Lazio Verona 1 0 La Decide Zaccagni

Mattia Zaccagni torna, entra e segna: tre punti fondamentali per la classifica biancoceleste

stampa articolo Scarica pdf

La decide Zaccagni: la Lazio batte anche il Verona nella gara valida per la 34^ giornata di Serie A e continua  a lottare per l’Europa, ora è sesta in attesa delle gare di Roma e Atalanta. Il numero 20 biancoceleste, che ha da poco rinnovato il contratto, torna dopo l’infortunio e su assist di Luis Alberto decide la sfida dell’Olimpico.

Le scelte – Tudor conferma Castellanos in attacco, Felipe Anderson stringe i denti e scende ancora in campo, Isaksen trova spazio a tutta fascia. A supporto sempre Luis Alberto, in mezzo al campo Kamada e Guendouzi. In difesa, Casale al posto dell’infortunato Gila.

La partita – Prima vera occasione per la Lazio con Isaksen al 26^: assist di Luis Alberto, si allunga troppo il pallone il danese, e manca il tempo per il tiro. Al 35’ Verona pericoloso su un’uscita a vuoto di Mandas, ma  Swiderski a porta vuota tira fuori. Si va a riposo sullo 0 a 0: partita gradevole, ma squadre imprecise. Nella ripresa, stessi undici, ma ritmo diverso. Subito pericolosa la Lazio con una traversa colpita da Felipe Anderson dopo appena tre minuti. Al 9^ ci prova anche Luis Alberto, ma non inquadra la porta.  Al 14^ cambiano i due allenatori: Tudor manda in campo Zaccagni e Pedro per Isaksen e Casale, Baroni schiera Suslov  per Swiderski e Duda per Mitrovic. Occasionissima della Lazio al 21^ con Pedro: servito benissimo da Kamada, il giocatore calcia incredibilmente fuori da ottima posizione.

Al 27^ si sblocca il match: Sulsov perde palla in mezzo al campo, recupera Zaccagni che triangola con Luis Alberto e batte Montipò. Al 31’ Luis Alberto lascia il campo per Hysaj. Altre due sostituzioni nel Verona: Centonze e Bonazzoli rilevano Tchatchoua e Lazovic. Al 38^ reattivo Mandas sull’occasione del Verona con Coppola che sottoporta devia in modo pericoloso, ma si fa trovare pronto il portiere della Lazio. Al 40^ ancora una grande occasione per la Lazio, ancora con Pedro: batte a sorpresa una punizione, potente si scaglia sul palo. Negli ultimi minuti di partita c’è spazio anche per Immobile al posto di Castlellanos e Vecino per Felipe Anderson. In pieno recupero, a 20 secondi dalla fine, il Verona sfiora il gol del pareggio con Henry che tira alto e sancisce così la fine del match.

Enrica Di Carlo Foto Official Lazio

© Riproduzione riservata