I Segreti Delle Donne Svelati Da Antonio Bruni

I Segreti Delle Donne Svelati Da Antonio Bruni

Mi svelo ma in animo nuda, un poema pubblicato in scena

stampa articolo Scarica pdf

Ogni donna custodisce nel proprio intimo segreti e desideri inconfessabili, spesso riposti in uno scrigno nascosto in fondo all’anima, rinchiusi talvolta per paura, a volte per vergogna, ma altre volte per non rendere più tangibili i passati dolori. Pensieri però presenti nei ricordi femminili che Antonio Bruni, nel corso di dieci anni spesi nell’intervistare donne di ogni età, ha trascritto dal vivo e reso in versi crudi e sinceri. Nasce, così, Mi svelo ma in animo nuda, un poema in versi novenari composto da novanta racconti suddivisi in nove capitoli: Lo specchio, La svolta, L’ingresso dell’altro, La calamita, Il turbamento, La cicatrice, Il dominio, L’orgasmo, La pienezza.

“Io mi sono chiesto, cosa si cela dentro le donne? Qual è il desiderio, quali i sentimenti, le pulsioni che si celano dentro l’animo femminile? Noi siamo molto viziati dalla letteratura, dal cinema fatto prevalentemente dagli uomini, in cui le donne diventano oggetto. Io mi sono chiesto questo molti anni fa e ho intrapreso un lungo viaggio per conoscere, per capire l’animo femminile. – spiega Bruni – Ho intervistato molte donne e ho raccolto le loro confidenze trascrivendole immediatamente in versi. È stato un viaggio difficile; ognuna di queste persone ha fatto una riflessione interna e si è liberata raccontando o una storia di vita vissuta o un incontro, molte fantasie. Ho poi integrato il poema con cori e note”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

L’opera, dapprima pensata per essere stampata in un libro, è stata interpretata in scena su proposta del regista Idalberto Fei; quarantacinque fino ad ora le interpreti, con nomi che vanno da Barbara Bouchet a Caterina Vertova, da Maria Rosaria Omaggio a Pamela Villoresi. Un labirinto di anime le cui vie conducono tutte al pensiero femminile raccolto in una serie di vicende.

Un progetto inserito nella Rassegna Tradizionale per il Teatro Belli sul cui palco, dal 20 al 23 aprile 2017, si sono alternate ogni sera talentuose attrici a perorare la causa femminile. Storie di tempi in cui la cultura condizionava l’educazione e talvolta i sogni, i pensieri, i desideri; storie che trasformano spente insegnanti, rinchiuse di giorno nei loro austeri abiti e cliché, in focose amanti che si abbandonano al piacere dei sensi per quel diritto al piacere che rivendicano in età matura.

Nove capitoli, di cui uno dedicato allo specchio, oggetto con cui confrontarsi, in cui riflettersi scorgendo un’altra figura, un’altra se stessa, in cui esaminare il proprio corpo, nelle sue curve accentuate, nella sua morbidezza, nel suo candore; così viene narrata la storia di una giovane atleta che vuole abbandonare lo sport per regalare al suo nuovo innamorato un’altra immagine del suo corpo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Doppie realtà che si confondono nell’animo umano in combattimenti in cui morale e desiderio si sfidano ad armi impari; fantasie e ambizioni che rimangono per tempo intrappolate nei ricordi fino a quando qualcuno non decide di ascoltarle e renderle in opera. Storie vere di vita sessuale le cui protagoniste sono donne vere che aprono le porte alla propria intimità delicate ma talvolta dirette ed esplicite con una naturalezza e sincerità tipica dell’universo femminile.

Ilenia Maria Melis

Mi svelo ma in animo nuda

di Antonio Bruni

con la regia di Antonio Salines

Teatro Belli

piazza Sant’Apollonia, 11 – Roma

www.antoniobruni.it

www.teatrobelli.it

© Riproduzione riservata