Fausto Il Monologo Di Alessandro Casiglia

Fausto Il Monologo Di Alessandro Casiglia

Al Teatro Trastevere di Roma lo spettacolo di e con Alessandro Casiglia

stampa articolo Scarica pdf

E’ andato in scena al Teatro Trastevere di Roma, il “Fausto”, di e con Alessandro Casiglia, monologo che si tiene nel proscenio, oscillante tra il satirico e il grottesco, il quale evidenzia il culmine esasperante della civiltà occidentale, che raggiunge il limite in una dimensione decadente ed alienante.

Casiglia, attore e regista, si ispira al Faust di Marlowe, dove il protagonista baratta la sua anima in cambio di 24 anni di vita. 

Il Fausto, condannato a vita eterna, tenterà il suicidio vanamente più volte, senza riuscirci e senza una precisa volontà di morire. Un flusso di coscienza dove il suicidio ha la sua comicità tra scioglilingua, parafrasi e musica, e dove il protagonista invocherà forze oscure che lo abbandoneranno alla solitudine, male dell’uomo moderno.

Il protagonista si fa beffa del progresso e del potere, in una completa assenza di Dio e nel silenzio del Diavolo, Mefistofele, presenza oscura che lo tormenta.

Quest’ultimo, un demonio che appare anche nel  Faust di Goethe, scommette con Dio di riuscire a sedurre il medico e teologo Fausto, il quale ha sempre mantenuto una condotta impeccabile. Dio consente a Mefistofele di tormentare il protagonista finchè avrà vita, in quanto è convinto che egli raggiungerà la salvezza eterna.

Il monologo, dunque, trasporta un Fausto in chiave moderna, creando una Dark opera, rivelando il declino della filosofia europea occidentale con virtuosismi linguistici che rivelano la natura colta e versatile dell’autore.

Casiglia riscrive il mito paradigmatico ed eretico dell’occidente, vorace, bulimico ed asfissiante. Invoca la solitudine di un uomo che ha raggiunto l’acme della sua esistenza nella condanna di non morire, con una recitazione dai toni satirici e grotteschi ed una certa fisicità sul palco, attraverso una tenuta istrionica nella performance.

Il Fausto ha vinto il Roma Fringe Festival nel 2023 come miglior attore e miglior drammaturgia. E ‘ stato finalista al concorso di drammaturgia Ponti di carta.

Photo Credits:  Piero Tauro

Monica Pecchinotti

 

© Riproduzione riservata