ACCATTAROMA: Il Film Che Parla Di Borgata E Non Solo

ACCATTAROMA: Il Film Che Parla Di Borgata E Non Solo

Alla Festa del Cinema di Roma il film del regista Daniele Costantini, che vede l’esordio degli attori, tutti ex allievi dello Studio Cinema International, selezionati dal casting director Pino Pellegrino

stampa articolo Scarica pdf

Una Roma in bianco e nero a fare da sfondo al nuovo film di Daniele Costantini che racconta di un viaggio dal Mandrione a Rio della Grana, alla Borgata del Gelsomino, “a 1000 passi dalla Cupola di San Pietro”, del protagonista Vittorio, borgataro doc, in una Roma che c’era e che sembra dimenticata e che si paleserà sotto la sua cruda realtà solo nel finale, di cui non vogliamo spoilerare nulla.

Vittorio deve incontrare un suo vecchio amico e altri per tentare di trovare un lavoro, dei soldi, insomma per svoltare, ma anche per vedere questo Rio della Grana di cui ha sempre sentito parlare nella sua borgata.

Durante il viaggio incontra ragazzi e ragazze della sua borgata: Ruggeretto, Amerigo e Begalone, Clementina, Nicoletta e Scintillone, Nasca, Maddalena, Crocifissa e Rossana, Stella la barista, e la Biondina. I ragazzi hanno tutti lo stesso problema, una cronica mancanza di danaro. Cercano tutti di “svoltare la giornata” in qualche modo. Amerigo e Begalone fanno, di mestiere, “i trovatori”, ma non trovano nulla. Nicoletta rimpiange di non essere diventata una “maestra de scola”, e Scintillone, il suo fidanzato, se la prende con la “zozza società” che toglie ai poveri per dare ai ricchi. Nasca cerca di vendere il suo crick, ma a chi?

Alcuni dei ragazzi accompagnano Vittorio per un tratto di strada, poi, stanchi, esausti, lo lasciano e tornano indietro fino al bar di Stella.

Riuscirà Vittorio a trovare Rio della Grana e la Borgata del Gelsomino, e i suoi amici? Andate al cinema per saperlo…

Accattaroma è un film coraggioso, vero, sincero, che come dichiara il regista e i produttori non vuole essere un omaggio a Pasolini ma un occhio di bue sulla borgata, di cui nessuno ha mai il coraggio di parlare, un inno alla romanità, quella verace.

Come ha dichiarato il regista Daniele Costantini: "Accattaroma è un film realizzato con finanziamenti minimi, che nasce da un’idea di ben 2 anni fa, che originariamente doveva essere un corto ma che, grazie a Massimiliano Cardia è diventato un vero e proprio film, ed è stato facile scriverlo perché avevo letto il racconto di Pasolini Rio della Grana, un brevissimo di 6 pagine.

Già il titolo è un mix tra Accattone e Mamma Roma, di pasoliniana memoria, così come i singoli personaggi che via via scorrono sullo schermo, tutti nomi sono tratti da La notte brava, solo Nasca è un nuovo nome.

Anche il protagonista si chiama Vittorio, come in Accattone ma, vista l’età, potrebbe essere lo zio."

Come dichiara Massimiliano Cardia, nella sua doppia veste di produttore e attore protagonista: “E’ stata un’esperienza intensa, abbiamo rappresentato una Roma di un tempo che è stato e che sempre sarà. Io nasco e cresco a Tor Pignattara, ma il mio personaggio non somiglia a me ma a mio padre. Il mio Vittorio trova il mondo a colori solo alla fine del viaggio, dove però non è “nessuno”, dove risulta essere un escluso dalla vita e dichiarerà “Quanto è grande il sole dei Prati. E San Pietro è piccoletto”.

A recitare nel film tutti ex allievi dello Studio Cinema International al loro esordio cinematografico, fatta eccezione per Simone De Bianchi che abbiamo già visto in "Come un gatto in tangenziale",  scelti uno ad uno dal casting director Pino Pellegrino, che incarnavano al meglio le caratteristiche dei personaggi che andavano ad interpretare.

Come dichiara la produttrice Emanuela Morozzi: “La scelta artistica e poetica di  girare il film in bianco e nero è stata affidata a grandissimi professionisti come Daniele Costantini che ne ha curato la regia così come la sceneggiatura a Maurizio Calvese che ne ha curato la fotografia  e le musiche sono del maestro Nicola Piovani che si è innamorato del progetto e ce le ha donate.”

Il cast è composto dai giovani attori: Simone De Bianchi, Samuel Garofalo , Francesco Cassibba, Elisa Sciotti , Alessandro Martellucci , Elisa Rocchetti, Daniele Cartocci , Martina Ballardini, Maria Elena Cianni, Maja Tenaglia, Krizia Moretti, Carolina Di Porto, Marianna Cipriani, Daniele Casalino.

Un film corale che merita di essere alla Festa del Cinema di Roma, nella sezione Freestyle Film e di cui sentiremo sicuramente parlare!

Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata