TORINO LAZIO 0 - 2 CINICAMENTE LAZIO.

SOFFRE PER TUTTO IL PRIMO TEMPO, ASPETTA L’EPISODIO E COLPICE DUE VOLTE UN TORO IN FORMA. RIPARTE LA RINCORSA CHAMPIONS.

stampa articolo Scarica pdf

Prima Guendouzi, poi Cataldi e la Lazio riparte dopo la sconfitta con il Bologna in casa, l’arbitro Maresca compreso. Sarri conferma la Lazio solita, Provedel con Marusic e Hysaj sulle fasce, Gila e Romagnoli centrali di difesa. Cataldi, Guendouzi e Luis Alberto a centro campo con Isaksen, Immobile e Felipe Anderson in attacco. La Lazio soffre e tanto nel primo tempo. Il Toro affonda spesso a destra con Bellanova, al 5’ Sanabria coglie il palo proprio dopo uno sfondamento del terzino destro, 14’ ancora Bellanova ma la difesa laziale riesce a tamponare in angolo. Al 18’ Sanabria prova da fuori ma Provedel blocca, Lazaro scappa sulla sinistra al 22’ e la mette comoda a Vlasic, colpo di testa che non trova la porta. Al 35’ Bellanova continua a spingere sulla destra, cross preciso per Zapata che di testa spedisce poco fuori la porta di Provedel. 39’ si vede la Lazio con un contropiede di Immobile che però sbaglia la misura del passaggio verso Guendouzi sprecando tutto. 43’ Masina ad un soffio dal palo su corner di Ilic, ennesima occasione del Toro allo scadere del primo tempo.

Dentro Lazzari per Hysaj acciaccato, 47’ ancora Zapata su cross di Bellanova, palla fuori. 50’ la partita svolta e cambierà per sempre. Luis Alberto sulla trequarti lavora un pallone per Guendouzi in area, destro a incrociare e per Milinkovic Savic niente da fare, Lazio in vantaggio. 56’ ancora Guendouzi s’invola sulla destra, arriva sul fondo e serve Luis Alberto appostato in area, tacco a illuminare Cataldi che trova un interno destro, preciso e rasoterra che si infila nell’angolo basso sulla sinistra di Milinkovic Savic, la palla accarezza il palo ed entra in porta, raddoppio e partita chiusa. Dentro anche Castellanos per Immobile. Gila, dopo un’ottima prestazione contro un grandissimo Zapata, prende due gialli in pochi minuti e sempre per fallo contro l’ex Atalantino, espulsione giusta decretata dall’arbitro La Penna. La Lazio non rischia più nulla e porta a casa tre punti fondamentali per tornare a credere nella Champions.

La Lazio fa la grande squadra, subisce il giusto e poi piazza l’uno due vincente. Serviva dopo lo stop contro il Bologna ripartire subito, anche il pareggio sarebbe stato un risultato non ottimale per chi vuole credere ancora alla Champions League. Ora sotto a Firenze, potrebbe tornare disponibile qualcuno dall’infermeria ma la cosa certa è che Gila sarà fermato dal giudice sportivo. Sarri dovrà anche fare scelte conservative, Cataldi e Luis Alberto saranno costretti a giocarle tutte? Cosi come Guendouzi. Speriamo almeno in Vecino, un giocatore che diventa importante quando le partite contano davvero.

GIUSEPPE CALVANO

FOTO SS LAZIO

© Riproduzione riservata