BASTA UN GUIZZO DI CRISTIANO RONALDO PER REGALARE ALLA JUVENTUS IL PRIMO TROFEO

BASTA UN GUIZZO DI CRISTIANO RONALDO PER REGALARE ALLA JUVENTUS IL PRIMO TROFEO

CR7 grande protagonista del successo juventino. Ottimo Chiellini, sottotono Dybala. Meno puntuale Szczesny.

172
stampa articolo Scarica pdf

La  Juve fa sua la prima coppa della stagione, piegando un Milan volitivo con il minimo sforzo. Un paio di decisioni arbitrali discutibili, in un’area e nell’altra, non cambiano l’equilibrio di un match vinto con merito dagli uomini di Allegri. Qualche distrazione a centrocampo e molta imprecisione al tiro, specie da fuori area, ma partita vinta con merito, anche se eseguendo un compitino scolastico. Higuain febbricitante, nervoso e distratto dalle chimere londinesi, entra nel secondo tempo ma non incide.

TOP JUVE

Cristiano Ronaldo

Segna sempre. Segna quando conta. Risolve le finali e la Juve lo sa bene. Lo ha preso per questo. Beffa Donnarumma trasformando in oro l’unico lancio preciso di Pjanić. Per il resto poco da segnalare, ma la sua sola presenza in campo mette in apprensione gli avversari e tiene alta l’attenzione dei compagni. Re Mida.

Giorgio Chiellini

Praticamente una prestazione da incorniciare. Se calciasse a rete con maggiore precisione, sarebbe perfetto. Chiude su tutti e ripropone l’azione. Ha acquisito consapevolezza e non lascia spazio a disattenzioni o sbavature. Neppure quando entra Higuain, che dovrebbe cambiare, senza riuscire a farlo, l’indirizzo della partita. Gladiatore.

FLOP

Paulo Dubala

Si nasconde, non si prende responsabilità, nessun guizzo e pochissimi segnali al pubblico di Jeddah della sua classe cristallina. Nel finale tiene palla e fa passare diligentemente il tempo senza far correre pericoli alla squadra fino al triplice fischio. Sottotono.

Wojciech Szczesny

Troppe partite senza essere quasi mai impegnato dagli avversari lo hanno probabilmente arrugginito. Ma un grande portiere deve farsi trovare pronto anche su un unico intervento, quando viene chiamato in causa. Fa venire i brividi a compagni e tifosi con un’uscita a vuoto. Rimedia successivamente su Çalhanoğlu e poi viene graziato dalla traversa. Serata così così. Arrugginito.

di Massimiliano Piccinno

© Riproduzione riservata