italia 0-2 Qualificazioni Campionato Europeo 2024

Riflessioni Su Malta-Italia 0-2 Qualificazioni Campionato Europeo 2024

Pur senza entusiasmare, gli Azzurri compiono il loro dovere tornando da Malta con l’intera posta in palio. A segno Retegui (alla seconda rete in due partite) e Pessina (primo goal della Nazionale realizzato da un giocatore del Monza)

stampa articolo Scarica pdf

La seconda giornata del girone C di qualificazione al Campionato Europeo 2024 vede l’Italia imporsi per 2-0 a Malta grazie alle reti di Mateo Retegui al 15’ e di Matteo Pessina al 27’: per l’oriundo si tratta della seconda realizzazione in altrettante gare con la maglia azzurra, mentre quella di Pessina consiste nella prima storica marcatura della Nazionale Italiana firmata da un giocatore del Monza.

La trasferta maltese ha visto gli Azzurri conquistare i tre punti d’obbligo, mentre per quanto riguarda il gioco bisognerà attendere che si crei il famoso amalgama.

Senza dubbio, continua a brillare la stella di Retegui: catapultato in breve tempo dall’Argentina al contesto italiano e potendo contare su pochi allenamenti con i nuovi compagni, l’attaccante del Tigre ha dimostrato d’essere un “rapace” dell’area di rigore, magari non di eccellente tecnica ma comunque utile a dar linfa a un reparto avanzato azzurro in precedenza assolutamente sterile.

Alcuni “mai contenti” o “criticon de’ criticoni” hanno mosso critiche per il fatto che egli ancora non parli italiano e, dunque, nelle interviste risponda in spagnolo: a parte il fatto che il bomber azzurro è de jure nostro connazionale (la legge è legge, che piaccia o no), nonché italiano d’origine (oriundo), a tali “schizzinosi” va ricordato che “gli argentini sono italiani che parlano spagnolo” (frase di Jorge Luis Borges) e che parecchi di coloro i quali criticano Retegui per il suo non esprimersi (ancora) nel nostro idioma spesso sbagliano il congiuntivo, in pratica confermando la famosa parabola “della pagliuzza e della trave” proferita da Nostro Signore Gesù Cristo.

Nell’altra gara del raggruppamento, affermazione interna per 2-0 dell’Inghilterra sull’Ucraina, mentre la Macedonia del Nord ha osservato il suo turno di riposo.

Gli uomini del CT Roberto Mancini torneranno in campo il prossimo 15 giugno, quando saranno opposti (in quel di Enschede) alla Spagna nella seconda semifinale di Nations League, mentre per quanto riguarda le qualificazioni alla rassegna continentale le prossime sfide degli Azzurri saranno Macedonia del Nord-Italia del 9 settembre e Italia-Ucraina di tre giorni più tardi.

Questa la classifica del girone C delle qualificazioni europee dopo due giornate: Inghilterra (2 partite) 6 punti; Italia (2) e Macedonia del Nord (1) 3; Ucraina (1) e Malta (2) 0.

LE PAGELLE AZZURRE

Donnarumma 6.5; Di Lorenzo 6 (dal 46’ Darmian 6), Scalvini 6 (dall’83’ Toloi 6), Romagnoli 6, Emerson Palmieri 6; Pessina 6.5, Cristante 6, Tonali 6 (dal 67’ Verratti 6); Politano 6, Retegui 6.5 (dal 66’ Scamacca 6), Gnonto s.v. (dal 22’ Grifo 6.5). CT: Roberto Mancini 6.

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: pagina Facebook ufficiale della Nazionale Italiana di Calcio (uso editoriale).

© Riproduzione riservata