Monza Lazio 0 2 Il Ritorno Del Sergente Milinkovic

Monza Lazio 0 2 Il Ritorno Del Sergente Milinkovic

Un 2 a 0 su punizione firmato Milinkovic Savic segna il ritorno del vero Sergente, nel giorno in cui anche Immobile ritrova il campo

stampa articolo Scarica pdf

Bentornati Milinkovic e Ciro Immobile. Uno c’è sempre stato, l’altro è tornato in campo dopo l’infortunio. A Monza, l’attaccante biancoceleste ha rivisto il campo per una mezz’ora scarsa, per rimettere minuti sulle gambe e tornare a completa disposizione sabato nel big match contro la Juventus.

Milinkovic Savic invece è tornato almeno a Monza quello vero, quello che la Lazio e i laziali aspettavano da tempo. Il mondiale aveva restituito il fratello meno forte: nel derby grande grinta e carattere dopo una serie di prestazioni anonime. Il mister Maurizio Sarri aveva spiegato che le prestazioni di Milinkovic erano “serie”, di sostanza, nonostante il giocatore non fosse al 100 per cento, nonostante un virus lo avesse debilitato. Sempre in campo, anche se meno protagonista.

Contro il Monza, ancora con la fascia da capitano dal primo minuto, stava disputando la classica partita senza sbavature, poi la gemma. Al 56^ su calcio di punizione ha messo il risultato in sicurezza: applausi per lui che si è scrollato di dosso le critiche ricevute, che per sua stessa ammissione, gli hanno fatto male. Ha lavorato tanto e si è visto: con il gol contro il Monza non solo ha blindato il risultato e il secondo posto in classifica della sua Lazio, ma con la punizione perfetta contro il Monza, arriva a quota 65 reti che lo proclamano il miglior marcatore straniero con la maglia biancoceleste e in Serie A con 53 gol è dietro solo a Miro Klose.

Con questi numeri, con il suo recupero e il rientro del bomber Immobile la corsa per la Champions diventa sempre più interessante.

Enrica Di Carlo Foto Roberto Proietto

© Riproduzione riservata