Lazio Juventus 2 1 Castellanos Non Basta, La Juve In Finale

Lazio Juventus 2 1 Castellanos Non Basta, La Juve In Finale

La doppietta di Castellanos non basta: la Juventus nella ripresa azzecca il cambio e Milik segna il gol che la porta in finale

stampa articolo Scarica pdf

La doppietta di Castellanos non basta: la Juventus nella ripresa azzecca il cambio e Milik segna il gol che la porta in finale.

La Lazio esce tra gli applausi: convincente la prova degli uomini di Tudor, calano però nella ripresa e non riescono a completare la rimonta. Poco tempo per i rimorsi e i rimpianti: sabato si torna in campo, all’ Olimpico arriva il Verona. La corsa per l’Europa ora ha un percorso obbligato che passa per il campionato.

La partita - Avvio a tinte biancocelesti, che provano a chiudere la Juventus nella propria area, ma quando i bianconeri si fanno avanti, sono subito pericolosi.

Al 12^ si sblocca il match. Secondo angolo consecutivo, questa volta Luis Alberto pennella bene e di testa Castellanos porta la Lazio in vantaggio e riaccende le speranze della Lazio. Al 18^ occasione per il raddoppio sui piedi di Marusic che aspetta per tirare e si fa rimontare.

Al 20^ brava la difesa della Lazio a chiudersi bene: incursione di Chiesa che serve un filtrante per McKennie: non fa passare la difesa della Lazio e blocca tutto Mandas. Applausi per il portiere biancoceleste al 22^: un riflesso e respinge il tentativo di Vlahovic. Imprecisa la Lazio, ma l’Olimpico la aiuta: le manovre bianconere sono accompagnate da fischi assordanti e dopo la contestazione andata in scena durante Lazio – Salernitana, i tifosi sono tornati a sostenere la squadra.

Occasione gigantesca divorata da Castellanos al 43^: recupero di Luis Alberto che serve l’attaccante che si fa ipnotizzare da Perin e riesce nell’impresa di colpire il portiere e farsi chiudere così la palla del 2 a 0.

Si va a riposo sull’1 a 0 che non basta alla Lazio e con il rimpianto clamoroso per quanto si è divorato Castellanos.

Riprende il secondo tempo con Patric al posto di Gila.Subito aggressiva la Juventus, ma al terzo minuto fa involare Castellanos che questa volta non sbaglia, si fa perdonare l’errore a fine primo tempo e firma il 2 a 0 con la sua doppietta.

Il 2 a 0 sembra aver scosso la Juventus che è più cattiva sotto porta. Al 10^ applausi per Marusic che ha salvato sulla linea con Mandas battuto. Due minuti dopo, tentativo di Vlahovic che termina fuori. Al 13^ occasione ancora per Castellanos: a campo aperto, arriva a tu per tu col portiere e ancora una volta tenta un pallonetto facile preda di Perin. Si era alzata in questo caso la bandierina del fuorigioco che ha reso meno amaro l’errore del Taty.

Cambia Tudo: al 16^ dentro Vecino al posto di Felipe Anderson, che riceve gli applausi dai suoi tifosi.

Al 24^ primo cambio per Allegri: dentro Weah per Cambiaso.

La stanchezza fisica e mentale si fa sentire: la Lazio sta dando tanto e alla mezz’ora sembra in affanno. Tiro dalla distanza di uno stremato Luis Alberto al 33^: debole tra le mani di Perin.

Al 35^ doppio cambio per entrambi gli allenatori: nella Lazio, dentro Rovella e Ciro Immobile per Cataldi e Castellanos. Nella Juventus Vlahovic lascia il posto a Milik e McKennie a Yildiz. I cambi danno ragione ad Allegri: appena ntrato Milik dimezza lo svantaggio, su assist di Weah. Un gol pesantissimo, quando mancano pochi minuti alla fine.

Ancora un cambio nella Lazio. Ultimi minuti dentro Pedro per Guendouzi. Nel primo dei cinque minuti di recupero, un altro cambio per Allegri dentro Alcazar per Chiesa.

Il gol di Milik ha chiuso il match. Non è bastata una buona Lazio che paga il doppio svantaggio della gara d’andata e consegna la finale alla Juventus. La Lazio esce comunque a testa alta e si riprende l’abbraccio dei tifosi sotto la Curva Nord.

 

Enrica Di Carlo Foto Official Lazio

© Riproduzione riservata