Isabella Rossellini Ammalia La Festa Del Cinema Di Roma

Isabella Rossellini Ammalia La Festa Del Cinema Di Roma

La modella, attrice, regista e, da oltre un decennio anche contadina, riceve il Premio alla Carriera alla Festa del Cinema di Roma e tiene una masterclass sold out

stampa articolo Scarica pdf

Eleganza, classe, bellezza e una professionalità straordinaria e poliedrica questo e molto altro è Isabella Rossellini, che arriva alla Festa del Cinema di Roma  per presentare " A season with Isabella Rossellini", della francese Marian Lacombe,  ma anche nella sua triplice veste di regista, Premio alla Carriera ed esperta e professionista di una masterclass sold out.

Classe 1952, Isabella Rossellini è attrice, modella, testimonial Lancôme, etologa, regista e gestisce anche una fattoria biologica nel New Jersey - non necessariamente in quest’ordine - e ha letteralmente conquistato il pubblico e gli addetti ai lavori della Festa del Cinema di Roma 2023.

Figlia d'arte, nasce a Roma dal matrimonio dell'attrice Ingrid Bergman, icona del Novecento, con il regista italiano Roberto Rossellini, uno dei padri del cinema neorealista, che non i suoi film ha cambiato la storia del cinema.

Alla Festa del Cinema di Roma ha presentato una serie di corti e di film  che la vedono regista (Animal Distract Me, Mammas, Darwin, What?, Green Porno, Seduce Me sulle diverse strategie di corteggiamento degli animali,  e Fox Film che affronta un argomento scientifico che le è affine: la domesticazione degli animali). Altri invece che la vedono come attrice come Blue Velvet di David Lynch, Deadh Becomes Her di Robert Zemeckis, Left Luggage di Jeroen Krabbè, My Dad is 100 Years Old e The Saddest Music in the World di Guy Maddin.

In una conferenza stampa gremita l’abbiamo sentita parlare della sua vita, di cinema, di regia, ma anche del suo rapporto con la bellezza e di come è cambiato lo showbiz del beauty e del suo nuovo ruolo come testimonial di inclusività in Lancôme.

Ha ricevuto emozionatissima il Premio alla Carriera da un Renzo Arbore che,  all’inizio della sua carriera, la volle come inviata da New York per l’Altra Domenica, che ha dichiarato: “Sono felice di premiarti non per la grazia, ma per le grazie con cui eserciti tutti i tuoi talenti”, e da un altrettanto emozionata Alice Rohrwacher che l’ha diretta nel suo ultimo film “La Chimera”, anch’esso presentato alla Festa del Cinema di Roma 2023, che l’ha così definita: “Si può essere un'icona, senza rinunciare a essere vivi.”

Ha pubblicamente ringraziato Gian Luca Farinelli, Presidente della Fondazione Cinema per Roma che ha restaurato i film dei genitori Autums Sonata e Stromboli (Terra di Dio) presentati durante l'odierna edizione della Festa del Cinema.

La masterclass che, purtroppo, non ha avuto la consueta interazione con il pubblico che ha gremito la sala, ci ha però presentato una Isabella Rossellini vera, autentica, che ha raccontato a “cuore aperto” la sua vita, le sue professioni, tra alti e bassi, risultando più "normale", perdonatemi il termine, di come siamo abituati a vederla sulla carta patinata, al cinema e in tv.

Una professionista che dopo 45 anni in Lancôme si è vista “accantonare” perché non era più rappresentativa e che da un momento buio ha trovato nuovo slancio per una nuova vita, sfruttando appieno le sue sopite passioni, lo studio, l’etologia e la regia.

Come la stessa dichiara avrebbe voluto iniziare prima queste nuove attività, soprattutto quella da regista, ma la vita può benissimo ricominciare a 50 anni!

Una laurea in Etologia, una fattoria nel New Jersey, 50 corti e 2/3 film più lunghi. Ma anche 45 anni da modella, 9 copertine con Richard Avedon, l’Accademia di Moda, la Scuola di Recitazione, il matrimonio con Martin Scorsese e tanto altro.

Racconta degli aneddoti sui film nei quali ha recitato, con David Lynch in Cuore Selvaggio, voleva assomigliare a Frida Kahlo, avrebbe voluto addirittura i baffi…Mentre in Blue Velvet fu censurata la scena nella quale camminava nuda di schiena perché aveva una grande cicatrice, dovuta alle operazioni subite per la scoliosi, a cui è stata sottoposta per ben due volte.

Non ama particolarmente la chirurgia plastica ed estetica come possiamo ben vedere nella copertina di ottobre di Vogue Italia, che la ritrae meravigliosamente al naturale, radiosa.

Isabella Rossellini ci ha dimostrato di essere una donna, una professionista a 360° gradi, determinata in tutte le cose della sua vita, una forza della natura che vive una seconda giovinezza all’età di 71 anni,  splendidamente vissuti e portati, adorata dal pubblico che le ha tributato, al termine della masterclass,  un lungo e doveroso applauso vero e sincero!

Photo Credits: Festa del Cinema di Roma Official 

Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata