SPAL-Lazio 2-5

Goleada nella calza biancoceleste: poker Immobile

stampa articolo Scarica pdf

Manita Lazio a Ferrara. I biancocelesti danno spettacolo nel giorno della Befana, e con un netto 5-2 schiacciano la SPAL volando a 40 punti in classifica. Protagonista assoluto Ciro Immobile autore di quattro reti che gli permettono di salire al primo posto la classifica cannonieri con 20 gol realizzati. Una vittoria fondamentale per iniziare al meglio il 2018 e il girone di andata, in una trasferta insidiosa contro una squadra ben messa in campo capace di esprimere un gioco ordinato e veloce. La differenza nel complesso l'ha fatta la superiorità tecnica della Lazio, specie per quanto riguarda il reparto offensivo. Una qualità impressionante a tratti e spietata sotto porta: Luis Alberto inventa, Milinkovic giganteggia e Immobile realizza come un cecchino. Ha segnato in tutti i modi Ciruzzo, il terzo con uno stacco di testa da vero ariete sicuramente il più bello della giornata. A proposito di bellezze, il primo gol della giornata è una vera perla di Luis Alberto: stop al volo, tocco di suola e tre avversari saltati. Un gol da stroppicciarsi gli occhi, ormai lo spagnolo è una certezza, regala giocate di classe sopraffina, come l'assist per il 2-1 di Immobile. Una Lazio più forte di tutto, ancora una volta di un errore arbitrale in occasione del rigore concesso ai padroni di casa, e di alcune disattenzioni difensive come quella di Wallace che regala di fatto la doppietta ad Antenucci. 

La banda Inzaghi riprende la sua marcia verso il sogno Champions dopo il pari di San Siro di una settimana fa. Quaranta punti in 19 gare con una da recuperare sono un bottino da grande squadra, e il pareggio dell'Inter e la sconfitta della Roma, confezionano una domenica ideale per i colori biancocelesti. Proprio il passo falso dei giallorossi permette alla Lazio il sorpasso in classifica, con il quarto posto in solitaria. 

Ecco le parole di Simone Inzaghi al termine del match in conferenza stampa: "Con noi la gente non si annoia. E’ dai primi di luglio che questo gruppo ci dà dentro alla grande. Ma non dite che con la Spal è stato tutto troppo facile. I numeri di Ciro non mi sorprendono più, a sorprendermi è invece la sua disponibilità al lavoro durante la settimana. Ha una squadra che lo mette nelle condizioni ideali di esprimersi.Bellissimo il gol di Luis Alberto, bravissimo Immobile, ma la giocata in verticale di Milinkovic per il gol del 3-1 è stata semplicemente straordinaria, un vero e proprio capolavoro di tecnica". 

Il tabellino

SPAL-LAZIO 2-5 

SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon (46' Rizzo), Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani (73' Costa), Grassi, Mattiello (84' Bonazzoli); Paloschi, Antenucci. A disp. Marchegiani, Meret, Cremonesi, Della Giovanna, Oikonomou, Bellemo, Schiavon, Vitale, Floccari.   All. Leonardo Semplici

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu (57' Luiz Felipe); Basta, Parolo, Leiva (75' Lulic), Milinkovic (58' Felipe Anderson), Lukaku; Luis Alberto, Immobile. A disp. Guerrieri, Vargic, Bastos, Patric, Murgia, Miceli, Nani, Neto. All. Simone Inzaghi

ARBITRO: Tagliavento (sez. Terni). Ass: Carbone- Bottegoni. IV: Pinzani. VAR: Irrati. AVAR: Aureliano

NOTE. Ammoniti: 40' Mattiello (S), 54' Radu (L), 54' Milinkovic (L), 71' Luiz Felipe (L), 75' Vicari (S)

Recupero: 1' pt; 3' st.

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata