Lazio-Hellas Verona

I biancocelesti ritrovano il sorriso: la doppietta di Immobile per la Champions

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio riparte. La doppietta di Immobile rilancia i sogni Champions biancocelesti, un 2-0 al Verona che permette di salire a quota 49 punti. Ventidue i gol per Ciruzzo in campionato in altrettanti match, due reti importanti in un momento difficile della stagione.

La banda Inzaghi ritrova la vittoria dopo quattro sconfitte consecutive, l’ultimo sorriso proprio contro una veronese, il Chievo, lo scorso 18 gennaio sempre all’Olimpico. Una vittoria fondamentale, non solo per la classifica ma anche per il morale in vista dei prossimi incontri, compresi i ritorni di coppa con la Steaua e il Milan. Sulla carta di certo non era un match insidioso, il Verona di Pecchia, mestamente penultimo, è ben poca cosa, e nell’arco di 90 minuti non è riuscito a creare nessun rischio dalle parti di Strakosha.

Tre punti che permettono di tornare in zona Champions, lì al quarto posto approfittando del passo falso dell’Inter a Marassi e per continuare a tenere vicina la Roma.

Si è rivista la Lazio ammirata nelle settimane antecedenti alla “crisi”: gioco frizzante, buona manovra e occasioni che fioccano di continuo. Se nel primo tempo i ragazzi di Inzaghi peccano di concretezza sottoporta, contando anche la sfortunata traversa di Luis Alberto, nella ripresa ci ha pensato Immobile a insaccare dentro i due gol partita. L’attaccante torna al gol nel modo che più gli appartiene, dopo un primo tempo sciupone: un gol da grande attaccante, il secondo da rapace d’area.

Il raddoppio si concretizza nel giro di cinque minuti e per i gialloblù è il colpo del ko. La squadra di Pecchia accusa il doppio schiaffo come un pugile suonato e dopo aver preparato una gara in difesa nella speranza di difendere lo 0-0, si vede costretta a soccombere ai colpi di Milinkovic e compagni.

Tutto perfetto o quasi per la Lazio, se non fosse per la notizia data dal ds Tare prima del match, con la sicura partenza di de Vrij a fine stagione. Una notizia ormai nell’aria da alcune settimane ma che ha trovato la conferma definitiva nella serata di oggi. Ma non è questo il momento di pensare al mercato che sarà. La Lazio si gode il ritorno alla vittoria e il quarto posto momentaneo, il miglior modo per cacciare via i rumors degli ultimi giorni e per preparare al meglio ritorno di Europa League contro la Steaua. Servirà la squadra vista questa sera, magari replicando lo stesso risultato, che vorrebbe dire qualificazione.

Il tabellino

Lazio-Hellas Verona 2-0
Marcatori: 55', 60' Immobile (L)
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu (80' Murgia); Marusic, Milinkovic, Parolo, Lulic, Lukaku (75' Luiz Felipe); Luis Alberto, Immobile (84' Caicedo).  A disp. Guerrieri, Vargic, Patric, Basta, Caceres, Bastos, Di Gennaro, Felipe Anderson, Nani. All. Simone Inzaghi HELLAS VERONA (4-4-2): Nicolas; Caracciolo, Boldor, Vukovic, Fares; Romulo, Valoti, Buchel (58' Calvano), Verde (64' Aarons); Matos (68' Petkovic), Kean.  A disp. Silvestri, Coppola, Heurtaux, Bearzotti, Souprayen, Felicioli, Fossati, Zuculini, Lee. All. Fabio Pecchia
ARBITRO: Calvarese (sez. Teramo). Ass: Di Iorio-La Rocca. IV: Piccinini. VAR: Manganiello. AVAR: Passeri. NOTE. Ammoniti: 51' Nicolas (H)

Recupero: 4' st.

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata